La vera storia del pirata Long John Silver

Di

Editore: Iperborea (Iperborea, 75)

4.2
(1927)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 492 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Francese , Tedesco , Svedese , Spagnolo

Isbn-10: 887091075X | Isbn-13: 9788870910759 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Katia De Marco ; Prefazione: Roberto Mussapi

Disponibile anche come: Tascabile economico , Copertina rigida , eBook , CD audio

Genere: Narrativa & Letteratura , Storia , Viaggi

Ti piace La vera storia del pirata Long John Silver?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Ci viene qui restituito, in tutta la sua ambigua attrazione e vitalità, un personaggio nato già immortale, il terribile pirata con una gamba sola dell’Isola del Tesoro, che ricompare intento a scrivere le sue memorie, e insieme a lui l’universo piratesco, le tempeste, gli arrembaggi, le efferatezze dei pirati ma anche la loro sfida libertaria di ribelli contro il cinismo dei potenti. Riscopriamo così la capacità di sognare e di abbandonarci alla fantasia, grazie al trascinante racconto in cui si intrecciano sapientemente la suspense e l’avventura all’interno di un sottile gioco letterario che stimola la nostra complicità.
Ordina per
  • 4

    Mi sono avvicinata a questo autore a scatola chiusa non avendo mai letto nulla di suo prima di ora. Ne sono rimasta completamente affascinata. Il modo di scrivere che usa sa restituire perfettamente g ...continua

    Mi sono avvicinata a questo autore a scatola chiusa non avendo mai letto nulla di suo prima di ora. Ne sono rimasta completamente affascinata. Il modo di scrivere che usa sa restituire perfettamente gli ambienti e i personaggi come se ci li avessi davanti agli occhi. Ho letto questo libro tutto di un fiato perché la voglia di saperne di più era troppa. C’è il giusto mix di azione e momento di riflessione in cui il mito del pirata ci viene reso in una maniera che non è quella del pirata della nostra fantasia tutto coraggio ma anzi un essere molto umano con i suoi pregi e i suoi difetti. I personaggi incontrati fanno parte anche del romanzo L’isola del tesoro per cui consiglio per apprezzarlo al meglio di leggere prima quello e poi questo.

    una vita che non sopravviva alla propria morte, in un modo o nell'altro, sulle pagine di un libro o sulla bocca della gente, non è che una cacatura di mosca. O rugiada che evapora al sole. (cit)

    ha scritto il 

  • 4

    Il mito si fa carne e ossa

    E' esistito davvero il mitico pirata Long John Silver, è questo che il lettore penserà mentre rivivrà le sue avventure. Una vita piena e solitaria, nonostante le situazioni disperate la sua forza è ne ...continua

    E' esistito davvero il mitico pirata Long John Silver, è questo che il lettore penserà mentre rivivrà le sue avventure. Una vita piena e solitaria, nonostante le situazioni disperate la sua forza è nel desiderio di rimanere in vita.
    Una lettura avvolgente al profumo di salsedine e Rhum!

    ha scritto il 

  • 2

    Le storie dei pirati hanno fatto parte della mia vita di lettrice bambina e adulta e devo dire che il giudizio a proposito del libro di Larsson nasce dal fatto che non mi ha coinvolto.
    Long John Silve ...continua

    Le storie dei pirati hanno fatto parte della mia vita di lettrice bambina e adulta e devo dire che il giudizio a proposito del libro di Larsson nasce dal fatto che non mi ha coinvolto.
    Long John Silver speravo fosse una simpatica canaglia che mi avrebbe trasportato per il mondo fra scazzottate, bottiglie di rum, ammutinamenti e assalti ai vascelli carichi di merce. È così nelle prime pagine, poi perde la forza, mi ha annoiato e l'ho trovato prevedibile.
    Insomma l'ho letto cercando un libro di pirati, scritto per gli adulti. Ho trovato un libro di "piratini", che fanno tutte le loro cose ma senza verve e con poco umorismo.

    Inizio a pensare di non avere feeling con gli scrittori del nord Europa, pur cambiando il genere raramente sono soddisfatta (eccezion fatta per Lagerkvist).

    ha scritto il 

  • 3

    Seconda lettura intorno alla pirateria, in età adulta. Seconda lettura interessante che consiglio vivamente. Un romanzo che è pure un saggio che tesse insieme pirati e scrittori, investigando quale si ...continua

    Seconda lettura intorno alla pirateria, in età adulta. Seconda lettura interessante che consiglio vivamente. Un romanzo che è pure un saggio che tesse insieme pirati e scrittori, investigando quale sia il senso dell'essere gentiluomo di ventura e dello scrivere. E soprattutto non avrei mai pensato di incontrare tra queste pagine Defoe... intrigante, davvero.

    ha scritto il 

  • 3

    Commento all'audiolibro

    Lettura sorprendente di Vinicio Marchioni, non lo conoscevo. Ha dato una bella "voce" a tutti i personaggi. Unica pecca che mi ricordi al momento un "in tràlice" (invece che tralìce).
    Chicca finale la ...continua

    Lettura sorprendente di Vinicio Marchioni, non lo conoscevo. Ha dato una bella "voce" a tutti i personaggi. Unica pecca che mi ricordi al momento un "in tràlice" (invece che tralìce).
    Chicca finale la postfazione dell'autore letta da lui stesso in buonissimo italiano, apprezzatissima.
    Al libro do 3 stelle e mezza perché ho un'idiosincrasia per i personaggi che fanno del male e Long John Silver non mi piacque nemmeno ne L'isola del tesoro, troppo malvagio per i miei gusti. Comunque il romanzo è avvincente e ricco di storie, tutto documentatissimo, veramente ben scritto.

    ha scritto il 

  • 3

    Diciamo che ho acquistato il libro pensando che il titolo fosse una metafora o una stratagemma narrativo per parlare di altro, E invece il libro ha come protagonista indiscusso proprio il pirata long ...continua

    Diciamo che ho acquistato il libro pensando che il titolo fosse una metafora o una stratagemma narrativo per parlare di altro, E invece il libro ha come protagonista indiscusso proprio il pirata long john silver, che tutti abbiamo conosciuto nella mitica isola del tesoro. Non lo rileggerei ma il libro si legge comunque bene. La storia dei pirati in fondo si presta per rileggere una serie di eventi odierni.. E poi è stato come rigettarsi per un attimo nell'infanzia.. Jim, Flint, la macchia nera, il tesoro.. insomma tutta l'infanzia davanti a noi.

    ha scritto il 

  • 4

    In questa lettura estremamente godibile, l’Autore ci dà la possibilità di conoscere meglio la figura di Long John Silver, personaggio che compare nell’Isola del Tesoro di Stevenson e al quale Larsson ...continua

    In questa lettura estremamente godibile, l’Autore ci dà la possibilità di conoscere meglio la figura di Long John Silver, personaggio che compare nell’Isola del Tesoro di Stevenson e al quale Larsson dà maggior spessore.
    Pagina dopo pagina sembra quasi di respirare l’aria del mare, veniamo catapultati nei mari caraibici color turchese solcati dai meravigliosi velieri del XVIII sec., viviamo con i marinai le avventure di questi uomini liberi, refrattari ad ogni autorità, anche a quella del capitano che si sono eletti loro e che possono anche decidere di deporre.
    Ho affrontato questa lettura dopo aver visto ad apprezzato la serie TV Black Sails, dove compare anche il personaggio di John Silver, oltre a Flint, Calico Jack e altri, e questo mi ha dato modo di iniziare e finire questo libro di slancio.
    Un libro sicuramente consigliato a tutti gli appassionati del genere.

    ha scritto il 

  • 4

    Raccontare la vita di un personaggio di fantasia, sotto forma di diario personale, inserendola però nel reale contesto storico del settecento è ciò che mi ha incollato alla lettura di questo libro. Il ...continua

    Raccontare la vita di un personaggio di fantasia, sotto forma di diario personale, inserendola però nel reale contesto storico del settecento è ciò che mi ha incollato alla lettura di questo libro. Il dettaglio con cui viene descritta la atroce e spietata tratta degli schiavi vale da solo la lettura del libro.

    ha scritto il 

  • 5

    Un vero e proprio capolavoro

    Un libro che merita di essere letto almeno una volta nella vita.
    Björn Larsson sfrutta il personaggio "Long Jhon Silver (detto "Barbeque") " de "L'isola del tesoro" per raccontare una filosofia di vit ...continua

    Un libro che merita di essere letto almeno una volta nella vita.
    Björn Larsson sfrutta il personaggio "Long Jhon Silver (detto "Barbeque") " de "L'isola del tesoro" per raccontare una filosofia di vita.
    Il racconto all'apparenza banale biografia di un pirata immaginario, si destreggia egregiamente nel raccontare l'importanza degli accorgimenti nella vita (o, citando Silver preferire l'essere marchiati a vita, piuttosto che essere marchiati a morte) ed una filosofia di vita molto particolare, sollevando molte domande a fine lettura.
    Un libro che semplicemente si legge da solo.

    ha scritto il 

Ordina per