Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La volpe dorata

Di

Editore: Edizione CDE spa - Milano su licenza della Longanesi & C.

3.7
(672)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: | Formato: Copertina rigida

Isbn-10: A000092783 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Altri

Genere: Fiction & Literature , Romance , Travel

Ti piace La volpe dorata?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    Ancora un classico di Smith con un episodio della saga dei Courteney, la famiglia sudafricana a cui impariamo ormai ad affezionarci. La protagonista è la giovanissima e bellissima Isabella che inizia a districarsi nei meandri degli intrighi politici internazionali. La sua ingenuità verrà sopperit ...continua

    Ancora un classico di Smith con un episodio della saga dei Courteney, la famiglia sudafricana a cui impariamo ormai ad affezionarci. La protagonista è la giovanissima e bellissima Isabella che inizia a districarsi nei meandri degli intrighi politici internazionali. La sua ingenuità verrà sopperita dalla sapienza, dall’attaccamento e dal potere della grande famiglia.

    Questo romanzo, ambientato nel 1969, ci descrive, a differenza di altri capolavori di Smith, un’Africa più moderna in cui la natura è, per così dire, contaminata o comunque integrata da aspetti più occidentali. Aspetti non solo fisici (grandi città, palazzi, inquinamento, automobili) ma anche sociali e politici (spionaggio e corruzione su tutto). Gli interessi delle potenze occidentali devono però fare i conti con una cultura indigena più progredita e pronta all’indipendenza sotto tutti i punti di vista. Uno scontro epocale che caratterizza, nel secolo scorso, tutte le colonie africane e che giunge a momenti di grande crudeltà e tensione. Le vittime sacrificali di inizio secolo non sono più tali ed hanno acquistato una conoscenza ed una consapevolezza dei propri mezzi e dei propri diritti. All’interno di questa cornice politica e sociale Smith inserisce sapientemente gli scottanti aspetti razziali, lo spionaggio internazionale, la lotta di potere interna, le vicende personali dei protagonisti che vanno dalla passione all’ambizione. Isabella perde la testa per un ragazzo che si rivelerà essere uno spietato agente russo del KGB infiltrato appositamente nella grande e potente famiglia per accaparrarsi importantissime informazioni politiche internazionali. Il tutto per la partecipazione di Shasa, il padre di Isabella, in importantissimi progetti nucleari. Quando, improvvisamente, verrà a conoscenza della vera identità e natura di Ramon, il fidanzato, la sua vita sarà sconvolta a tal punto che solo l’aiuto dei familiari la salverà dal baratro. Su tutti la grandissima figura della matriarca Centaine, ormai novantenne e splendida protagonista, in gioventù, di imperdibili e mai dimenticate avventure di Smith. Le tensioni interne alla stessa famiglia danno l’opportunità allo scrittore di evidenziare la tensione che di certo si viveva negli anni settanta a quelle latitudini, come sappiamo bene da testimonianze illustri quali quelle di Nelson Mandela.

    ha scritto il 

  • 4

    Veramente ma veramente bello, direi un "bello ++"!
    Tra i libri che ho letto di W. Smith, mi risulta che questa sia la prima incursione nello spionaggio, o quanto meno nello spionaggio avventuroso, e l'incursione, per quanto mi riguarda, è perfettamente riuscita.
    Nonostante i personagg ...continua

    Veramente ma veramente bello, direi un "bello ++"!
    Tra i libri che ho letto di W. Smith, mi risulta che questa sia la prima incursione nello spionaggio, o quanto meno nello spionaggio avventuroso, e l'incursione, per quanto mi riguarda, è perfettamente riuscita.
    Nonostante i personaggi conosciuti, i continui cambi di scenario e di prospettiva, i colpi di scena ed il ritmo della storia rendono questo libro veramente godibilissimo, ed è proprio difficile smettere di leggere!
    Ottimo, veramente.

    ha scritto il 

  • 4

    SIAMO NEL 1969 LA VOLPE DORATA DEVE IN UN DECENNIO CONQUISTARE A QUALUNQUE PREZZO IL CONTINENTE AFRICANO. AMORE ODIO TRADIMENTI GUERRA SONO GLI INGREDIENTI DI QUESTO ROMANZO DI SPIE
    CATTURA LA FANTASIA

    ha scritto il 

  • 3

    Il terrore rosso e lo spionaggio in Africa

    Decisamente una delle avventure dei Courtney d'Africa che ho amato di meno: Isabella è un personaggio forte e appassionato, ma viene manipolata per l'intero romanzo. E intanto ci sono fin troppe descrizioni degli orrori delle rivoluzioni comuniste in Africa. Se non si fosse capito prima, Smith st ...continua

    Decisamente una delle avventure dei Courtney d'Africa che ho amato di meno: Isabella è un personaggio forte e appassionato, ma viene manipolata per l'intero romanzo. E intanto ci sono fin troppe descrizioni degli orrori delle rivoluzioni comuniste in Africa. Se non si fosse capito prima, Smith sta dall'altra parte. Quindi la trama diventa fin troppo schematica e prevedibile: cattivo, spietato e manipolatore comunista (almeno bello, l'unica qualità che gli rimane... tanto per spiegare un po' il rimbambimento della protagonista, che altrimenti non potrebbe essere una Courtney) contro bellissimi, buoni e giusti capitalisti che devono salvare il mondo. Ah... non parliamo delle cadute omofobe del libro... gay uguale figlio isolato, perdente e che finisce per schierarsi con i cattivi... Forse Smith avrebbe dovuto concludere la serie al terzo capitolo... l'avrebbe fatto in bellezza.

    ha scritto il