Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La vampa d'agosto

Di

Editore: Sellerio

4.0
(3872)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 271 | Formato: eBook | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Catalano , Tedesco

Isbn-10: A000059366 | Isbn-13: 9788838926846 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Paperback , Altri , Copertina rigida

Genere: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Ti piace La vampa d'agosto?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Una nuova indagine per il commissario Montalbano: costretto a rimanere a vigáta nel mese più infuocato della torrida estate siciliana, si trova a fronteggiare un'indagine dagli strani risvolti. E «"la vampa d'agosto" si rivela un "foco diavolisco", un sortilegio che abbaglia e allucina» (Salvatore Silvano Nigro).
Ordina per
  • 5

    Bello! E penso questo sia uno dei casi che più mi sia piaciuto, per la strettissima collaborazione tra Montalbano e Fazio. Dopo ovviamente il commissario Montalbano, Fazio è il personaggio che più amo ...continua

    Bello! E penso questo sia uno dei casi che più mi sia piaciuto, per la strettissima collaborazione tra Montalbano e Fazio. Dopo ovviamente il commissario Montalbano, Fazio è il personaggio che più amo: lo sbirro vero, acuto e intelligente, che sa capire al volo le persone e soprattutto il commissario. Ho apprezzato che qui ha più molto spazio e non sia soltanto una spalla.

    ha scritto il 

  • 5

    Uno dei libri più belli della serie di Montalbano letti finora!
    Letto praticamente in una serata, durante le ore che avrei dovuto dedicare alla preparazione del discorso per la tesi. Nessun rimpianto! ...continua

    Uno dei libri più belli della serie di Montalbano letti finora!
    Letto praticamente in una serata, durante le ore che avrei dovuto dedicare alla preparazione del discorso per la tesi. Nessun rimpianto! Ovviamente Livia è la solita idiota, ma per fortuna dopo un paio di capitoli sparisce da Vigata... quindi sono contenta di come si sia conclusa la vicenda, e che tenerezza il paragrafo finale! ❤

    ha scritto il 

  • 4

    come sempre

    Montalbano è una certezza, quando cerco una lettura avvincente e gradevole, e un personaggio insopportabile ma marginale (Livia, of course). Peccato che qui avevo sgamato l'assassino a neanche metà li ...continua

    Montalbano è una certezza, quando cerco una lettura avvincente e gradevole, e un personaggio insopportabile ma marginale (Livia, of course). Peccato che qui avevo sgamato l'assassino a neanche metà libro... ma sono andata avanti con piacere ugualmente.

    ha scritto il 

  • 0

    Incipit

    Stava dormenno che manco le cannonate l’avrebbero arrisbigliato. O meglio: le cannonate no, ma lo squillo del telefono sì.....

    http://www.incipitmania.com/incipit-per-titolo/v/la-vampa-dagosto-andra-c ...continua

    Stava dormenno che manco le cannonate l’avrebbero arrisbigliato. O meglio: le cannonate no, ma lo squillo del telefono sì.....

    http://www.incipitmania.com/incipit-per-titolo/v/la-vampa-dagosto-andra-camilleri

    ha scritto il 

  • 3

    Io amo i libri della serie di Montalbano ma questo mi ha fatta un po' arrabbiare.
    L'ho letto tutto d'un fiato, mi scervellavo su chi poteva essere l'assassino e poi il finale mi ha completamente delus ...continua

    Io amo i libri della serie di Montalbano ma questo mi ha fatta un po' arrabbiare.
    L'ho letto tutto d'un fiato, mi scervellavo su chi poteva essere l'assassino e poi il finale mi ha completamente delusa. Per il resto è sempre piacevole leggere cosa pensa e cosa mangia il buon Montalbano.

    ha scritto il 

  • 4

    Primo libro della seria con Montalbano che mi ha scioccato, ma in fondo mi ha lasciato contenta così come contenta sarebbe Adelina.
    Al centro dell'indagine del commissario stavolta c'è un delitto di s ...continua

    Primo libro della seria con Montalbano che mi ha scioccato, ma in fondo mi ha lasciato contenta così come contenta sarebbe Adelina.
    Al centro dell'indagine del commissario stavolta c'è un delitto di sei anni prima, una giovane ragazza ritrovata morta all'interno di un piano abusivo di un villino. Il villino ha una storia luttuosa e triste, che lo rendono anche inabitabile.Il commissario risente, in questo romanzo più che negli altri, della mancanza di Livia, che diventa davvero odiosa e insopportabile. Trovo il suo personaggio superficiale e fastidioso, avvolte anche stupido e capriccioso. Direi che la storia è affascinante, è sa ben trattare le tematiche dell'abusivismo costruttivo,della giustizia corrotta, quale quella italiana, e del favoritismo il tutto alleggerito dalla leggerezza con cui Camilleri sa trattare temi così scottanti.In alcuni punti ho riso con il sempre mitico Catarella e per l'abile presa per i fondelli che Montalbano rifila "al signori e questori".

    ha scritto il 

Ordina per