Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La veste color zafferano

Di

Editore: Astrolabio Ubaldini

3.9
(20)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 164 | Formato: Altri

Isbn-10: 8834004892 | Isbn-13: 9788834004890 | Data di pubblicazione: 

Genere: Fiction & Literature , Religion & Spirituality

Ti piace La veste color zafferano?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 3

    E' la storia di un ragazzino tibetano che viene mandato in una lamaseria: la lamaseria, cosa che ignoravo, è un monastero buddista, chiamandosi i monaci (che indossano le vesti color zafferano) "Lama".
    Ora: il buddismo, la meditazione, i viaggi astrali, sono argomenti che mi incuriosiscono. Se co ...continua

    E' la storia di un ragazzino tibetano che viene mandato in una lamaseria: la lamaseria, cosa che ignoravo, è un monastero buddista, chiamandosi i monaci (che indossano le vesti color zafferano) "Lama". Ora: il buddismo, la meditazione, i viaggi astrali, sono argomenti che mi incuriosiscono. Se così non fosse, questo libro non fa per voi. Questo romanzo è una via di mezzo fra un'opera narrativa, con la vicenda del ragazzo (che sarebbe l'autore, Lobsang), e un saggio sul buddismo. Per quanto riguarda la prima parte, la vicenda del ragazzo, è insufficiente: non si viene a sapere poi molto, sappiamo che si è fatto male alle gambe ma non si capisce bene come e quando: se il romanzo fosse tutto qui, sarebbe un personaggio di poco spessore. La seconda parte, sul buddismo, è un'infarinatura interessante ma assai superficiale: non viene detto nulla che non sia detto in qualsiasi chiacchiera introduttiva sul buddismo. Punti d'interesse del libro sono l'umanizzazione dell'ambiente monastico, la lezione del monaco indiano su Gautama e la parte in cui Lobsang viaggia in astrale. Peccato che non sia approfondita un po' di più. Cercando informazioni su questo Lobsang è venuto fuori che non è tibetano ma è un inglese che asserisce che lo spirito di un lama tibetano si è impadronito del suo corpo per scrivere libri. Mah, non mi sembra granchè buddista come concetto. http://brutto-carattere.blogspot.com/2012/01/la-veste-color-zafferano_07.html

    ha scritto il