Ladra di cioccolato

Di

Editore: Leggereditore

3.7
(181)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 336 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8865081872 | Isbn-13: 9788865081877 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Sabina Terziani

Disponibile anche come: eBook

Genere: Famiglia, Sesso & Relazioni , Narrativa & Letteratura , Rosa

Ti piace Ladra di cioccolato?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Cade Corey è la figlia del principale produttore di barrette di cioccolato americano; Sylvain Marquis è il più raffinato chocolatier di Parigi. Lei vorrebbe mettersi in affari con lui, ma lui non intende svendere la sua arte a un colosso industriale. Lei però è disposta a tutto pur di creare un nuovo prodotto dal sapore inconfondibile e raffinato, in grado di accrescere la fama del suo già popolarissimo marchio, persino a rubare le ricette dell’ostinato e affascinante chocolatier.
Presto la notizia che una ladra di cioccolato si aggira per le strade di Parigi rimbalza di giornale in giornale, fino al New York Times, portando così nuovi clienti al negozio, ma mettendo in serio pericolo la reputazione della donna. Tuttavia, in guerra e in amore non ci sono regole, e nonostante tutto l’attrazione fra i due non si farà attendere. Complice l’inebriante sensualità del cioccolato…
Ordina per
  • 2

    ho cercato di leggerlo il più velocemente possibile per levarmelo di mezzo ... non mi è piaciuto quasi per niente, me lo immaginavo molto più frizzante invece pare una versione romanzata di 9 settiman ...continua

    ho cercato di leggerlo il più velocemente possibile per levarmelo di mezzo ... non mi è piaciuto quasi per niente, me lo immaginavo molto più frizzante invece pare una versione romanzata di 9 settimane e mezzo ... deludente

    ha scritto il 

  • 4

    Lettura consigliatami per questo mese e che dire davvero molto divertente.
    Questo libro mi ha preso sin dalla prima pagina in quanto è molto spiritoso e anche molto dolce (e non intendo solo per il ci ...continua

    Lettura consigliatami per questo mese e che dire davvero molto divertente.
    Questo libro mi ha preso sin dalla prima pagina in quanto è molto spiritoso e anche molto dolce (e non intendo solo per il cioccolato). Una lettura scorrevole, poco impegnativa (non in senso negativo anzi) e davvero molto golosa. Infatti ogni volta che nel libro si menziona un tipo di cioccolatino (e quindi ogni cinque o sei righe circa) mi veniva voglia di mangiarne anche a me che ne sono già golosa.
    I personaggi di Sylvain e Cade mi sono piaciuti molto cocciuti e determinati in mondi diversi ma molto simili tra loro in campo affettivo.
    In conclusione decisamente un libro da leggere.

    ha scritto il 

  • 4

    Ho comprato questo libro presa da un improvviso impulso, sebbene la trama non mi avesse entusiasmato. Visto lo sconto però avevo deciso di tentare, anche se l'ho abbandonato tra i libri da leggere, ri ...continua

    Ho comprato questo libro presa da un improvviso impulso, sebbene la trama non mi avesse entusiasmato. Visto lo sconto però avevo deciso di tentare, anche se l'ho abbandonato tra i libri da leggere, rimandando di continuo.
    Un vero errore.
    Una lettura davvero gradevole e molto carino. I personaggi sono particolari, in posizioni altrettanto particolari, e non mancano i dettagli divertenti, che strappano più di una risata. E' stata una piccola rivelazione. Lo consiglio assolutamente a chi desidera una storia leggera e senza particolari pretese.

    ha scritto il 

  • 4

    Cioccolato

    Per chi ama il cioccolato questo libro è assolutamente da leggere. La storia di Cade, americana a Parigi alla ricerca di una nuova ricetta per la sua ditta di tavolette di cioccolato a buon prezzo e d ...continua

    Per chi ama il cioccolato questo libro è assolutamente da leggere. La storia di Cade, americana a Parigi alla ricerca di una nuova ricetta per la sua ditta di tavolette di cioccolato a buon prezzo e di poca qualità, e di Sylvain, mastro cioccolatiere parigino che lavora con passione e arroganza, non potrà non conquistarvi. La storia è carina, scorrevole e anche se il finale è scontato il libro è divertente e non annoia. La cosa che mi ha colpito di più è stata proprio la caratterizzazione dei personaggi: un po’ la presa in giro degli americani con il loro modo di vedere le cose, tutto profitto e niente qualità; ma soprattutto i francesi, anzi i parigini, con il loro modo di fare altezzoso che non si vogliono piegare al consumismo. L’ho trovato ironico e divertente. L’unico difetto: si ingrassa, non si può fare a meno di mangiare cioccolato mentre si legge questo libro, le descrizioni delle creazioni di Sylvain (anche le sue) lasciano troppo l’acquolina in bocca. Libro consigliato se si cerca qualcosa di leggero che lascia il sorriso sulle labbra

    ha scritto il 

  • 5

    Cioccolato temperato

    Libro veramente originale. Ambientato in una Parigi dai colori e dai sapori quasi casalinghi. Libro impregnato di sapore di cioccolato, di amore e passione. Una storia mai scontata.

    ha scritto il 

  • 4

    Questo libro è semplicemente delizioso, in tutti i sensi! Scrittura ironia e divertente, ambientazione nella meravigliosa e romanticissima Parigi, il cioccolato in tutte le sue forme, un cioccolatiere ...continua

