Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Lacrime di tenebra

Di

Editore: Nord (Narrativa Nord)

4.1
(247)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 400 | Formato: Copertina rigida

Isbn-10: 8842918873 | Isbn-13: 9788842918875 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: Altri

Genere: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Science Fiction & Fantasy

Ti piace Lacrime di tenebra?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Sono Meredith Gentry, principessa di Faerie. Dopo essere stata rapita, violentata e torturata da mio zio Taranis, sovrano della luce e delle illusioni, sono stata ricoverata in un ospedale di Los Angeles, dove ho scoperto di essere incinta di due gemelli. Se riuscirò a portare a termine la gravidanza, finalmente otterrò il trono della Corte Unseelie. Purtroppo ciò scatenerà l'ira della maggior parte dei fey: io sono per metà umana e, pur di non essere governati da una regina mortale, molti di loro faranno di tutto per eliminarmi. Al momento, tuttavia, i miei problemi sono altri, e più gravi. Ormai ossessionato dall'idea di fare di me la sua consorte, Taranis ha rapito le mie guardie, convinto che così tornerò da lui. Io non ho intenzione di cedere a un simile ricatto e, dato che non posso fidarmi di nessuno a corte, ho deciso di rivolgermi a Sholto, il re del terribile popolo degli sluagh: essendo uno dei padri dei miei bambini, di certo non mi tradirà. Ma non oso neppure immaginare quale prezzo sarò costretta a pagare per il suo preziosissimo aiuto...
Ordina per
  • 3

    Siamo quasi alla fine!

    Di questa autrice conosco ben due saghe, quella di Anita Blake, la più famosa e anche la più letta, che a un certo punto ha cambiato completamente rotta, da Giallo-Horror è diventata un "erotico senza alcuna storia da seguire" e quella di Merry Gentry l'investigatrice che ha una vita sessuale ap ...continua

    Di questa autrice conosco ben due saghe, quella di Anita Blake, la più famosa e anche la più letta, che a un certo punto ha cambiato completamente rotta, da Giallo-Horror è diventata un "erotico senza alcuna storia da seguire" e quella di Merry Gentry l'investigatrice che ha una vita sessuale aperta e condivisa con una infinità di uomini.
    Quando leggo gli ultimi lavori della Hamilton ho l'impressione che la sua casa editrice le abbia cambiato tipo di contratto e che la stia pagando a numero di pagine e non a libri venduti.
    Io ad essere sincera li sto andando a prendere in biblioteca, dopo aver letto tutti questi libri vorrei sapere almeno come va a finire la storia, ma è veramente dura.
    Non fa che ripetere le stesse frasi in contesti differenti, e li mette in bocca a tutti quelli che la circondano, in tempi e in pagine diverse, qualche volta nello stesso libro e spesso e volentieri in tutti i libri della saga, tanto che ogni volta che leggo mi viene spontaneo esclamare "E dai .. ci risiamo...".
    Non riesco a capire come una Principessa di Faery debba ad ogni frase delle sue guardie del corpo e padri dei suoi due gemelli, domandi il perché.
    Praticamente tutto il libro è una serie infinita di domande e di risposte.
    Siamo a un numero considerevole di libri alquanto corposi come numero di pagine, e mi aspetterei di sapere quasi tutto di Faery, ed invece no.
    Quindi, l'unica spiegazione che l'autrice si diletta a spiegarmi 50 volte le sfumature delle iridi di Rhys, 50 volte per quelle di Doyle, ecc... non faccio l'elenco delle sue guardie che ad ogni libro diventano sempre di più.
    Mi ricorda tanto il famoso 'Trio', Anna Marchesini, Tullio Solenghi e Massimo Lopez nella parodia delle telenovelas brasiliane, solo che in quel contesto mi facevano morire dal ridere, in questo invece mi fa solo guardare a che pagina sono e quante ancora mi devo sorbire per terminare.
    La storia sarebbe pure bella se evitasse di dilungarsi in spiegazioni inutili, ridondanti, ripetitive e quando ogni personaggio riscopre i suoi tatuaggi di un tempo molto antico quando erano considerati dei e con tutti i poteri degli dei.. e VAI ... giù con le spiegazioni di questo e quello, chi si ricorda i tempi che furono prima che esistessero gli uomini.... posso scrivere .. due pa....le!!
    L'autrice non si rende conto che se il lettore comincia a saltare a piè sospinto da frasi a intere pagine va a finire che magari si perde quella frase importante che ti fa andare avanti nella storia...
    Comunque consiglio SOLO la Hamilton di una volta, io ormai ho cominciato e vorrei anche chiudere visto che finalmente sembra di essere arrivate verso la fine della storia.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    5

