La zia marchesa

Voto medio di 1759
| 261 contributi totali di cui 239 recensioni , 19 citazioni , 0 immagini , 3 note , 0 video
Sicilia fine Ottocento. Costanza Safamita è l'unica figlia femmina di unaricca famiglia di proprietari terrieri, tanto amata e protetta dal padre, ilbarone Domenico, quanto rigettata dalla madre. Con la sua chioma di capellirossi e il suo aspe ...Continua
Adriano Basile
Ha scritto il 05/09/18
Bel libro ma...
...il libro è un po' frammentato. La Horby scrive molto bene e gli episodi storici intercalati sono delle vere chicche per chi come me ama la storia di Sicilia nel XIX secolo. Per chi volesse conoscere meglio la "marchesa" è da citare che ci sono alt...Continua
Lollo
Ha scritto il 26/08/18
null
Uno spaccato della Sicilia di fine '800 ricostruito magistralmente. Il siciliano dei proverbi e dei termini utilizzati risulta spesso ostico, ma è strumentale all'atmosfera come anche i tanti personaggi tra i quali è facile perdersi (a me è capitato!...Continua
Sonovel
Ha scritto il 29/03/18
SPOILER ALERT
null
Libro noioso. Sicuramente ben scritto e una bella rappresentazione storica della Sicilia fine '800, però troppi personaggi e una storia che speri arrivare, invece no. Bellissime le parti dove si parla di odori, tanto ben descritte che sembra quasi di...Continua
Valù
Ha scritto il 13/07/17
Storia di una casata nobile siciliana nell'800. La protagonista principale è Costanza Safamita, ma la vicenda è raccontata da una donna della servitù a lei vicina. Interessante dal punto di vista storico e linguistico, ma non mi ha appassionato a liv...Continua
Fiore Zaniboni
Ha scritto il 20/05/17

un bel ritratto di donna forte a tratti, ma non senza contraddizioni.
il mio primo libro dell'autrice. non mi ha deluso, ma neppure entusiasmato. leggerò altro se per caso mi capiterà.


Alessandra
Ha scritto il Nov 06, 2017, 18:04
Bisogna rispettare la gente e prenderla per com’è. Ti dico un’altra cosa. Io non ne conosco di male fimmine, ma i maschi di tutte le famiglie le frequentano e nessuno li critica. Travagghiano…ed è difficile, rischioso. Anzi terribile… Tratta Rura per...Continua
Pag. 262
Alessandra
Ha scritto il Nov 06, 2017, 18:03
Costanza escogitò un modo tutto suo per dar forma al proprio cordoglio: doveva realizzare il desiderio del padre, che lei trovasse pace, se non contentezza.
Pag. 259
Alessandra
Ha scritto il Nov 06, 2017, 18:03
Belle sono le mani di quelle che hanno amato, anche se soffrono, loro hanno conosciuto la cuntintizza. Vale la pena innamurarsi.
Pag. 146
Wilma
Ha scritto il Aug 21, 2016, 17:45
Si distruggono monasteri, palazzi, si sventrano quartieri. Non importa che manchi l'acqua, che le fognature siano rudimentali o inesistenti, che il popolino viva in tuguri e muoia di fame e malattie: i palermitani vogliono un nuovo grandioso teatro l...Continua
Pag. 235
Valeriatonella88
Ha scritto il Apr 02, 2015, 14:19
- L'amore non è mai troppo. - Ti sbagli: è sempre un errore eccedere, anche nell'amore.
Pag. 236

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Biblioteche...
Ha scritto il Apr 26, 2016, 14:57
853.92 AGN 9339 Letteratura Italiana
Rò
Ha scritto il Jun 30, 2015, 13:17
"Così aveva detto che cosa voleva lui e ci aveva chiesto se lo avremmo assecondato. Non gliene faccio una colpa. Non si può stare ad aspettare che la gente capisca sé stessa; si aspetterebbe per sempre. Metà della vita è sapere che cosa vuoi".
Pag. 196
Rò
Ha scritto il Jun 30, 2015, 13:15
"Ci siamo guardati a lungo perché avevamo fatto tutt'e due una cosa sorprendente: per qualche istante eravamo sfuggiti al tempo - l'unica definizione di felicità che io conosca".
Pag. 161

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi