La vita sognata di Ernesto G.

Voto medio di 149
| 34 contributi totali di cui 23 recensioni , 11 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Joseph Kaplan, ebreo praghese, viene spinto dal padre a specializzarsi a Parigi in Biologia.Il prestigioso istituto Pasteur gli offre una posizione di ricercatore nella sede di Algeri e qui incontra Christine, la fidanzata di un amico, attrice teatra ...Continua
Bernie Gunther
Ha scritto il 07/01/17
La vita sognata di Ernesto G.
Secondo romanzo di Guenassia che leggo quest’anno (dopo il bellissimo “Il club degli incorreggibili ottimisti”)… e secondo giudizio altamente positivo. Un viaggio nella memoria lungo un secolo intero (il racconto si svolge tra il 1910 e il 2010). Rip...Continua
claudia
Ha scritto il 18/08/16

Che agonia...

Ceschi
Ha scritto il 31/08/15
Uno di quei romanzi che vorresti non finissero mai. Mentre leggevo avevo la sensazione di trovarmi là, nei luoghi descritti da Guenassia. Avvolta dalle atmosfere dei grandi e tragici eventi che hanno fatto la Storia. E ad ogni pagina la struggente co...Continua
Massimo Galgani
Ha scritto il 12/04/15
Un viaggio per tutto il ventesimo secolo.
Un bel viaggio nella storia del secolo scorso attraverso gli occhi di un protagonista trasportato dal flusso degli eventi storici che hanno inciso sulla sua vita determinandone il corso. Ben presente la distinzione tra gli ideali e la trasformazione...Continua
Simone Del Mondo
Ha scritto il 26/03/15
Mi è molto piaciuto questo libro di Jean-Michel Guenassia. Si tratta di un romanzo che attraversa 100 anni di storia, tra il 1910 e il 2010. Le vicende personali del dottor Kaplan si dipanano tra Parigi, Algeri e Praga e si intrecciano con la storia...Continua

Letizia Ludmilla...
Ha scritto il Feb 01, 2014, 13:08
La libertà non si discute, non si mercanteggia e non si divide. E' tutto o niente.
Pag. 485
Letizia Ludmilla...
Ha scritto il Feb 01, 2014, 12:24
Nessun medico potrà mai venire a capo della malattia della miseria e dello sfruttamento. Gli sfruttati non hanno bisogno di compassione ma di fucili. Ecco perché ho rinunciato a esercitare, non me ne rammarico. A Cuba, durante la guerriglia, mi sono...Continua
Pag. 380
  • 1 commento
Letizia Ludmilla...
Ha scritto il Feb 01, 2014, 12:18
Non si scelgono i propri ricordi. Li si soffoca o li si scaccia, ma quelli tornano senza chiedere il nostro parere.
Pag. 329
Letizia Ludmilla...
Ha scritto il Feb 01, 2014, 12:16
Diffida delle apparenze... spesso sono le persone più tristi ad avere i sorrisi più belli.
Pag. 315
Letizia Ludmilla...
Ha scritto il Feb 01, 2014, 12:16
Ci sono due modi di scrivere la Storia: nell'azione, nel momento in cui essa si fa, o a mente fredda, molto più in la' nel tempo, quando si può guardare con distacco e le passioni sono sopite. Il punto di vista è allora così diverso che ci si domanda...Continua
Pag. 292

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi