Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La vita, l'universo e tutto quanto

Di

Editore: Mondadori

4.0
(3591)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 238 | Formato: eBook | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Portoghese , Tedesco , Francese , Olandese , Chi tradizionale , Chi semplificata , Greco , Polacco , Sloveno , Ungherese , Ceco , Svedese

Isbn-10: 8852022589 | Isbn-13: 9788852022586 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Laura Serra

Disponibile anche come: Paperback

Genere: Fiction & Literature , Humor , Science Fiction & Fantasy

Ti piace La vita, l'universo e tutto quanto?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Gli abitanti meccanici del pianeta Krikkit sono stufi di guardare il cielo stellato sopra le loro teste, con tutto quell'inutile, monotono scintillio. Così decidono, semplicemente, di distruggerlo, facendo scomparire l'intero universo. Solo cinque individui possono opporsi ai loro folli piani: il terrestre Arthur Dent, viaggiatore dello spazio e del tempo, con il suo inseparabile amico alieno Ford Prefect, che, giusto per provare una nuova esperienza, decide di andare fuori di testa; insieme a loro l'indomabile Slartibartfast, vicepresidente della campagna per il Tempo Reale che viaggia su un'astronave alimentata dal comportamento irrazionale; il mostruoso Zaphod Beeblebrox, dotato di due teste e tre braccia, e la sensualissima Trillian. Per la strana brigata inizia così un'altra pazzesca avventura...
Ordina per
  • 4

    Un divertissement

    Nel terzo libro della serie della "Guida Galattica" l'universo rischia grosso. Un'antica popolazione di un pianeta alienato dall'universo minaccia di distruggere tutto ciò che esiste.
    Quando una tale ...continua

    Nel terzo libro della serie della "Guida Galattica" l'universo rischia grosso. Un'antica popolazione di un pianeta alienato dall'universo minaccia di distruggere tutto ciò che esiste.
    Quando una tale avventura chiama, Arthur Dent e Ford Prefect si trovano loro malgrado al centro della scena insieme a Zaphod, Trillian, il robot Marvin e Slartibartfast che si impegna a preservare l'ordine temporale. L'universo è sull'orlo di una guerra catastrofica e di un avvitamento temporale, evitare il peggio non sarà facile. Per non parlare del fatto che c'è da riflettere sulla Vita, l'Universo e Tutto Quanto fra computer che elaborano l'esistenza in maniera oggettiva ma incomprensibile e verità di un esistenza dalla creazione divina credibili ma ignorate. Il tutto fra un party lungo generazioni e una partita di Cricket molto pericolosa.
    Douglas Adams non si smentisce e con la sua solita verve e fantasia racconta le incongruenze del nostro mondo che ci fanno sorridere tanto quanto potrebbero farci soffrire; la sua sconfinata inventiva annienta guerra e odio esaltando la loro inconsistenza, ma è anche capace di farci sorridere con la Bistromatica, teoria dei numeri osservati nei ristoranti, e con Arthur Dent pluriomicida per "caso" che impara a volare secondo i dettami della Guida. Il libro quindi è un divertissement da non farsi scappare.

    ha scritto il 

  • 4

    Il gruppo di improbabili viaggiatori casuali della galassia si ritrova per scongiurare il più grande problema dell'universo: la fine di tutto!
    ...non so neanche io cos'altro scrivere per commentare qu ...continua

    Il gruppo di improbabili viaggiatori casuali della galassia si ritrova per scongiurare il più grande problema dell'universo: la fine di tutto!
    ...non so neanche io cos'altro scrivere per commentare questo libro: bello come gli altri ma diverso, allucinante come gli altri ma diverso e geniale come gli altri...ma diverso!

