Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La vendetta del diavolo

Di

Editore: Sperling & Kupfer (Pandora)

3.9
(239)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 384 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Chi semplificata , Polacco , Tedesco , Ceco , Portoghese

Isbn-10: 8820051478 | Isbn-13: 9788820051471 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Andrea Carlo Cappi

Genere: Fiction & Literature , Horror , Science Fiction & Fantasy

Ti piace La vendetta del diavolo?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Dopo una notte di alcol ed eccessi, Ignatius Perrish si risveglia con un mal di testa infernale e... un paio di corna sulla fronte. Un'allucinazione, o forse no. Dopo la morte della sua fidanzata - violentata e assassinata in circostanze mai chiarite - Ig vive in un solitario purgatorio personale: pur essendo innocente, agli occhi della gente è lui l'unico vero colpevole. Tutti, ormai, sembrano averlo abbandonato. Tutti tranne uno: il suo demone interiore. Posseduto da un nuovo potere e con nuove, spaventose sembianze, per Ig è finalmente arrivato il momento della vendetta. Che si rivelerà la più atroce mai concepita.
Ordina per
  • 4

    Es un libro que parte de una idea muy original e innovadora. Sin embargo, a mi juicio, la manera de desarrollar la historia no ha sido del todo buena. Pienso que se le podría haber sacada más jugo, sin tener que repetir varias veces la misma escena.


    La forma de narrar es excelente, ya que ...continua

    Es un libro que parte de una idea muy original e innovadora. Sin embargo, a mi juicio, la manera de desarrollar la historia no ha sido del todo buena. Pienso que se le podría haber sacada más jugo, sin tener que repetir varias veces la misma escena.

    La forma de narrar es excelente, ya que el autor sabe muy bien combinar escenas de tensión, con otras más relajadas o incluso sarcásticas. Sin embargo en algunos momentos, las historias secundarias se alargan demasiado y hace que pierdas el interés.

    Aunque lo vuelves a recuperar rápidamente en cuanto regresa la historia principal.

    Me gustó mucho más que El traje del muerto, y la recomiendo a todo el mundo que quiera pasar un buen rato.

    ha scritto il 

  • 4

    belli i toni surreali, equilibrati quando il rischio grottesco è alle porte. I capitoli in flash back mi hanno ricordato un po' Coe, buona scrittura e verve interessante.
    Nel complesso il gioco a incastri della storia è ancora acerbo ma assolutamente godibile.

    ha scritto il 

  • 4

    Joe hill è il figlio di stephen king. Che ha scritto sotto pseudonimo. Una pressione immane. Eppure, se non ci mettiamo a fare schiaccianti paragoni. Joe hill e bravo. Sa costruire il suo romanzo: innanzitutto lo cominci e non lo molli più, il che non è un pregio da poco. L'idea è originale e sop ...continua

    Joe hill è il figlio di stephen king. Che ha scritto sotto pseudonimo. Una pressione immane. Eppure, se non ci mettiamo a fare schiaccianti paragoni. Joe hill e bravo. Sa costruire il suo romanzo: innanzitutto lo cominci e non lo molli più, il che non è un pregio da poco. L'idea è originale e sopratutto il romanzo si sviluppa in modo inaspettato, molto più profondo di quanto si possa pensare,e , alla fine, decisamente commovente. Consigliato.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    Terzo libro del figlio di Stephen King il cui protagonista è Ignatius, detto Ig o Iggy, un ventiseienne accusato dell’omicidio della fidanzata storica Merrin. Ig è un giovane ormai distrutto, ritenuto da chiunque, anche dai genitori, colpevole dell’omicidio e per questo scansato da tutti. Ma un g ...continua

    Terzo libro del figlio di Stephen King il cui protagonista è Ignatius, detto Ig o Iggy, un ventiseienne accusato dell’omicidio della fidanzata storica Merrin. Ig è un giovane ormai distrutto, ritenuto da chiunque, anche dai genitori, colpevole dell’omicidio e per questo scansato da tutti. Ma un giorno Iggy si risveglia con una gran novità: un bel paio di corna da satanasso. Oltre l’ovvio aspetto diabolico, acquisisce anche dei poteri: può far ammettere alle persone tutte le atrocità che vorrebbero compiere, e può piegare le altrui volontà. Ma se grazie a queste nuove appendici si ritrovasse a scoprire anche l’assassino di Merrin?
    La vendetta del diavolo (Horns il titolo originale) è un libro scorrevole e meritevole, anche se non all’altezza di La scatola a forma di cuore (edito sempre da Sperling & Kupfer). Oltre a godere di un’ottima caratterizzazione dei personaggi, ha anche quello che a molti libri manca: un antagonista eccezionale. Lee Torneau, l’amico di Ig e Merrin, che da adolescente si è redento in seguito ad un incidente e che lavora nel settore religioso di un noto congressista, è subdolo, spietato, ma con l’accortezza di non farsi scoprire: è infatti il devoto per eccellenza, che si prodiga in preghiere per i bisognosi, ma che trama all’ombra per le elezioni in arrivo. Il protagonista, Ignatius, bambino da sempre considerato strano e destinato per i più alla carriera di estraniato ed assassino, è un uomo alquanto complesso, diviso tra l’amore ed il dolore per Merrin e la profonda arrabbiatura dovuta alla separazione con questa. È anche un uomo che nella sua diabolicità e nella forma di satanasso rimarrà sempre umano, legato al pensiero della sua amata brutalmente uccisa. E Merrin è un personaggio che a prima impressione si fa odiare, ma che rivelerà delle profondità di emozioni e svelerà così tanti perché ai suoi comportamenti che sarà impossibile non amarla.

    Per gli amanti di Stephen King, vi è anche un rimando ad un suo romanzo: quando leggerete dello zio che ha un deposito di rottami di auto alla periferia di Derry, chi vi verrà in mente?

    ha scritto il 

  • 4

    Una storia stravagante, a tratti assurda e mancante di nessi logici, al servizio, però, di un autore che sa raccontarla con grande maestria.
    Per chi non ha mai letto Joe Hill, consiglio piuttosto "La scatola a forma di cuore".
    Ma per chi l'ha già letto e sente la mancanza delle sue do ...continua

    Una storia stravagante, a tratti assurda e mancante di nessi logici, al servizio, però, di un autore che sa raccontarla con grande maestria.
    Per chi non ha mai letto Joe Hill, consiglio piuttosto "La scatola a forma di cuore".
    Ma per chi l'ha già letto e sente la mancanza delle sue doti da affabulatore (ereditarie?) per le quali il lettore è pronto a sospendere ogni giudizio razionale e a perdonare mancanze, corna o non corna, in questo romanzo ci sono tutte.

    ha scritto il 

Ordina per