    Questo libro è semplicemente delizioso, in tutti i sensi! Scrittura ironia e divertente, ambientazione nella meravigliosa e romanticissima Parigi, il cioccolato in tutte le sue forme, un cioccolatiere assolutamente desiderabile (forse ancor più dei suoi cioccolatini) e una protagonista che è un vero spasso! Insomma ci sono tutti gli ingredienti per rendere questo libro una vera goduria per tutti i sensi. Sembra quasi di sentire gli odori, i sapori, le sensazioni del cioccolato che è co-protagonista di tutta la vicenda.
    Vabbè, inutile stare qui a soffermarsi sul finale, (ovviamente prevedibile) e certamente non stiamo parlando di uno dei pilastri portanti della letteratura mondiale. Un libro divertente e saporito che si lascia leggere che è un piacere! Consigliato!

    ha scritto il 

  • 4

    RECENSIONE A CURA DI PAOLA ANGHILERI
    4 stelline

    Forum --> http://insaziabililetture.forumfree.it/?t=63292537

    Come si può resistere al richiamo del cioccolato? E se a questo si aggiunge l’atmosfera rom ...continua

    RECENSIONE A CURA DI PAOLA ANGHILERI
    4 stelline

    Forum --> http://insaziabililetture.forumfree.it/?t=63292537

    Come si può resistere al richiamo del cioccolato? E se a questo si aggiunge l’atmosfera romantica di Parigi? Per non parlare poi di quell’affascinante chocolatier… ho già l’acquolina in bocca!
    Siamo a Parigi, la città degli innamorati.
    Lei, Cade Corey, figlia del principale produttore americano di barrette di cioccolato, vuole ampliare il marchio di famiglia e per farlo deve entrare in affari con lui, Sylvain Marquis, il più famoso e raffinato chocolatier della città.
    Nonostante il categorico rifiuto, Cade non si fa di certo scoraggiare: se Sylvain non vuole svelarle i suoi segreti, li ruberà. La notizia della ladra di cioccolato fa presto il giro del mondo, mettendo in pericolo la reputazione di Cade. Però si sa, tutto è lecito in guerra e in amore e, se in un primo momento Sylvain sembra diffidente e scontroso, adesso userà tutte le sue forze per sedurre la donna della quale si è follemente innamorato. La sua arma? Il cioccolato.
    Questo libro, primo della serie “Chocolate”, ci regala due personaggi semplicemente unici.
    Lei, Cade Corey, è una donna bella, intelligente ed indipendente. È testarda e determinata, ma possiede anche una delicata fragilità che la rende molto femminile. Perché anche lei è una donna e come tutte le donne sogna: sogna e teme il grande amore perché vuole qualcosa di solamente suo.
    Lui, Sylvain Marquis, è un uomo virile, testardo e ovviamente irresistibile. È impulsivo ed appassionato, mette cuore e anima in tutto quello che fa, ma nello stesso tempo è pieno di pensieri teneri e dolcissimi come i suoi cioccolatini. Inoltre è un personaggio che ti conquista perché diverso dai soliti protagonisti maschi: ha paura. Teme di non essere scelto per se stesso ma per quello che sa fare meglio (il cioccolato).
    Con uno stile frizzante e molto scorrevole, Laura Florand ci prende per mano e ci accompagna per le vie di Parigi e i suoi dintorni e per chi, come me, è già stato in Francia, sarà come fare un tuffo nel passato.
    Ci ritroviamo a guardare la Tour Eiffel di sera, a passeggiare per le rive della Senna e, magicamente, ci vedremo anche davanti alla vetrina di quel bellissimo e delizioso negozio di cioccolatini… mmm… o anche dentro, perché no?!
    Molto vivaci e spumeggianti i dialoghi, soprattutto quelli tra i due protagonisti. Prima arguti e pungenti e subito dopo dolci e teneri. Inoltre, ogni azione che i due protagonisti compiono è legata ai cinque sensi: si scrutano, si "mangiano" con gli occhi, si "assaporano", si toccano gustando e gioendo di essere uno parte dell'altra. Poche volte ho letto pagine d'amore che profumano come queste.
    È senza dubbio una storia da leggere a stomaco pieno o con una sostanziosa scorta di cioccolato (meglio ancora, di cioccolatini) a portata di mano!
    Siete avvisate! Perché già dalle prime pagine (oserei dire dalla prima facciata) ci ritroviamo completamente conquistate dalla lettura, scattiamo immediatamente sull’attenti e cominciamo a sentire qualcosa allo stomaco. Ma di cosa si tratta? È quel bel pasticcino che si scioglie in bocca oppure ci stiamo già innamorando di Sylvain Marquis? A voi l’ardua sentenza.

    PS: una menzione speciale va data al nonno di Cade! Un vecchietto arzillo e spiritoso, con l’anima di un ventenne. Perennemente arrabbiato con gli Svizzeri e tuttora alle prese con un’invenzione più unica che rara… per caso volete assaggiare il cioccolato con gli spinaci?

    ha scritto il 

  • 2

    Troppo dolce

    Il titolo allettante, la copertina invitante e tante recensioni positive mi hanno convinto a leggere questo libro, ma non mi è piaciuto per niente: lo stile di narrazione troppo ripetitivo, sforzatame ...continua

    Il titolo allettante, la copertina invitante e tante recensioni positive mi hanno convinto a leggere questo libro, ma non mi è piaciuto per niente: lo stile di narrazione troppo ripetitivo, sforzatamente poetico, i due personaggi principali poco credibili e troppo prevedibili, questo romanzo mi ha fatto l'effetto di cioccolatini esageratamente dolci, tanto che ti viene la nausea.

    ha scritto il