    Insomma: leggetelo e fate prima

    ha scritto il 

  • 2

    Sono molto normale ma mi sono successe molte cose strane (Arthur)

    ...Ehm... a un certo punto ho perso il filo del discorso. Non ci ho capito praticamente niente. L'ho trovato caotico e poco chiaro. Ci ...continua

    Sono molto normale ma mi sono successe molte cose strane (Arthur)

    ...Ehm... a un certo punto ho perso il filo del discorso. Non ci ho capito praticamente niente. L'ho trovato caotico e poco chiaro. Ci sono stati parecchi momenti in cui sono fermata e ho pensato di aver sbagliato libro o di avere tra le mani un'edizione contraffatta.

    ha scritto il 

  • 4

    E' sempre tutto strampalato e geniale.
    Però, rispetto ai romanzi precedenti, ho trovato più difficoltà nel seguire la trama in modo uniforme e concentrato.
    Comunque grande Douglas.
    Sempre. ...continua

    E' sempre tutto strampalato e geniale.
    Però, rispetto ai romanzi precedenti, ho trovato più difficoltà nel seguire la trama in modo uniforme e concentrato.
    Comunque grande Douglas.
    Sempre.

    ha scritto il 

  • 3

    Insomma..

    Terzo capitolo della saga. Non mi è piaciuto come i primi due e spero si riprenda nel prossimo libro. Certo, la scrittura è sempre molto scurrile. Fa ridere. Ma mi aspettavo di più.

    ha scritto il 

  • 3

    Divertente come al solito. Raramente mi capita di ridere per davvero leggendo un libro, ma la saga di Guida Galattica per Gli Autostoppisti ci riesce egregiamente. Alcuni capitoli sono meravigliosi. S ...continua

    Divertente come al solito. Raramente mi capita di ridere per davvero leggendo un libro, ma la saga di Guida Galattica per Gli Autostoppisti ci riesce egregiamente. Alcuni capitoli sono meravigliosi. Se devo essere sincero, però, ho trovato questo terzo volume meno "a fuoco" rispetto agli altri. Alcune pagine non sono utili alla trama né a dipingere quell'universo così pazzo eppure così vivo che è possibile ammirare nei primi due libri.

    ha scritto il 

  • 4

    Ripensando ai primi due libri, questo l'ho trovato più lento e ridondante. L'abilità narrativa di Adams non cambia ma forse è la costruzione della trama a risultare più debole. Ciò non toglie le 4 ste ...continua

    Ripensando ai primi due libri, questo l'ho trovato più lento e ridondante. L'abilità narrativa di Adams non cambia ma forse è la costruzione della trama a risultare più debole. Ciò non toglie le 4 stelle comunque.
    Piccola nota sulla lettura: se siete ansiosi di conoscere il perché di tutto, probabilmente vi sarete già fermati al secondo libro o al primo. Ma mai come stavolta, il bello sta nel viaggio.

    ha scritto il 

  • 4

    All'altezza del primo libro della "saga". Divertente, surreale e molto British. La buona notizia è che Marvin (l'Androide Paranoide) non è morto, come temevo, nel secondo romanzo.

    Considerazioni sulla ...continua

    All'altezza del primo libro della "saga". Divertente, surreale e molto British. La buona notizia è che Marvin (l'Androide Paranoide) non è morto, come temevo, nel secondo romanzo.

    Considerazioni sulla lettura di e-book http://thequeenofmira.blogspot.it/2014/10/bozza-e-book-vs-cartaceo.html

    ha scritto il 

  • 0

    Adams resta Adams. Anche qui, come nei primi due tomi, le idee geniali si susseguono, si aggrovigliano, si abbracciano - e allo stesso tempo abbracciano il lettore. Dal paradossale alieno la cui missi ...continua

    Adams resta Adams. Anche qui, come nei primi due tomi, le idee geniali si susseguono, si aggrovigliano, si abbracciano - e allo stesso tempo abbracciano il lettore. Dal paradossale alieno la cui missione di vita è insultare tutti gli abitanti dell'universo all'essere re-incarnato che continua a vivere la stessa morte vita dopo vita, questo libro contiene tutto ciò di cui una persona può aver bisogno per ridere: ma Adams va al di là. Adams propone quella risata che fa pensare.

    ha scritto il 

  • 3

    le mie capacità mentali sono illimitate come illimitato è il Cosmo. solo la mia capacità di essere felice ha confini precisi.

    « è sbagliato pensare di risolvere grossi problemi con il solo ausilio delle patate fritte. »

    ha scritto il 

Ordina per