Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La vita finanziaria dei poeti

Di

Editore: Guanda (I Narratori della Fenice)

3.7
(88)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 305 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8860881048 | Isbn-13: 9788860881045 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Elisa Banfi

Disponibile anche come: Altri

Genere: Fiction & Literature

Ti piace La vita finanziaria dei poeti?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Aprire poetfolio.com, un sito di consigli finanziari in versi, era parsa un'idea davvero brillante a Matt, giornalista economico che per lanciarsi in questa nuova avventura non ha esitato a lasciare il posto di redattore in un giornale. Ma il sito non è decollato, e ora Matt si trova senza lavoro e - in piena crisi economica - non ha nessuna speranza di trovare un altro impiego. Come farà a mantenere il tenore di vita a cui è abituata la sua famiglia? Come non deludere la moglie che attualmente passa le giornate su Facebook, a chattare con il suo vecchio fidanzato del liceo? Per non parlare del mutuo sulla loro bella casa, della scuola privata dei figli, della pay tv e pure del vecchio padre malato di demenza senile che si è trasferito a vivere con loro dopo essersi fatto derubare di tutto da una scaltra spogliarellista. Investire in marijuana i 9000 dollari con cui il consulente finanziario gli ha liquidato tutti i suoi fondi e mettersi a spacciare potrebbe essere una buona soluzione. Peccato che niente vada per il verso giusto, soprattutto perché Matt è - e rimane - un sognatore, un poeta, incapace di adeguarsi alle durezze della vita...
Ordina per
  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    5

    Un'altra possibilità (Allegria di naufragi?)

    E' il libro che non t'aspetti.
    Il protagonista, io narrante, a 46 anni si trova sull'orlo di un precipizio economico, e alla deriva dei sentimenti con il suo matrimonio. Raccontandosi, Matt non si dipinge certo come uno stinco di santo. Anzi, da parte sua c'è una sottile ricerca alla lenta ...continua

    E' il libro che non t'aspetti.
    Il protagonista, io narrante, a 46 anni si trova sull'orlo di un precipizio economico, e alla deriva dei sentimenti con il suo matrimonio. Raccontandosi, Matt non si dipinge certo come uno stinco di santo. Anzi, da parte sua c'è una sottile ricerca alla lenta autodistruzione sperando che gli eventi possano aggiustarsi da soli. Naturalmente non è mai così. E la legge di Murphy risulta un'altra volta attendibile dal punto di vista 'scientifico'. La storia a un certo punto sembra che stia per prendere una piega poco verosimile e allo stesso tempo prevedibile (che ci starebbe anche, visto che finisci per fare il tifo per Matt). L'autore, invece, non cade in facili meccanismi, e nella parte conclusiva del romanzo descrive il 'rinnovamento' del suo personaggio. E questo senza cadere in una facile retorica.
    (temo che adesso il libro sia uscito dai circuiti: non so quanto sia reperibile)

    ha scritto il 

  • 4

    Ok, nulla di eclatante o tale da lasciare un segno indelebile nei ricordi del lettore...tuttavia gradevole e divertente (seppure il protagonista compia scelte suicide ed alquanto improbabili). Globalmente un più che buono compagno di viaggio.

    ha scritto il 

  • 2

    Nè profondo nè leggero

    Un libro che potrebbe essere divertente se fosse solo leggero oppure profondo se volesse concentrrsi su quell'aspetto.
    Purtroppo rimane nel mezzo e non raggiunge nessuno dei due obiettivi.

    ha scritto il 

  • 3

    Ho acquistato “La vita finanziaria dei poeti” incuriosita dal titolo (in fondo speravo in un consiglio ). Fino alla metà del libro mi sembrava di leggere un libro della Kinsella, umoristico, ironico anche un po’ grottesco mentre la seconda metà diciamo che mi ha un po’ destabilizzato perché la t ...continua

    Ho acquistato “La vita finanziaria dei poeti” incuriosita dal titolo (in fondo speravo in un consiglio ). Fino alla metà del libro mi sembrava di leggere un libro della Kinsella, umoristico, ironico anche un po’ grottesco mentre la seconda metà diciamo che mi ha un po’ destabilizzato perché la trama che immaginavo non si è rivelata giusta e la scrittura è diventata più lenta arrivando però ad un finale che ha in sé pure una morale. Lettura semplice senza grandi pretese.

    ha scritto il 

  • 0

    Una commedia americana ai tempi della recessione. Il protagonista è un vero antieroe, alle prese con i problemi della crisi degli anni '10 del venutnesimo secolo. Dal nostro punto di vista è molto interessante vedere come funziona il mondo dell'indebitamento privato che qui da noi è ancora babsta ...continua

    Una commedia americana ai tempi della recessione. Il protagonista è un vero antieroe, alle prese con i problemi della crisi degli anni '10 del venutnesimo secolo. Dal nostro punto di vista è molto interessante vedere come funziona il mondo dell'indebitamento privato che qui da noi è ancora babstanza limitato. In alcuni punti davvero esilarante, con una punta di tenerezza nel finale. Piacevole.

    ha scritto il 

  • 4

    Da leggere perchè...

    divertente, originale, cinicamente maldestro...insomma tutto quello che almeno io desidero da un romanzo d'evasione...il protagonista imbranato poi rischia l'immedesimazione di ogni lettore...si,si,si...ne voglio ancora...

    ha scritto il 

  • 2

    Mi ha incuriosito il titolo. L'ho preso, per fortuna, in biblioteca. Il quadro dei personaggi è interessante, ma la narrazione, a mio modesto avviso, a un certo punto si ferma un po'. Forse mi aspettavo altro. Non so.

    ha scritto il