Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La vita ai tempi del comunismo

Interviste, vent'anni dopo

Di

Editore: Bruno Mondadori

3.6
(25)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 264 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8861593380 | Isbn-13: 9788861593381 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Alessandro Storti

Genere: History , Political

Ti piace La vita ai tempi del comunismo?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Dagli eroi del lavoro agli agenti segreti, dalle spogliarelliste agli indifferenti, dai prigionieri politici ai membri del partito. Nomi, cognomi, storie: questa inchiesta dà voce, vent’anni dopo la caduta del Muro, a decine di persone (quasi tutte sconosciute, poche ben note) che hanno vissuto nella Germania dell’Est, in Cecoslovacchia e in Romania, e raccoglie i loro racconti. Ne risulta un mosaico variegato e coloratissimo, dove esperienze quotidiane di gente comune acquistano particolarità e risalto perché proiettate sullo sfondo di un mondo già lontano, che queste testimonianze aiutano a leggere nei suoi risvolti più umani, inattesi e vitali.
Ordina per
  • 2

    L'argomento sicuramente interessante, secondo me, è stato trattato con materiale trito e ritrito, come si trattasse di una rivista di uso casalingo. MI aspettavo un maggior approfondimento invece trattasi di noioso riassunto di cose risapute

    ha scritto il 

  • 4

    Una raccolta di interviste realizzate per la BBC su bene o male tutti gli aspetti della vita quotidiana durante il comunismo. Dalla cultura alla sicurezza di stato, dalla tutela dell'ideologia allo sport e al controllo della vita sessuale. Ne fuoriesce un ritratto completo e ampio del regime che ...continua

    Una raccolta di interviste realizzate per la BBC su bene o male tutti gli aspetti della vita quotidiana durante il comunismo. Dalla cultura alla sicurezza di stato, dalla tutela dell'ideologia allo sport e al controllo della vita sessuale. Ne fuoriesce un ritratto completo e ampio del regime che contrasta a volte con l'idea che ci portiamo dentro ampliandone la prospettiva ad una dimensione più sfaccettata e particolare.

    ha scritto il 

  • 1

    Avevo acquistato questo volume, non particolarmente economico, spinto dal titolo, essendo interessando a conoscere aspetti della vita quotidiana sotto i regimi del socialismo reale.
    Mi sono trovato a leggere il solito testo con le testimonianze di chi, con quei regimi, peraltro solo quelli di DDR ...continua

    Avevo acquistato questo volume, non particolarmente economico, spinto dal titolo, essendo interessando a conoscere aspetti della vita quotidiana sotto i regimi del socialismo reale. Mi sono trovato a leggere il solito testo con le testimonianze di chi, con quei regimi, peraltro solo quelli di DDR (soprattutto), Repubblica Ceca e Romania, ha avuto problemi. Il solito testo, insomma, più o meno anticomunista. Non inganni, al riguardo, la circostanza che vi sono (poche) dichiarazioni raccolte da chi, tutt'oggi, mantiene un giudizio positivo e si dichiara nostalgico di quei tempi: l'autore è bravo a mettere in buona o cattiva luce rispettivamente i dissidenti e i nostalgici, mediante commenti posti ad arte tra le parole degli intervistati. Un libro, tutto sommato, noioso, latentemente partigiano, poco interessante. Deludente e sconsigliato.

    ha scritto il 

  • 2

    questo libro mi ha molto deluso. Mi aspettavo di entrare nella vita di ognigiorno dei paesi dell'est e mi ritrovo il solito libro su stasi e varie porcherie d'oltrecortina. Io sinceramente di questi libri ne ho piene le scatoline... dicono tutti le stesse cose e nessuno di questi entra veramente ...continua

    questo libro mi ha molto deluso. Mi aspettavo di entrare nella vita di ognigiorno dei paesi dell'est e mi ritrovo il solito libro su stasi e varie porcherie d'oltrecortina. Io sinceramente di questi libri ne ho piene le scatoline... dicono tutti le stesse cose e nessuno di questi entra veramente nell'alltag dei paesi comunisti

    ha scritto il 

  • 4

    Un gran bel libro per avere uno squarcio della vita nei paesi comunisti al tempo del comunismo. Niente critica o esaltazione (se non in alcuni rari passaggi) ma la semplice narrazione, attraverso le parole di semplici cittadini dell'epoca, di uno stile di vita, di una società, di un apparato che ...continua

    Un gran bel libro per avere uno squarcio della vita nei paesi comunisti al tempo del comunismo. Niente critica o esaltazione (se non in alcuni rari passaggi) ma la semplice narrazione, attraverso le parole di semplici cittadini dell'epoca, di uno stile di vita, di una società, di un apparato che oggi, fortunatamente, non c'è più. Dall'analisi della vita sessuale ai tempi della DDR alle follie di Ceausescu, dalle incarcerazioni per aver tentato la fuga alla vita come cuoco per Honecker ecc. Da non perdere per chi si interessa di questi temi e da leggere per chi invece vuole solo leggere qualcosa al riguardo.

    ha scritto il 

  • 5

    Si legge questo libro e ci si chiede due cose:

    1. come può l'Europa essere cambiata così tanto in così poco tempo?

    2. perché l'Italia è uno dei pochi paesi in cui ancora non sono state trasmesse le interviste della BBC da cui è scaturito questo libro?

    ha scritto il 

  • 4

    Bel libro, molto interessante! Scritto in modo asciutto ed essenziale. Nessuna concessione dell'autore a retorica o facili commenti politici. Solo il capitolo relativo la caduta della dittatura romena mi ha un po' deluso: l'ho trovato vago e poco credibile. Lo consiglio vivamente a chi voglia sap ...continua

    Bel libro, molto interessante! Scritto in modo asciutto ed essenziale. Nessuna concessione dell'autore a retorica o facili commenti politici. Solo il capitolo relativo la caduta della dittatura romena mi ha un po' deluso: l'ho trovato vago e poco credibile. Lo consiglio vivamente a chi voglia saperne di piu' su un grande momento storico europeo.

    ha scritto il 

  • 4

    Le vite degli altri

    Attraverso interviste a persone più o meno note che hanno vissuto in Romania, DDR e Cecoslovacchia durante il comunismo, raggruppate in capitoli tematici ("Gente di partito", "Eroi del lavoro", "Polizia segreta", ecc) il libro racconta la quotidianità talvolta drammatica di quei Paesi. Molto inte ...continua

    Attraverso interviste a persone più o meno note che hanno vissuto in Romania, DDR e Cecoslovacchia durante il comunismo, raggruppate in capitoli tematici ("Gente di partito", "Eroi del lavoro", "Polizia segreta", ecc) il libro racconta la quotidianità talvolta drammatica di quei Paesi. Molto interessante anche se un po' frammentario.

    ha scritto il 

  • 4

    Interessante rassegna di storie, raccolte con un approccio preciso al contesto sociale e in una cerchia ristretta di paesi ex-comunisti. Appassiona e incuriosce, forse lascia un po' con la voglia di capire meglio. Alcuni ritratti sembrano forse un po' troppo astratti dal contesto, nonostante l'id ...continua

    Interessante rassegna di storie, raccolte con un approccio preciso al contesto sociale e in una cerchia ristretta di paesi ex-comunisti. Appassiona e incuriosce, forse lascia un po' con la voglia di capire meglio. Alcuni ritratti sembrano forse un po' troppo astratti dal contesto, nonostante l'idea di mantenere sempre una unita' di intenti, almeno nel descrivere le peculiarita' dei singoli paesi. Durante la lettura avrei preferito che la scelta non si concentrasse troppo su personaggi "particolari", perche' questo porta troppo a trascurare aspetti della gente comune, aspetti che compaiono ma passano in secondo piano. Certo, la storia la fanno i potenti, e questo libro traccia un ritratto efficace, soprattutto come spunti, di un mondo che si allontana dal presente storico senza per questo perdere la sua importanza. Talvolta infastidisce l'approccio di superiorita' occidentale, che tende a sottolineare tutta una serie di disastri sociali che appartengono alla societa' intera e che qui sembrano semplicemente "nati" con l'instaurazione dei regimi pseudocomunisti. E' bene aprire gli occhi sulla barbarie di quegli anni, nei paesi che l'hanno vissuta ma senza dimenticare la barbarie della vita di ieri e di oggi, la vita ai tempi del capitalismo.

    ha scritto il