    Molto meno sesso e molte più lotte e più magia, questo è il genere di libri che mi piace leggere, sebbene non mi siano piaciute alcune cose, come la morte di Cel, che dopo libri e libri, muore così, in due secondi, senza nemmeno un lieve combattimento. Inoltre ero convinta che il finale sarebbe s ...continua

    Molto meno sesso e molte più lotte e più magia, questo è il genere di libri che mi piace leggere, sebbene non mi siano piaciute alcune cose, come la morte di Cel, che dopo libri e libri, muore così, in due secondi, senza nemmeno un lieve combattimento. Inoltre ero convinta che il finale sarebbe stato il finale della serie, invece, rinunciati corona e trono, i nostri amici sono tornati a L.A. e chissà cos'altro succederà adesso. Comunque sono rimasta molto contenta della trama in sè e aspetto quindi di leggere il prossimo.

    ha scritto il 

  • 4

    Terminato in un paio di giorni, rimane in linea coi precedenti. Si fa leggere, come praticamente tutti i libri della Hamilton, si distingue per il basso livello di sesso presente, e lo fa in positivo.
    Ho letto in giro che c'è chi lo voleva come finale saga, ma a mio avviso sarebbe stato un ...continua

    Terminato in un paio di giorni, rimane in linea coi precedenti. Si fa leggere, come praticamente tutti i libri della Hamilton, si distingue per il basso livello di sesso presente, e lo fa in positivo.
    Ho letto in giro che c'è chi lo voleva come finale saga, ma a mio avviso sarebbe stato un finale troppo tirato via...sarebbe bello se la Hamilton, per una volta, riuscisse a scrivere un finale come si deve (in tutte le sotto-storie di Anita e Meredith a parer mio non c'è ancora riuscita).
    Stiamo a vedere.

    ha scritto il 

  • 4

    dovevamo arrivare al settimo libro perchè io fossi veramente soddisfatta.
    descrizioni meravigliose e magia che trasuda da ogni pagina..bellissimo.
    anche i colpi di scena continui e tutti gli intrighi di palazzo sono ben giostrati nulla da ridire.
    [SPOILER](però io lo sapevo che ...continua

    dovevamo arrivare al settimo libro perchè io fossi veramente soddisfatta.
    descrizioni meravigliose e magia che trasuda da ogni pagina..bellissimo.
    anche i colpi di scena continui e tutti gli intrighi di palazzo sono ben giostrati nulla da ridire.
    [SPOILER](però io lo sapevo che era cel che aveva assassinato essus lo sapevo!!)[/SPOILER]
    il sesso c'è ma in maniera molto molto molto minore e forse anche per questo ho apprezzato il volume così tanto..mi piace anche il finale.. più che altro a questo punto credo che un altro libro sia superfluo ma vedremo un po' comunque che cosa ci tirerà fuori ancora la hamilton

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    5

    Finalmente Meredith è incinta! Aspetta due gemelli, entrambi hanno tre diversi padri. Ma re Taranis, che l'ha rapita e violentata, rivendica la paternità. Meredith viene salvata dalle sue guardie, ma, mentre sta tornando a Los Angeles, viene attaccata dal cugino...


    SO che c'è un altro libr ...continua

    Finalmente Meredith è incinta! Aspetta due gemelli, entrambi hanno tre diversi padri. Ma re Taranis, che l'ha rapita e violentata, rivendica la paternità. Meredith viene salvata dalle sue guardie, ma, mentre sta tornando a Los Angeles, viene attaccata dal cugino...

    SO che c'è un altro libro, ma questo sarebbe stato la fine perfetta per la saga! Però sono curiosa di vedere Doyle alle prese con i pannolini :) !!!

    * Gli umani hanno la tendenza a pensare che i belli sono anche buoni, e che i brutti sono sempre malvagi. Occorre un secondo ragionamento per ricordare che altrettante volte è vero l'opposto.
    * Quella sera gli incubi non potevano spaventarmi, perché ero al di là della paura.
    * Questo è il pericolo dell'amore: dare il proprio cuore, e vederselo strappare dal destino.
    * La Dea è ogni cosa del mondo, in ogni tempo. Non c'è vita senza morte, non c'è luce senza buio, non c'è disperazione senza speranza. Io sono la Dea, io sono la creazione e la distruzione, io sono la culla della vita, e la fine del mondo.
    * Era la tenebra che aveva preceduto l'inizio del tempo e l'esistenza della luce, quando c'era soltanto il nulla. La gente dimentica facilmente che il buio ha preceduto ogni cosa, compresa la divinità: il completo e perfetto nulla, che non ha bisogno di nulla e non genera nulla. Questo era ciò che stupiva il nostro sguardo.
    * Un ramoscello di rose si alzò dal letto come un serpente verde e spinoso. Si mosse verso le nostre mani unite. " Perché devono esserci sempre delle spine?" domandai, ma quello era uno dei momenti in cui i miei desideri non potevano cambiare Faerie. " Perché vale la pena di lasciarsi ferire per ottenere qualcosa. "
    * Avere una rapida visione del divino è possibile, mentre vivere ogni momento con quella consapevolezza fa diventare santi, o pazzi, o entrambe le cose.
    * " Non sono mai stato nelle città umane ", disse Mistral. " Non sono sicuro che potrò adattarmi a una nuova patria. " Gli porsi una mano. " Sarai al mio fianco, Mistral. Vedrai il mio ventre crescere, e terrai tra le braccia i nostri figli. Cos'è più patria di questo? "
    * " Tu mi hai accolta anche se ero monca di un braccio, senza ancora sapere se Henry avrebbe potuto curarmi e fare in modo che mi rendessi utile. C'è una cosa che non ti ho mai chiesto, mio re. Cos'avresti fatto, se non avessi avuto nessuna arte da mettere al tuo servizio? " " Avrei lasciato che ti trovassi un lavoro per cui basta una sola mano, Mirabella. Noi siamo gli sluagh. Tra noi ci sono creature con un braccio solo e altre con cento braccia. Sappiamo adattarci a tutto. " Lei annuì e si girò, per nasconderci le lacrime che avevano preso a scorrerle sulle guance. " Tu sei il più gentile dei governanti, re Sholto. " " Non dirlo a nessuno, fuori di qui. Ci tengo alla mia cattiva fama ", ridacchiò lui.
    * In me non c'era abbastanza potere per contrastare il buio e quell'aria così pesante da respirare, ma pregai lo stesso, perché quando tutto il resto è perduto c'è sempre la preghiera.
    * La gente sembra stupita del fatto che per amore abbiamo rinunciato a essere re e regina. Milton disse: " Meglio essere re all'inferno che servo in paradiso ". Io dico: " Lasciamo che l'inferno e il paradiso combattano le loro battaglie, e si governino da soli ". Quando sono a letto mi addormento tra il calore dei loro corpi. Di notte mi sveglio e sento il rumore dei loro respiri. Nell'ambulatorio della dottoressa mi sono divertita a guardare le loro facce, le facce di tutti loro, mentre ascoltavano le pulsazioni cardiache dei nostri bambini, rapide come quelle di uccellini spaventati. Ho guardato le loro facce mentre osservavano le ombre sullo schermo muoversi, e la dottoressa diceva che uno dei due era un maschio. Ora si discute sui nomi, ed è bello vedere la loro felicità, la nostra felicità. La domanda che nessun intervistatore ci ha mai fatto è questa: Se voi aveste lasciato morire Killing Frost e preso il trono, come vi sentireste? Ma io so che avremmo sempre sentito la mancanza di Frost, e scoperto che nessun trono, nessuna corona, nessun potere donato dalla Dea ci avrebbe ripagato della sua perdita. Avevamo già sentito quanto lui ci mancava, mentre né io né Doyle sappiamo cosa significa essere re o regina. Non si può avere nostalgia di ciò che non si è mai avuto, ma si può soffrire senza fine per chi non c'è più. Io non voglio soffrire per la morte di altre persone care. Io sono la principessa Meredith NicEssus, e finalmente ho avuto il mio e-vissero-sempre-felici-econtenti nella Città degli Angeli, sulla riva del Mare Occidentale. A volte Faerie è dove voi ve la fate.

    ha scritto il 

  • 5

    Ci siamo! Finalmente Merry è incinta di due gemelli multi-padre - Doyle, Frost, Sholto, Galen, Mistral, Rhys (mi chiedo che aspetto avranno questi bambini…) - e, come promessole, è pronta a diventare regina della Corte Unseelie (ma anche Seelie, come vorrebbero alcuni. D’altronde, viste le linee ...continua

