Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

La trilogia Adamsberg

L'uomo dei cerchi azzurri - L'uomo a rovescio - Parti in fretta e non tornare

By Fred Vargas

(1563)

| Paperback | 9788806198527

Like La trilogia Adamsberg ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

All'origine del «caso Vargas», che prima in Francia e poi in tutta Europa ha scalato le vette delle classifiche, ci sono il linguaggio terso, lo stile ironico e incisivo, l'accuratezza nei dettagli piú sorprendenti. E poi ci sono i suoi personaggi. A Continue

All'origine del «caso Vargas», che prima in Francia e poi in tutta Europa ha scalato le vette delle classifiche, ci sono il linguaggio terso, lo stile ironico e incisivo, l'accuratezza nei dettagli piú sorprendenti. E poi ci sono i suoi personaggi. Atipici, logorati dalla vita, ma sempre pronti a battersi. E c'è la simpatia con cui è ritratto il mondo del distretto di polizia del XIII arrondissement dove si muove il personaggio piú amato dai lettori di Fred Vargas, il commissario Jean-Baptiste Adamsberg. «Spalatore di nuvole», antirazionale, flemmatico e filosofico, Adamsberg preferisce procedere a zigzag e aspettare, brancolare nel buio finché non viene folgorato da una delle sue intuizioni geniali, lontane dal rigore della «classica» logica dell'investigatore, che lo conducono alla rivelazione finale.
L'uomo dei cerchi azzurri segna la prima apparizione assoluta dell'insolito commissario che si trova alle prese con dei misteriosi cerchi tracciati sui marciapiedi di Parigi, in mezzo ai quali Adamsberg sente che presto comparirà un cadavere. Nel secondo romanzo che lo vede protagonista, L'uomo a rovescio, il poliziotto sui generis deve risolvere invece una catena di orrendi delitti il cui autore potrebbe essere un lupo mannaro. Zeppo di simboli e superstizioni che parrebbero affondare nei tempi bui della Morte Nera è l'intricata vicenda in cui si trova coinvolto Adamsberg nell'ultimo romanzo di questa trilogia, Parti in fretta e non tornare.

167 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 3 people find this helpful

    L'uomo dei cerchi azzurri***1/2

    Inizio lettura 5/09/2014 - Fine lettura 17/09/2014

    Pennac in giallo.

    Che poi nella saga di Malaussene un po' di giallo c'è per davvero.
    Non è stata solo Parigi, teatro delle indagini del commiss ...(continue)

    L'uomo dei cerchi azzurri***1/2

    Inizio lettura 5/09/2014 - Fine lettura 17/09/2014

    Pennac in giallo.

    Che poi nella saga di Malaussene un po' di giallo c'è per davvero.
    Non è stata solo Parigi, teatro delle indagini del commissario Adamsberg, ad avermi fatto pensare a Pennac, ma anche la scrittura ironica e brillante e la sfilata di personaggi stravaganti e misteriosi che, a partire dall'uomo senza nome, che traccia cerchi azzurri negli arrondissement della città, fanno da contorno alle indagini.
    E poi c'è Adamsberg, un commissario fresco di nomina: sgangherato, solitario, sbilenco; arguto, dubbioso, intuitivo; uno che pensa (e dice) che quello che sbroglia è soprattutto la conoscenza, che bisogna lasciarsi andare alla conoscenza e che per farlo ogni tanto si distrae e pensa agli affari suoi. E a Camille che l'ha lasciato e non sa più dove sia andata a finire.
    Credo che Vincent Cassel sarebbe un ottimo Adamsberg. Credo che Adamsberg sia molto cinematografico, come personaggio, come anche Parigi, del resto.
    Ma comunque, distrazioni cinematografiche a parte, il fatto è che nelle notti del luglio in cui si svolge la storia, qualcuno gira per le strade di Parigi disegnando sull'asfalto cerchi azzurri; cerchi azzurri all'interno dei quali, all'alba quando vengono ritrovati, di volta in volta sono incorniciati oggetti di ogni tipo: un dizionario, un annaffiatoio, un giorno un gatto morto; e Adamsberg lo comprende subito che è un segnale, un avvertimento; un segnale macabro che indica che ci sarà un'escalation, che un assassinio seguirà.
    E infatti ne seguono un primo, poi un secondo, infine un terzo: con il cadavere posizionato all'interno del cerchio azzurro.
    Ma chi è che va tracciando cerchi azzurri nella notte? Sono i cerchi disegnati intorno a cose e a persone o sono cose e persone poste al centro dei cerchi? E chi disegna è la stessa persona che uccide? E per chi è il messaggio "Victor, malasorte, il domani è alle porte" scritto vicino a ogni cerchio rinvenuto dalla polizia?
    Averlo capito, poco dopo la metà del romanzo mi ha fatto fare la ruota come un pavone, accorgermi alla fine che avevo risolto solo la metà dell'enigma, ha invece restituito spessore al romanzo di Fred Vargas e piacere alla mia lettura.

