La voce invisibile del vento

Di

Editore: Garzanti (Narratori moderni)

3.0
(866)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 361 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Spagnolo

Isbn-10: 8811684013 | Isbn-13: 9788811684015 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Enrica Budetta

Disponibile anche come: eBook

Genere: Famiglia, Sesso & Relazioni , Narrativa & Letteratura , Rosa

Ti piace La voce invisibile del vento?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Spagna, località di Las Marinas. La luce si è ritirata verso qualche luogo nel cielo. Il buio della notte avvolge le viuzze del paese e il mare è nero come la pece. Julia ha perso la strada di casa: è circondata dal silenzio e sente solo la voce del vento, che soffia dal mare, e profuma di sale e di fiori. Non ricorda cosa sia successo: era uscita, per prendere del latte per suo figlio, ma sulla strada del ritorno all’improvviso si è ritrovata in macchina senza soldi, documenti e cellulare. In poche ore quella che doveva essere una vacanza da sogno si è trasformata in un incubo… Una storia di colpa e di memoria individuale.

Ordina per
  • 3

    Non un capolavoro, ma un buon libro da leggere quando il tempo da dedicargli scarseggia, pur non leggendo da diversi giorni non si perde il filo del discorso ricordando perfettamente tutti personaggi ...continua

    Non un capolavoro, ma un buon libro da leggere quando il tempo da dedicargli scarseggia, pur non leggendo da diversi giorni non si perde il filo del discorso ricordando perfettamente tutti personaggi e le loro vicende. E' il primo libro che leggo dell'autrice e credo che non sia il caso di proseguire.

    ha scritto il 

  • 3

    Reconozco que lo onírico no es mi fuerte.
    Solo trabajos de una calidad literaria incuestionable como los de Rulfo, García Márquez o Haruki Murakami han conseguido embrujarme o conmoverme.
    Lánguida, ti ...continua

    Reconozco que lo onírico no es mi fuerte.
    Solo trabajos de una calidad literaria incuestionable como los de Rulfo, García Márquez o Haruki Murakami han conseguido embrujarme o conmoverme.
    Lánguida, tibia, monótona, endeble...
    La narrativa de Clara Sánchez nunca termina de explotar.
    Con "Presentimientos", son ya seis las novelas que he leído de esta autora, y al final, siempre me ha quedado la misma sensación: La de que algo no encaja, que no termina de funcionar.
    Aunque la acompañe el reconocimiento mayoritario de la crítica, los premios literarios y las ventas, sus libros mueren antes de llegar a la orilla, salpicados por las espumosas olas del mar.

    ha scritto il 

  • 2

    Come anticipato, anche stavolta la Sanchez non mi è piaciuta per niente. Se per tirare fuori una bella storia ci vogliono 30 pagine non vedo perché ne debba scrivere 300. Sinceramente non capisco tutt ...continua

    Come anticipato, anche stavolta la Sanchez non mi è piaciuta per niente. Se per tirare fuori una bella storia ci vogliono 30 pagine non vedo perché ne debba scrivere 300. Sinceramente non capisco tutto il clamore intorno ai suoi libri, perché anche stavolta la protagonista del libro non conclude gran che. Mi fa un po' rabbia perché chiudi il libro e la prima cosa che pensi è : "E allora? ". Ci sono mille modi per sviluppare una trama, e sono sicura che dando ad ognuno di voi lo stesso inizio verrebbero fuori 90 storie diverse; ma lei sembra scegliere sempre la più tortuosa e inconcludente. Con questo libro metto una pietra sopra a questa autrice che mi ha deluso davvero molto.

    ha scritto il 

  • 2

    Arrivato alla fine del libro con molta difficoltà ...storia insignificante, priva di suspance e appeal.
    Sogno e realtà si fondono all'unisono, dando vita ad avvenimenti che si susseguono in maniera pi ...continua

    Arrivato alla fine del libro con molta difficoltà ...storia insignificante, priva di suspance e appeal.
    Sogno e realtà si fondono all'unisono, dando vita ad avvenimenti che si susseguono in maniera piatta e scontata.
    Finale risibile ....

    ha scritto il 

  • 2

    Idea buona, ma purtroppo la storia non decolla, o meglio non è riuscita a catturare la mia lettura... e il personaggio di Julia inizialmente intrigante perde tutto il suo fascino una volta ritornato n ...continua

    Idea buona, ma purtroppo la storia non decolla, o meglio non è riuscita a catturare la mia lettura... e il personaggio di Julia inizialmente intrigante perde tutto il suo fascino una volta ritornato nella vita reale....

    ha scritto il 

  • 4

    bellissimo!

    Mi spiace leggere molti pareri negativi! apa me è piaciuto! certo non hai livelli del primo romanzo della sanchez "il profumo delle foglie di limone" , ma anche questo romanzo mi ha appasionato molto! ...continua

    Mi spiace leggere molti pareri negativi! apa me è piaciuto! certo non hai livelli del primo romanzo della sanchez "il profumo delle foglie di limone" , ma anche questo romanzo mi ha appasionato molto! continuerò a leggere quest'autrice! bravissima secondo me!

    ha scritto il 

  • 2

    Il passo invisibile della noia

    Promo del libro: "Se Zafon ha dato al vento un’ombra, Clara Sanchez gli ha dato una voce" (ma invisibile, aggiungo io). In realtà "La voce invisibile del vento" è il titolo dell'edizione italiana (il ...continua

    Promo del libro: "Se Zafon ha dato al vento un’ombra, Clara Sanchez gli ha dato una voce" (ma invisibile, aggiungo io). In realtà "La voce invisibile del vento" è il titolo dell'edizione italiana (il titolo originale è Presentimientos) quindi non è colpa dell'autrice se qualcuno ha scelto un'espressione che suona poetica ma anche un po’insulsa. Per il resto però...

    La storia è intrigante, tanto che se ne traessero un film sarei tentata di andarlo a vedere: una giovane donna in un’affollata località di mare esce di casa e si perde, letteralmente, iniziando quindi un disperato e apparentemente inconcludente vagabondaggio per ritrovare la sua famiglia. Il come e perché le succeda una cosa tanto assurda, così come il resto della sua storia, lo apprenderemo man mano nel corso della narrazione, scoprendo vari aspetti non sempre positivi della sua vita.

    Nonostante queste premesse per me interessanti, il libro è risultato noiosissimo, soprattutto per la sua ripetitività e lunghezza. Inoltre la protagonista ha secondo me una personalità piuttosto scialba, priva di attrattive che portino a simpatizzare o identificarsi con lei e con la sua ricerca. Ho letto qualche tempo fa un altro libro della Sanchez (Le cose che sai di me) e anche lì c’era una protagonista “normale”, ma il tutto risultava molto più accattivante.

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per