La zattera di pietra

Voto medio di 915
| 161 contributi totali di cui 95 recensioni , 66 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Una favola di storia contemporanea, un forte apologo politico ed esistenziale. Europa addio. Saramago ipotizza che la penisola iberica, a seguito di una frattura del crinale pirenaico, si trasformi nell'isola Hispania e vaghi per l'oceano Atlantico ... Continua
Ha scritto il 18/03/17
Europa: N vs O - 18 mar 17
Non amo particolarmente la scrittura di Saramago, che trovo spesso difficile, almeno per il mio leggere, tant’è che, insieme a Nabokov, è uno dei pochi scrittori di cui a volte ho abbandonato la lettura. Eppur tuttavia continuo a leggerne, sotto ...Continua
Ha scritto il 08/12/16
Un altro colpo di genio di Saramago. Il distacco della penisola iberica dal vecchio continente è occasione e sfondo dell'incontro fortuito di cinque personaggi fantastici, tre uomini, due donne e un cane, e del loro viaggio verso la comprensione di ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 12/11/16
Da leggere!
Di José Saramago, fino a un mese fa, avevo letto soltanto Cecità, allegoria della incapacità di vedere che domina l’uomo e lo porta a forme estreme di abiezione. Un romanzo distopico e spiazzante, dove tutti i protagonisti, improvvisamente, ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 17/10/16
Una lettura impegnativa, l’uso di un linguaggio pesante richiede un lettore stabilmente concentrato.La narrazione è eccessivamente carica, densa, piena di commenti, giudizi e gravose considerazioni metanarrative.Una scrittura fatta di periodi ...Continua
Ha scritto il 31/08/16
Sarà mago
Un mago delle parole, della fantasia e della tessitura dei rapporti umani in questo libro che immagina separazioni e riavvicinamenti con persone e nazioni che si muovono con confusione e certezze incorllabili

Ha scritto il Oct 23, 2016, 09:25
Sfortunatamente non si può avere tutto, concluse José Anaiço, comodità e libertà sono incompatibili.
Pag. 254
Ha scritto il Oct 23, 2016, 09:23
E sopra un cielo così grande che, per la meraviglia, c'è da chiedersi se il cielo non sia tutt'uno, certo è che ogni luogo, se non ogni persona, ha un cielo tutto suo, più grande o più piccolo, più alto o più basso, e questa è stata una ...Continua
Pag. 222
  • 1 mi piace
Ha scritto il Oct 23, 2016, 09:20
Gli uomini nascono ogni giorno, dipende solo da loro se continuare a vivere il giorno di ieri o cominciare di sana pianta il nuovo giorno, l'oggi.
Pag. 211
Ha scritto il Oct 23, 2016, 09:17
Basta a te stesso fin che ce la fai, poi affidati a chi meriti, meglio a qualcuno che ti meriti.
Pag. 179
Ha scritto il Oct 23, 2016, 09:14
Non c'è niente come la luce del giorno per cambiare la fisionomia delle cose.
Pag. 159

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi