Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La valle dell'orso

Di

Editore: Rizzoli

3.5
(87)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 420 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Olandese

Isbn-10: 8817202339 | Isbn-13: 9788817202336 | Data di pubblicazione:  | Edizione 2

Traduttore: P. F. Paolini

Disponibile anche come: Paperback , Copertina morbida e spillati , Copertina rigida

Genere: Fiction & Literature , Science Fiction & Fantasy

Ti piace La valle dell'orso?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 3

    Non male, in fondo Adams sa scrivere. Ma certo uno si aspettava di più dall'autore de La collina dei conigli.
    Questa storia di una tribù che vittima di un assurdo credo religioso si scontra con altre tribu creando una pervrsa società schiavista. Anche il personaggio principale è assai squallido ...continua

    Non male, in fondo Adams sa scrivere. Ma certo uno si aspettava di più dall'autore de La collina dei conigli. Questa storia di una tribù che vittima di un assurdo credo religioso si scontra con altre tribu creando una pervrsa società schiavista. Anche il personaggio principale è assai squallido non ostante il finale in gloria

    ha scritto il 

  • 2

    E' rarissimo, per me, dare giudizi così negativi. Un po' perché con l'esperienza e meno tempo a disposizione si diventa più selettivi e si impara a riconoscere a naso e a vista quello che potrebbe piacere (anche se naturalmente un abbaglio è sempre possibile, e anche la delusione può far parte de ...continua

    E' rarissimo, per me, dare giudizi così negativi. Un po' perché con l'esperienza e meno tempo a disposizione si diventa più selettivi e si impara a riconoscere a naso e a vista quello che potrebbe piacere (anche se naturalmente un abbaglio è sempre possibile, e anche la delusione può far parte del fascino della nuova scoperta). Un po' perché di solito trovo sempre qualcosa di bello anche nel libro meno di mio gusto.
    Questo l'avevo preso qualche anno fa a occhi chiusi, perché l'autore era lo stesso della Collina dei Conigli, libro che tuttora è per me uno dei più amati in assoluto.
    Lo ricordo come una delusione totale, cocente. Forse questa stroncatura senza appello neanche se la merita, ma è l'unica vendetta concessa contro uno scrittore che dopo averti promesso un sogno, non solo non mantiene la promessa, ma ti fa sentire sciocco per averci creduto...

    ha scritto il 

  • 3

    Romanzo che mi ricorda molto la saga di Avalon" della Bradley, senza però raggiungere il coinvolgimento della scrittrice americana. Due particolari mi hanno colpito. Il primo la parte iniziale del libro, sembrava di leggere una storia ricalcata sull'esodo della Bibbia. La seconda il finale, dove ...continua

    Romanzo che mi ricorda molto la saga di Avalon" della Bradley, senza però raggiungere il coinvolgimento della scrittrice americana. Due particolari mi hanno colpito. Il primo la parte iniziale del libro, sembrava di leggere una storia ricalcata sull'esodo della Bibbia. La seconda il finale, dove il protagonista trae le sue conclusioni in maniera molto pratica, dando una morale certa e chiara alla storia. Morale che mi è piaciuta molto! :)

    ha scritto il 

Ordina per