    Ci siamo! Finalmente Merry è incinta di due gemelli multi-padre - Doyle, Frost, Sholto, Galen, Mistral, Rhys (mi chiedo che aspetto avranno questi bambini…) - e, come promessole, è pronta a diventare regina della Corte Unseelie (ma anche Seelie, come vorrebbero alcuni. D’altronde, viste le linee di sangue, il favore della Dea e il risveglio del mondo fatato, Merry, di fatto, avrebbe tutto il diritto di diventare regina dell’intera Faerie… Lei o, in effetti, i suoi figli, riflettendoci…).
    In Lacrime di tenebra assisteremo al cambiamento di Merry che, per proteggere i nascituri, le persone che ama e il suo futuro trono, questa volta scenderà in campo duramente contro chi le vuole male, comportandosi come la regina che dovrebbe diventare. Cel, l’altro pretendente al trono, ora in azione, e Andais, la crudele Regina dell’Aria e delle Tenebre - un paio di parenti-serpenti di Merry - riceveranno quello che si meritano, chi più chi meno. Ma non solo…
    Si scoprirà anche chi uccise il padre di Meredith, tante domande troveranno risposta, un personaggio amato - ve lo voglio anticipare - tornerà, molto spazio verrà dato a Sholto, poco a Taranis, re della Luce e delle Illusioni, zio violentatore, folle e sterile di Merry, che la reclama, conosceremo altri parenti, assisteremo alla morte della nonna, che agirà sotto incantesimo, a una nuova Caccia Selvaggia, evocata da Sholto e Merry per uccidere cospiratori a cui farà seguito un’altra ondata di magia che rivitalizzerà ulteriormente Faerie, qualcuno morirà, Merry sarà il veicolo della Dea, avrà nuovo potere magico e sarà sempre più potente, e tante altre cose. Molto succederà in questo movimentato settimo libro (che avrà una sola scena di sesso). Ci sarà anche un bell’happy end. Cosa volere di più?

    ha scritto il 

  • 1

    Della serie... poco meno che libro-spazzatura.

    Inutile sprecare il mio tempo, posso dire soltanto una cosa per la prima parte: "BLEAH!!!!". Dopo aver letto Manzoni, Hemingway, Dante, Boccaccio e Petrarca, Primo Levi e Puskin, un libro del genere non è sicuramente tra i più soddisfacienti. Premetto che in questo caso il mio è un giudizio puram ...continua

    Inutile sprecare il mio tempo, posso dire soltanto una cosa per la prima parte: "BLEAH!!!!". Dopo aver letto Manzoni, Hemingway, Dante, Boccaccio e Petrarca, Primo Levi e Puskin, un libro del genere non è sicuramente tra i più soddisfacienti. Premetto che in questo caso il mio è un giudizio puramente soggettivo. Oggettivamente il libro è scritto tutto sommato bene, ma per quanto riguarda la storia... Nella prima parte esiste una sola cosa: SESSO. SESSO SESSO SESSO. Come se al mondo non esistesse altro. Non penso che per le prime cinquanta pagine ce ne sia una sola in cui non si trovino riferimenti espliciti o velati. Insomma, una scena piccante rende più eccitante e intrigante il tutto, e può starci, ma quando diventa troppo, e viene da chiedersi se la scrittrice si fumi qualcosa o sia ninfomane, fa venire la nausea.
    E il sesso non è quasi mai accompagnanto dall'amore: la protagonista si "fa" praticamente tutti gli uomini che le passano a tiro, indipendentemente dalla razza. Poco importa che siano "sidhe", goglin o esseri con il ventre da cui spuntano un sacco di tentacoli.
    E poi questi uomini sembrano fatti con lo stampo: a parte alcune differenze, sono tutti alti, muscolosi, con i capelli lunghi fino alle caviglie, ovviamente ognuno ce li ha di un colore diverso, ma insomma, che fine ha fatto la fantasia?
    La seconda parte è invece migliore, c'è più azione anche se molta ripetitività, alcuni eventi si ripetono più di una volta a discapito dell'originalità. E si conclude poi in bellezza, con la protagonista che "giace" con due uomini - i suoi soliti amanti? no, due "goblin" con cui non si fa problemi ad andare- e alla fine si trasferisce a Los Angeles, per mettere al sicuro i gemelli di cui è incinta, di cui ognuno dei due ha tre padri, e dorme a turno con i suoi ben sei amanti... perché non si può assolutamente essere monogami, no, sarebbe troppo... "tradizionale". Buon per lei!
    E tuttavia è un libro che nel complesso si legge più o meno volentieri, perché se non altro lo stile è buono, ma, come dire, non penso leggerò mai più libri di questa scrittrice.

    ha scritto il 

Ordina per