Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

La vita segreta delle api

By Sue Monk Kidd

(584)

| Paperback | 9788804557159

Like La vita segreta delle api ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

È la storia di Lily, una ragazzina di quattordici anni orfana di madre, che vive con il padre severo e Rosaleen, una generosa ed estroversa tata di colore. Lily vive con il rimorso di avere ucciso accidentalmente la madre dieci anni prima facendo par Continue

È la storia di Lily, una ragazzina di quattordici anni orfana di madre, che vive con il padre severo e Rosaleen, una generosa ed estroversa tata di colore. Lily vive con il rimorso di avere ucciso accidentalmente la madre dieci anni prima facendo partire un colpo di pistola durante una lite tra i genitori. Un giorno la ragazza per sfuggire ai maltrattamenti del padre scappa con Rosaleen, nei guai per rivendicazioni razziali, trovando rifugio da tre eccentriche sorelle di colore che allevano api. Lily scopre che anche sua madre tanti anni prima era stata ospite lì e che una delle tre donne era stata la sua governante. Ed è proprio questo vecchio legame che porta alla luce la verità sulla morte di sua madre.

196 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 3 people find this helpful

    Un mare di miele

    Sono passati più di quattro mesi da quando ho finito questo romanzo e ho evitato di scrivere anche solo una parola. Ogni volta che ci provavo mi dicevo che no, non era il caso, avrei rotto l'incantesimo. L'ho scoperto per caso e iniziato in maniera p ...(continue)

    Sono passati più di quattro mesi da quando ho finito questo romanzo e ho evitato di scrivere anche solo una parola. Ogni volta che ci provavo mi dicevo che no, non era il caso, avrei rotto l'incantesimo. L'ho scoperto per caso e iniziato in maniera pigra, come si iniziano quei libri d'estate sotto l'ombrellone tra un tuffo e l'altro. Mi ha rapito in maniera ancora più casuale, senza che lo volessi. Leggevo, sfogliavo pagina e un sorriso sempre più grande mi sbocciava sul viso; le api, quella terribile e magnifica land of Dixie, il dolore, la pazzia e il coraggio, tutto ha contribuito a rendere questo libro incredibilmente speciale e importante. Se mai nella mia vita c'è stato un libro terapeutico, catartico, di self-help, questo è The Secret life of Bees. Mi ha dato la scossa e la spinta a prendere decisioni importanti, a chiudere coi tentennamenti, ad avere il coraggio e il buonsenso necessari a vivere una vita più piena, senza rimanere sospesi tra vivere e non vivere. Tengo questo romanzo chiuso nel cuore e nella testa e ogni volta che riprendo a tentennare, ad aver paura di vivere, la mia memoria lo rievoca e di nuovo vengo spinto in avanti. Sono incredibili le conseguenze di una semplice, oziosa lettura estiva.

    Is this helpful?

    Godog85 said on Jan 14, 2014 | 1 feedback

  • 1 person finds this helpful

    Poetico lo è certamente: è stato bello, in pieno inverno, trascorrere qualche tempo nella assolata e afosa estate del South Carolina. Scorre bene, con la giusta dose di poesia, di ironia e di leggerezza. Commovente non direi, non fosse altro per il f ...(continue)

    Poetico lo è certamente: è stato bello, in pieno inverno, trascorrere qualche tempo nella assolata e afosa estate del South Carolina. Scorre bene, con la giusta dose di poesia, di ironia e di leggerezza. Commovente non direi, non fosse altro per il fatto che i personaggi, i dialoghi, le situazioni sono un po’ troppo stereotipate: a quanto pare gli americani faticano proprio ad allontanarsi dai loro luoghi comuni che rendono l‘intreccio decisamente prevedibile; tuttavia la storia è interessante anche nella sua semplicità. L’idea originale è di mescolare tutta la storia con alcune di nozioni di apicoltura; con queste si poteva abbondare anche un po' di più. Nel complesso, una buona lettura.

    Is this helpful?

    Malacorda said on Dec 30, 2013 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    Una piccola perla

    Se non mi fosse stato prestato non l'avrei mai notato, iniziato con diffidenza e distacco si è rivelato, forse non un capolavoro, ma un romanzo con dentro tanta umanità. Profondo e delicato è un libro che vale la pena di leggere!

    Is this helpful?

    Alice Darkchain said on Nov 18, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Mi piacciono i romanzi ambientati nella provincia americana degli anni Sessanta.
    Questo è piacevole, però lieve, non indimenticabile.

    Lily ha 14 anni all’inizio degli anni Sessanta e abita nella Carolina del Sud. Il padre T.Ray è un bruto, la madre ...(continue)

    Mi piacciono i romanzi ambientati nella provincia americana degli anni Sessanta.
    Questo è piacevole, però lieve, non indimenticabile.

    Lily ha 14 anni all’inizio degli anni Sessanta e abita nella Carolina del Sud. Il padre T.Ray è un bruto, la madre è morta quando Lily aveva 4 anni in un incidente inspiegabile di cui la protagonista si sente responsabile. L’unica consolazione di Lily, tra la scuola e il lavoro nel pescheto del padre è Rosaleen, la domestica di colore che si occupa di lei da quando la madre è mancata.
    Stufa delle angherie del padre e desiderosa di saper qualcosa in più della madre di cui ha solo vaghi ricordi, Lily decide di fuggire da casa insieme a Rosaleen. La sua meta è Tiburon, una località della Carolina del Sud indicata in un quadretto di una Madonna nera che era appartenuta alla madre.

    A Tiburon le due fuggiasche trovano rifugio nella casa rosa di tre sorelle di colore piuttosto eccentriche, “le sorelle calendario”, che portano il nome di tre mesi estivi, August, June e May.
    August, la più pratica e la più equilibrata, accoglie Lily sotto la sua ala e le insegna tutti i segreti del miele e dell’apicoltura, oltre a rivelarle anche alcune cose della madre.

    C’è il tema dell’integrazione razziale, ma è trattato in modo un po’ superficiale, anche se qualche pagina è toccante, soprattutto quando Lily si rende conto di essere circondata da persone di colore che le vogliono bene e si dimentica di essere bianca.
    C’è anche qualche aneddoto interessante sulla vita delle api, di cui ignoravo i modi di vita e la loro instancabile operosità. Però, ecco, non è che la lettura sia proprio avvincente, la definirei piuttosto sonnacchiosa senza scossoni.

    Consiglio di Daenerys del gruppo Bookaholic per ottobre 2013

    Is this helpful?

    Mother Superior said on Nov 12, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Vivevamo di miele. Ne inghiottivamo un cucchiaio la mattina per svegliarci e uno la sera per conciliare il sonno. Lo prendevamo a ogni pasto per calmare la mente, rinvigorirci e tenere lontane le malattie gravi. Ce lo spalmavamo sui tagli per disinfettarl

    Questo romanzo rimasto per tantissimo tempo nella mia lista dei desideri, e' stato in buona parte una delusione. Carino, leggero ma senza scossoni, senza che riuscisse ad entusiasmarmi, a farmi provare uno slancio di simpatia o antipatia per i person ...(continue)

    Questo romanzo rimasto per tantissimo tempo nella mia lista dei desideri, e' stato in buona parte una delusione. Carino, leggero ma senza scossoni, senza che riuscisse ad entusiasmarmi, a farmi provare uno slancio di simpatia o antipatia per i personaggi... Niente... Calma piatta... È dire che avevo letto grandi cose su di esso!
    Per me la lettura si è trascinata per giorni arrivando con fatica alla fine, provando quasi un senso di fastidio per questo protrassi della narrazione, per il vuoto che ho sentito verso quelle pagine.
    In se la storia è simpatica e anche originale. Una ragazzina maltrattata dal padre, arriva fortuitamente nella casa di tre sorelle apicoltrici che la accolgono e le insegnano non solo a fare il miele, ma le danno le basi per crescere sicura di se e con passione.
    Sullo sfondo si parla di tematiche molto importanti, come il difficile ruolo di genitore e l'integrazione razziale. Non c'è però un vero slancio emozionale, le cose mi sono parse descritte in modo un po' scontato, soprattuto nel caso della integrazione razziale e della lotta per i diritti civili. Le tre donne che accolgono Lily, la protagonista, sono nere, così come la governante che Lily porta con se nella sua fuga. Peccato che siano caratterizzate frettolosamente, senza spessore e che impallidiscano se messe a confronto con le governanti protagoniste dello strepitoso "The Help", da me definito il libro perfetto! La stessa Rosaleen è così piatta e a tratti sciocchina, malgrado la sua voglia di emancipazione e libertà, da farmi ricordare solo la Mamy di "Via col Vento", che di certo non mi sembra possa essere considerata un buon esempio di donna emancipata!
    Anche le tre sorelle rimangono un po' incolori. Spicca soltanto il personaggio di August, la sorella che dirige e coordina tutte le altre, figura di rilievo e punto di riferimento di Lily.
    La protagonista finisce poi per essere quasi irritante. Ella fugge di casa con il proposito di scoprire le origini della madre morta in modo violento quando lei era piccola. Per Lily la madre è un sogno, quasi una madonna angelicata, da cui la piccola trae forza e motivo per vivere. Quando però arriva a casa dalle tre donne, ella rimanda in continuazione il momento in cui chiederà alle sorelle notizie sulla madre che dagli indizi che possiede sembra aver conosciuto quella casa e chi la abita. Questo eterno rimandare prolunga all'infinito il nocciolo della storia, la tira per le lunghe e prepara un disvelamento finale scontato e banale che arriva troppo tardi, quando ormai la noia ha soppiantato l'attesa di sapere la verità.
    Lily con i suoi piagnistei, le sue bugie assurde, l'ostinazione con cui nasconde il motivo della sua fuga, finisce per essere irritante e crea un deciso calo di attenzione.
    È un peccato perché con la materia trattata e i personaggi a disposizione avrebbe potuto venir fuori un libro più coinvolgente e dal più alto spessore. Si sarebbero dovuti dosare meglio il sentimento, il melodramma, lo svelamento della verità.
    Un'occasione buttata.

    Is this helpful?

    Missinblue said on Oct 15, 2013 | Add your feedback

  • 3 people find this helpful

    E poi ci sono libri che emozionano e raccontano storie bellissime senza metterci trame complicatissime e dilungarsi in monologhi psicanalitici. La semplicità di un racconto quasi corale visto dalla prospettiva di una ragazzina cresciuta nel sud di qu ...(continue)

    E poi ci sono libri che emozionano e raccontano storie bellissime senza metterci trame complicatissime e dilungarsi in monologhi psicanalitici. La semplicità di un racconto quasi corale visto dalla prospettiva di una ragazzina cresciuta nel sud di quella america spaventata dall'altro. Un libro pensato per descrivere gli anni 60' di un paese complicatissimo, ma in realtà attualissimo.
    Fortemente consigliato.

    Is this helpful?

    Fae said on Oct 6, 2013 | 2 feedbacks

Book Details

Improve_data of this book