Juan María Brausen ha la moglie malata e sta per essere licenziato. La vita reale gli sembra orribile. Inizia a ideare un racconto ambientato nella città immaginaria di Santa María e a poco a poco si identifica con il protagonista. Ma mescolare ...Continua
Ha scritto il 08/05/17
Ultraonnipotenza d'autore
Nella lista aurea dei capolavori della letteratura sudamericana del Novecento figura questo romanzo del 1950, ispirato, nello stile, a Faulkner e, nei rimandi speculari tra realtà e finzione, a Borges (scrittore peraltro, secondo Vargas Llosa, che ...Continua
  • 2 mi piace
  • 2 commenti
Ha scritto il 10/10/16
“Possiamo parlare? Sì, naturalmente: possiamo parlare. La fiducia e la comprensione, eccetera. Ma se possiamo parlare, non m’interessa più. Se io posso dire ogni cosa, ogni cosa non ha altra meta che la tua intelligenza. Se io parlo e tu ...Continua
  • 7 mi piace
  • 1 commento
Ha scritto il 08/06/16
E' il primo Onetti che leggo, sono rimasto sbalordito dalla sintesi di lirismo e asciuttezza, dalla visionarietà concreta di certi passaggi al limite del virtuosismo ma sempre funzionali a scavare nuovi livelli di decifrazione delle emozioni. Quasi ...Continua
Ha scritto il 13/05/16
Una porta tra vita immaginaria e reale
Devo ammetterlo. La mia lettura di Onetti è stata quanto mai disordinata e, pur tuttavia, mi vado sempre più convincendo che questa maniera un po’ confusionaria – soprattutto, non cronologica – di accostarsi al grande scrittore uruguayano ...Continua
  • 4 mi piace
Ha scritto il 04/05/16
è un romanzo estremamente impegnativo, ma se riuscite a lasciarvi alle spalle la necessità di comprendere ogni singolo passaggio di una scrittura labirintica, riuscirete senz'altro a farvi incantare dalla prosa di Onetti, un equilibrista ...Continua

Ha scritto il Jun 28, 2015, 06:34
La sua sinistra sotto il mio capo e la sua destra mi abbracci
Ha scritto il Jun 28, 2015, 06:34
Quello che non posso sopportare è la paura, - disse senza guardarmi. - Nemmeno l'idea che avrò paura. Non mi lascia né pensare né ricordare, come se non fossi nessuno
Ha scritto il Jun 28, 2015, 06:33
- Io, tu, lui, - confermai. - Chi è Brausen? L'uomo che ha sposato Gertrudis; e tutto ciò che hanno conosciuto di me doveva inquadrare, era necessario adattarlo finché inquadrasse, con l'idea basilare, con la definizione anteriore.
Ha scritto il Jun 28, 2015, 06:33
Ma non so quasi mai che ci sono; come se io avessi vissuto due vite e mi potessi ricordare soltanto così, capisci?
Ha scritto il Jun 28, 2015, 06:33
Io bacerò i piedi di colui che capirà che l'eternità è adesso, che egli stesso è l'unico fine; che accetterà e s'impegnerà ad essere se stesso, senza spiegazioni, in ogni momento e contro tutto ciò che si dovesse opporre, trascinato ...Continua

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi