La zia Julia e lo scribacchino

La biblioteca di Repubblica - Novecento, 86

Voto medio di 1734
| 265 contributi totali di cui 256 recensioni , 9 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Vi si narra la vicenda o meglio la carriera, di Pedro Camacho, fecondissimo produttore boliviano d'intrecci (lo chiamano anche Balzac creolo) che, chiuso in una mefitica stanzetta, sforna trame melodrammatiche e truculente per un programma di ... Continua
Ha scritto il 15/06/17
Vargas Llosa è lo scrittore che tutti noi vorremmo essere.Un linguaggio impeccabile, dialoghi incalzanti, stratagemmi letterari, minuziose descrizioni, cavalcate di emozioni e mirabolanti contenuti.La storia è apparentemente semplice ma il suo ...Continua
  • 2 mi piace
Ha scritto il 11/05/17
Incipit
In quel tempo remoto, io ero molto giovane e vivevo con i miei nonni in una villa dai muri bianchi di calle Ocharan, a Miraflores...... http://www.incipitmania.com/incipit-per-titolo/z/la-zia-julia-e-lo-scribacchino-mario-vargas-llosa/
Ha scritto il 13/03/17
Bellissimo. Divertente. Godibile. Scritto benissimo, ha tutti i profumi della letteratura sudamericana, con personaggi indimenticabili. Letto ed ascoltato.
Ha scritto il 09/03/17
Nel fiore dell'età, la cinquantina , fronte spaziosa , naso aquilino, sguardo penetrante, rettitudine e bontà nello spirito ...( da Radio Central , calle Belén, Lima - ON AIR)
Un romanzo variopinto, brioso e chiassoso come un festejo o una resbalosa creola, molto piacevole da leggere .Si intrecciano la rocambolesca storia d'amore del giovane Mario ( Marito/Varguitas) aspirante scrittore e la tía Julia ,divorziata ...Continua
  • 20 mi piace
  • 10 commenti
Ha scritto il 05/02/17
Bello, ma non troppo
Libro piacevole, ma non ci ho trovato niente di particolarmente emozionante. Mi è piaciuto la forma di romanzo, quasi autobiografico, e contemporaneamente libro di racconti. Il voto giusto sarebbe 3,5, quasi 4.

Ha scritto il Nov 27, 2012, 16:50
la sua sensibilità non sapeva come, dove, di cosa alimentarsi.
Pag. 281
Ha scritto il Nov 27, 2012, 16:48
e sul suo viso si disegnava un'espressione... di rassegnata malinconia, di quieta tristezza?
Pag. 280
Ha scritto il Nov 25, 2012, 11:49
Il dolore educa
Pag. 210
Ha scritto il May 13, 2011, 13:19
La donna e l'arte si escludono a vicenda, caro amico. In ogni vagina è sepolto un artista.
Pag. 139
Ha scritto il May 13, 2011, 12:50
Non odiava le donne; semplicemente, non essendo un erotomane né un ingordo, a cosa potevano servirgli persone le cui migliori attitudini erano la fornicazione e la cucina?
Pag. 126

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi