Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La valle della paura

Il Giallo del lunedì n.7

Di

Editore: L'Unità/Mondadori

3.8
(791)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 198 | Formato: Tascabile economico

Isbn-10: A000086374 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Maria Gallone ; Prefazione: Oreste Del Buono

Disponibile anche come: Altri , Copertina rigida , Paperback

Genere: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Ti piace La valle della paura?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    eppure non dovrebbe esistere combinazione di eventi che l'intelligenza umana non riesca a spiegare

    ha la stessa struttura(e lo stesso macrodifetto, quindi) di UNO STUDIO IN ROSSO, cioè la divisione del libro in due, con la seconda parte a fare da antefatto alla prima...quando l'ho scoperto ci son r ...continua

    ha la stessa struttura(e lo stesso macrodifetto, quindi) di UNO STUDIO IN ROSSO, cioè la divisione del libro in due, con la seconda parte a fare da antefatto alla prima...quando l'ho scoperto ci son rimasto un po' male, e l'interesse è un po' diminuito per partito preso; ma durante la lettura mi sono ricreduto, è stato proprio un bel libro con una bellissima storia raccontata con la solita maestria di Arthur Conan Doyle

    ha scritto il 

  • 4

    Sebbene il mitico Sherlock compaia in questo romanzo solo per poche pagine, Doyle riesce nell'intento di incatenare il lettore ad una trama a dir poco avvincente e, come sempre, magistralmente scritta ...continua

    Sebbene il mitico Sherlock compaia in questo romanzo solo per poche pagine, Doyle riesce nell'intento di incatenare il lettore ad una trama a dir poco avvincente e, come sempre, magistralmente scritta.

    ha scritto il 

  • 0

    Conan Doyle svetta sui colleghi giallisti per originalità di trama ed eleganza di scrittura, e questo libro ne è un perfetto esempio.

    Nelle ultime righe del romanzo poi una cosa intensa e profonda ch ...continua

    Conan Doyle svetta sui colleghi giallisti per originalità di trama ed eleganza di scrittura, e questo libro ne è un perfetto esempio.

    Nelle ultime righe del romanzo poi una cosa intensa e profonda che si può solo riferire e non commentare: Watson guarda Holmes parlare e lo definisce in modo sublime "uomo dagli occhi carichi di destino".

    ha scritto il 

  • 3

    Che vi devo dire..

    ..Se non c'è Sherlock non c'è gusto! Non che proprio non ci sia, ma sembra quasi una comparsa. In questo libro il protagonista è praticamente la vittima, se così si può chiamare, e il suo oscuro passa ...continua

    ..Se non c'è Sherlock non c'è gusto! Non che proprio non ci sia, ma sembra quasi una comparsa. In questo libro il protagonista è praticamente la vittima, se così si può chiamare, e il suo oscuro passato. La prima metà è dedicata al caso di omicidio e al tentativo degli investigatori, insieme a Holmes, di risolverlo, ma è una parte breve e insipida, non c'è quasi tensione né curiosità. Nella seconda parte c'è invece l'antefatto, e non che sia brutto o noioso, semplicemente non è di Holmes che si parla.

    ha scritto il 

  • 4

    In questo romanzo il ruolo di Scherlock Holmes è marginale. Protagonista principale è infatti John Douglas e la narrazione della sua partecipazione alla Loggia di Vermissa dell'Antico Ordine degli Uom ...continua

    In questo romanzo il ruolo di Scherlock Holmes è marginale. Protagonista principale è infatti John Douglas e la narrazione della sua partecipazione alla Loggia di Vermissa dell'Antico Ordine degli Uomini Liberi.

    ha scritto il 

  • 0

    Questo libro giallo scritto nel 1887 narra delle fantastiche avventure del decetive più famoso del mondo, Sherlock Holmes e del suo braccio destro il dottor Watson; l’autore usa la figura di Watson co ...continua

    Questo libro giallo scritto nel 1887 narra delle fantastiche avventure del decetive più famoso del mondo, Sherlock Holmes e del suo braccio destro il dottor Watson; l’autore usa la figura di Watson come strumento per spiegare al lettore la soluzione dei casi che vengono risolti da Holmes.
    Questo libro mi è piaciuto e lo consiglio a tutti.
    Francesco M. (I E)

    Nel mese di marzo ho letto il libro di Arthur Conan Doyle, "La valle della paura", protagonista Sherlock Holmes.
    Questo racconto è ambientato in Inghilterra e in America, dove Sherlock Holmes, sempre aiutato da Watson, riesce a risolvere il misterioso caso, iniziato con una lettera e svoltosi in un omicidio.
    Questo libro è stato molto piacevole e avvincente con trasposizioni cinematografiche del film, io lo consiglierei a un mio amico.
    Davide P. (I A)

    ha scritto il 

Ordina per