Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

La vedova scalza

By Salvatore Niffoi

(171)

| Paperback

Like La vedova scalza ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

190 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 3 people find this helpful

    "... il po' di bene che ti da la vita si paga con dolore, tanto dolore."

    La lettura di questo libro è inizialmente costituita dall'addentarsi in una foresta intricata, buia, dove i rovi spinosi del dialetto si impigliano negli abiti, lacerano la pelle. L'unica possibilità che si ha è proseguire a testa bassa, senza vedere ...(continue)

    La lettura di questo libro è inizialmente costituita dall'addentarsi in una foresta intricata, buia, dove i rovi spinosi del dialetto si impigliano negli abiti, lacerano la pelle. L'unica possibilità che si ha è proseguire a testa bassa, senza vedere nulla in quell'oscurità. Poi, quando si sta per desistere, ecco che all'improvviso la visuale si apre, si inzia a scivolare lungo un pendio scosceso, fatto di terra arida, sole che brucia. Si entra in contatto con personaggi scolpiti nella roccia ed è l'unico modo che hanno per sopravvivere in un ambiente così ostile, dove solo la violenza, minacciata o attuata, consente di avere un minimo spazio vitale. In un clima invelenito da persone ignoranti, conformiste, invidiose. Un clima mitigato solo da brevi ed intensi lampi di poesia. Si incontrano persone che spesso abusano della divisa, nella quale si rinchiudono come mulloschi nelle loro conchiglie, per commettere soprusi di ogni genere. Dal podestà al sacerdote. Scritto stupendamente (quando si arriva alla lingua semi-italiana), con una forza ed una crudezza di efficacia pressoché assoluta.

    Is this helpful?

    Winston Smith said on Sep 8, 2014 | 2 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    La Vedova scalza di Salvatore Niffoi
    Premesso che amo gli scrittori sardi perché ritrovo nelle loro pagine una “densità” ed un’intensità rare nel nostro panorama letterario attuale
    Detto questo però ho fatto fatica ad entrare nell’opera per le numer ...(continue)

    La Vedova scalza di Salvatore Niffoi
    Premesso che amo gli scrittori sardi perché ritrovo nelle loro pagine una “densità” ed un’intensità rare nel nostro panorama letterario attuale
    Detto questo però ho fatto fatica ad entrare nell’opera per le numerose frasi in dialetto sardo (non tradotte…) che ci sono nel romanzo. Questo secondo me, rende l’opera di difficile fruizione.
    Però laddove si riesce ad entrare nei dialoghi e quindi nella storia, è possibile ritrovare tutta la durezza, la visceralità, le asperità ed il dolore della Barbagia e della sua gente.
    E soprattutto quella straordinaria, unica simbiosi, che non smette mai di colpirmi, tra l’uomo e l’ambiente che lo circonda (sole, vento, mare, vegetazione…) che li lega indissolubilmente nella vita e nella morte gli uomini di questa terra e che solo in questi romanzi si trova
    Consigliato (tenendo presente l’avvertenza di cui sopra!)

    Is this helpful?

    Emanuela said on Sep 6, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    E' il primo libro di questo autore che non conoscevo e sono rimasta colpita dalla capacità di descrivere la natura della Sardegna, il modo chiuso e orgoglioso di vivere le proprie storie. Lo scrittore e'capace di trasmettere con una scrittura un pò d ...(continue)

    E' il primo libro di questo autore che non conoscevo e sono rimasta colpita dalla capacità di descrivere la natura della Sardegna, il modo chiuso e orgoglioso di vivere le proprie storie. Lo scrittore e'capace di trasmettere con una scrittura un pò dialettale ,ma ricercata negli aggettivi, il vivere in questa dura terra.
    Non sono convinta, invece degli altri romanzi; forse per me non era più una novità.

    Is this helpful?

    Mariluca05 said on Sep 1, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    doloroso, crudo, a tratti violento, ma anche profondamente poetico, un libro che si legge d'un fiato nonostante l'uso del dialetto sardo che al primo impatto disorienta. meraviglioso.

    Is this helpful?

    Deb Lola Di Bitonto said on Aug 30, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Necessario capire il dialetto sardo!

    La trama è accattivante e fin dalle prime righe sappiamo che la protagonista, Mintonia, ha perso tragicamente il marito ucciso e fatto a pezzi.
    Il "problema" è il dialetto sardo molto presente, che mi ha costretta a saltare alcuni dialoghi che non ri ...(continue)

    La trama è accattivante e fin dalle prime righe sappiamo che la protagonista, Mintonia, ha perso tragicamente il marito ucciso e fatto a pezzi.
    Il "problema" è il dialetto sardo molto presente, che mi ha costretta a saltare alcuni dialoghi che non riuscivo a decifrare.
    Le prime 60 pagine sono state difficili, ma dopo la lettura scorre maggiormente, anche se si tratta sicuramente di un libro tosto, impegnativo.
    Tre stelline, di più non mi sento di dare per colpa del dialetto.

    Is this helpful?

    Moniquebbbaaa said on Aug 20, 2014 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (171)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
    • 1 star
  • Paperback 182 Pages
  • ISBN-10: A000023913
  • Publisher: Mondolibri
  • Publish date: 2006-10-01
  • Also available as: Hardcover
  • In other languages: other languages Libros en Español
Improve_data of this book

Collection with this book

Margin notes of this book