    - Commissario, occorre essere parsimoniosi con il proprio disprezzo, a causa del gran numero di persone che lo meritano. E non sono io a dirlo.
    - Chi lo dice?
    - Chateaubriand.

    Is this helpful?

    Piperitapitta said on Sep 17, 2014 | 2 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    L'uomo dei cerchi azzurri.
    Prima indagine di Adamsberg, diverso dai classici personaggi polizieschi, ma davvero molto bello!

    Is this helpful?

    BlueAngel said on Jul 19, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Pur trovandomi d'accordo, in linea di massima, con il giudizio negativo di Camilleri riguardo le donne gialliste, devo dire che la Vargas, dopo la partenza tiepida de 'L'uomo dei cerchi azzurri', con 'L'uomo a rovescio', invece, mi ha proprio convint ...(continue)

    Pur trovandomi d'accordo, in linea di massima, con il giudizio negativo di Camilleri riguardo le donne gialliste, devo dire che la Vargas, dopo la partenza tiepida de 'L'uomo dei cerchi azzurri', con 'L'uomo a rovescio', invece, mi ha proprio convinta e divertita, e da lì non mi sono più fermata fino all'ultimo della serie pubblicato, 'La cavalcata dei morti'. La scrittura è eccellente, i personaggi sono particolari e ben tratteggiati, la trama è sempre soddisfacente, l'ironia efficace e gli spunti, da cui le storie traggono origine, interessanti: cosa volere di più..?

    Is this helpful?

    AdrianaT. said on Mar 8, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Superbo

    Questo è un Noir con la N maiuscola! Il commissario Adamsberg è un uomo molto sopra le righe e il suo collega Danglard non è da meno; impossibile non prenderli a cuore. La scrittura è molto scorrevole, la trama, avvincente e per nulla banale, ti port ...(continue)

    Questo è un Noir con la N maiuscola! Il commissario Adamsberg è un uomo molto sopra le righe e il suo collega Danglard non è da meno; impossibile non prenderli a cuore. La scrittura è molto scorrevole, la trama, avvincente e per nulla banale, ti porta dritto dritto fino alla fine senza fiato. Fine la caratterizzazione psicologica dei protagonisti.
    Nella Parigi contemporanea iniziano all' improvviso a comparire dei cerchi azzurri tracciati da un mano sconosciuta accompagnati da una scritta " Victor, malasorte, il domani è alle porte"; presi all' inizio per lo scherzo di qualche buontempone, solo il commissario Adamsberg riuscirà ad intuire con largo anticipo la terribile escalation che ne seguirà.
    Ho comprato la trilogia... per cui caro commissario a noi!
    Buona lettura a tutti

    Is this helpful?

    Fiordineve said on Feb 20, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Della trilogia, ho letto 'Parti in fretta e non tornare'. Affascinante l'idea del ritorno della peste in Europa per mano di due squinternati! Voglio uscire di casa, incontrare il commissario Adamsberg, spalatore di nuvole, stringergli la mano e invit ...(continue)

    Della trilogia, ho letto 'Parti in fretta e non tornare'. Affascinante l'idea del ritorno della peste in Europa per mano di due squinternati! Voglio uscire di casa, incontrare il commissario Adamsberg, spalatore di nuvole, stringergli la mano e invitarlo a bere caffè e fare due chiacchiere!

    Is this helpful?

    claudia said on Feb 13, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Ho letto solo il primo libro della trilogia e sinceramente non sono spinta a proseguire la lettura..non mi sembra per nulla originale e non trovo nessuna genialità nel personaggio principale.

    Is this helpful?

    Maura D'agostino said on Feb 9, 2014 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (1563)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
    • 1 star
  • Paperback 916 Pages
  • ISBN-10: 8806198521
  • ISBN-13: 9788806198527
  • Publisher: Einaudi (Super ET)
  • Publish date: 2009-06-16
Improve_data of this book