La tregua

di | Editore: Einaudi
Voto medio di 3567
| 232 contributi totali di cui 200 recensioni , 28 citazioni , 0 immagini , 4 note , 0 video
"La tregua", seguito di "Se questo è un uomo", è considerato da molti ilcapolavoro di Levi: diario del viaggio verso la libertà dopo l'internamentonel Lager nazista, questo libro, più che una semplice rievocazione biografica,è uno straordinario ...Continua
Ha scritto il 04/06/17
LA TREGUA – premio Campiello 1963 – racconta il lungo viaggio di ritorno a casa dei superstiti del lager di Auschwitz liberati dai russi nel gennaio del 1945. O meglio, narra uno dei tanti “nòstoi”, quello del torinese Primo Levi, che ...Continua
Ha scritto il 05/03/17
le peripezie del ritorno a casa
dopo " Se questo è un uomo", mi aspettavo altrettanto sconvolgimento.così non è stato, benchè debba riconoscere che qui è cronaca di vita e di sofferenze immani, e non parto di fantasia. Levi scrive benissimo, le riflessioni a volte sono ...Continua
Ha scritto il 05/02/17
“Sentii l’onda calda del sentirsi libero, del sentirsi uomo fra uomini, del sentirsi vivo, rifluire lontano da me. Mi trovai a un tratto vecchio, esangue, stanco al di là di ogni misura umana: la guerra non è finita, guerra è sempre.”
Libro a mio modesto parere bellissimo, superiore anche all’altrettanto bellissimo “se questo è un uomo”, un romanzo che nonostante la sua complessità dovuta al tema trattato affascina e coinvolge profondamente.E’ il seguito di “se questo ...Continua
  • 5 mi piace
Ha scritto il 16/12/16
La storia attraverso un'epopea
Anche questo libro come altri di Levi mi è piaciuto molto, sia per il modo in cui scrive sia per la semplicità con la quale descrive situazioni complesse, al limite dell'umano. Credo che Levi sia stato uno dei migliori scrittori italiani di tutti ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 13/12/16
"Avevamo sperato in un viaggio breve e sicuro....." E cosi non fu, anzi, passarono mesi prima che Levi poté mettere piede sul suolo italiano e riabbracciare i suoi cari.Personalmente ho amato questo libro più di " Se questo è un uomo".In primo ...Continua
  • 8 mi piace
  • 6 commenti

Ha scritto il Jun 06, 2017, 18:42
Questo portiere era un portiere da incubo. Era uno spilungone biondo, dal viso emaciato, dal petto concavo e dalle movenze indolenti da apache. Non possedeva affatto lo scatto, la contrazione enfatica e la nevrotica trepidazione professionale: stava ...Continua
Pag. 108
Ha scritto il May 22, 2017, 18:13
Guerra è sempre..
Ha scritto il Feb 05, 2017, 11:54
“Accendemmo fuochi nel bosco, e nessuno dormì: passammo il resto della notte cantando e ballando, raccontandoci a vicenda le avventure passate, e ricordando ai compagni perduti: poiché non è dato all’uomo di godere gioie incontaminate.”
Pag. 215
Ha scritto il Feb 05, 2017, 11:54
“La nostalgia è una sofferenza fragile e gentile, essenzialmente diversa, più intima, più umana delle altre pene che avevamo sostenuto fino a quel tempo: percosse, freddo, fame, terrore, distruzione, malattia. E’ un dolore limpido e pulito, ...Continua
Pag. 174
Ha scritto il Feb 05, 2017, 11:53
“Sentii l’onda calda del sentirsi libero, del sentirsi uomo fra uomini, del sentirsi vivo, rifluire lontano da me. Mi trovai a un tratto vecchio, esangue, stanco al di là di ogni misura umana: la guerra non è finita, guerra è sempre.”
Pag. 61

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Ha scritto il Sep 19, 2017, 16:06
Autobiografico. Narra, in modo avventuroso, il fine guerra, quando, da Auschwitz, peregrinando per mezza Europa, giunge alla sua casa in Torino.
Ha scritto il Aug 08, 2017, 17:31
Davvero molto bello
Ha scritto il Jul 20, 2016, 08:26
853.9 LEV 4142 Letteratura Italiana
Ha scritto il Dec 10, 2015, 12:02
Collocazione : NR 277 (3 copie)

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi