Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La ventisettesima città

Di

Editore: Einaudi

3.1
(242)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 605 | Formato: Tascabile economico | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Tedesco , Spagnolo , Francese , Olandese

Isbn-10: 8806174401 | Isbn-13: 9788806174408 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Paperback , Copertina rigida , eBook

Genere: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Ti piace La ventisettesima città?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
St. Louis, nel Missouri, è una città paralizzata dall'immobilismo e dall'apatia e l'unico avvenimento che un giorno riesce a scuoterla dal torpore è l'arrivo del nuovo capo della polizia, S. Jammu, indiana di Bombay. Jammu è giovane, ha un grande carisma, e, non appena si insedia, comincia a rendersi conto che a St. Louis i cittadini più in vista sono coinvolti in un intrigo politico-economico di dimensioni gigantesche. Così decide di mettere loro alle calcagna degli uomini fidati per frugare fin negli angoli più reconditi della loro esistenza. Senza sapere che questa la costringerà a frugare anche nella propria.
Ordina per
  • 2

    vale la metà di forte movimento e un quarto di libertà...per tutto il libro Franzen si compiace della complessità del piano messo in atto dai protagonisti e ce lo fa pesare ad ogni singola pagina.
    una quantità di dettagli inutili alla narrazione appesantiscono ulteriormente la lettura.
    ...continua

    vale la metà di forte movimento e un quarto di libertà...per tutto il libro Franzen si compiace della complessità del piano messo in atto dai protagonisti e ce lo fa pesare ad ogni singola pagina.
    una quantità di dettagli inutili alla narrazione appesantiscono ulteriormente la lettura.
    più che deludente, è francamente palloso.

    ha scritto il 

  • 1

    Molto al di sotto delle aspettative

    Se non fosse che abbandonare un libro mi arreca un fastidio quasi fisico, avrei lasciato perdere questo romanzo molto presto. Se non fosse che avevo letto Le Correzioni e che lo avevo molto apprezzato, avrei lasciato perdere questo romanzo molto presto. Se non fosse che una trama inconcepible e d ...continua

    Se non fosse che abbandonare un libro mi arreca un fastidio quasi fisico, avrei lasciato perdere questo romanzo molto presto. Se non fosse che avevo letto Le Correzioni e che lo avevo molto apprezzato, avrei lasciato perdere questo romanzo molto presto. Se non fosse che una trama inconcepible e dei personaggi assurdi a volte portano a dei capolavori, avrei lasciato perdere questo romanzo molto presto. Beh, a ripensarci, avrei proprio dovuto seguire l'istinto.
    Se avessi letto questo per primo, dubito che avrei mai aperto Le Correzioni. Per fortuna, l'ordine invece, è risultato invertito.

    ha scritto il 

  • 5

    An incredible debut novel, a wonderfully Pynchonian work, and the demonstration that Franzen can be awesome even with something different from a Midwestern family saga.
    Video-review: http://www.youtube.com/watch?v=68qnEsK3mpQ

    ha scritto il 

  • 2

    Ho adorato Franzen per "Libertà" e - soprattutto - per "Le Correzioni", ma i suoi vecchi romanzi non riesco proprio a portarli avanti. Ci ho provato con tutto me stesso ma neanche tre ore di volo in compagnia di questo libro sono servite a qualcosa. Ogni tanto si intravede la sua genialità, la sc ...continua

    Ho adorato Franzen per "Libertà" e - soprattutto - per "Le Correzioni", ma i suoi vecchi romanzi non riesco proprio a portarli avanti. Ci ho provato con tutto me stesso ma neanche tre ore di volo in compagnia di questo libro sono servite a qualcosa. Ogni tanto si intravede la sua genialità, la scrittura è comunque ottima, ma questo libro è soporifero!

    ha scritto il 

  • 3

    Fa fatica a prendere ma cresce di intensità

    Per un buon terzo del libro ho faticato a leggerlo, trovandolo noioso e difficile da seguire, ma col tempo l'azione si è fatta più incalzante e l'ultima parte addirittura avvincente

    ha scritto il 

  • 3

    Fastidiosissimo

    Non so se riuscirò ad andare avanti a leggere un libro il cui protagonista è una persona scorretta, mafiosa, corrotta e politica. Forse somiglia troppo alla vita vera, come molti libro di Franzen o forse dovrò aspettare la fine delle elezioni per avere il distacco necessario per proseguire nella ...continua

    Non so se riuscirò ad andare avanti a leggere un libro il cui protagonista è una persona scorretta, mafiosa, corrotta e politica. Forse somiglia troppo alla vita vera, come molti libro di Franzen o forse dovrò aspettare la fine delle elezioni per avere il distacco necessario per proseguire nella lettura

    ha scritto il 

  • 3

    Il libro sugli anni 90 come fine delle ideologie

    Franzen, prima delle "Correzioni", scrive la storia della sua città preferita, St. Louis, alle prese con la decisione sulla fusione tra città e contea.
    Protagonisti sono l'onesto e borghese Martin Probst e la spregiudicata e amatissima S. Jammu, nominata capo della polizia in città.
    L ...continua

    Franzen, prima delle "Correzioni", scrive la storia della sua città preferita, St. Louis, alle prese con la decisione sulla fusione tra città e contea.
    Protagonisti sono l'onesto e borghese Martin Probst e la spregiudicata e amatissima S. Jammu, nominata capo della polizia in città.
    La trama soffre di inutili complicazioni e incomprensibili interessi finanziari/economici che la rendono noiosa.
    I colpi di scena ci sono, così come alcune parti di racconto sono effettivamente impressionanti per il loro impatto (penso ad esempio alla comparsata allo stadio e all'attentato, il tutto visto dalla testa di Martin Probst).
    La fine è piena di eventi, forse troppo tutti insieme.

    ha scritto il