Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Lady

La mia vita da cane

Di

Editore: A. Mondadori (Oscar bestsellers; 1458)

3.5
(68)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 164 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese

Isbn-10: 8804530294 | Isbn-13: 9788804530299 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Angela Ragusa

Genere: Non-fiction

Ti piace Lady?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Sandra ha diciassette anni ed è in cerca di una libertà senza confini né regole. Né le sgridate della madre, né i consigli delle amiche, né l'amore sembrano poter fermare la sua corsa sfrenata verso qualcosa che non esiste. Finché un giorno Sandra va a sbattere contro un barbone che, con poche rabbiose parole, la trasforma in un cane! E adesso che è diventata una buffa bastardina di nome Lady, che ne sarà di lei? Lady scopre le gioie e i dolori della vita da cani, non senza chiedersi cosa significhi veramente essere "umani".
Ordina per
  • 4

    Il finale, spiazzante, lo colloca in un libro che vale la pene leggere e lo salva dalla banalità.


    Quando lo chiudi, tutta la metafora, e l'insegnamento vero del libro, si mette a fuoco. E non puoi che approvare e sorridere. Stringi i denti e sii te stesso, qualunque cosa appaia fuori.
    ...continua

    Il finale, spiazzante, lo colloca in un libro che vale la pene leggere e lo salva dalla banalità.

    Quando lo chiudi, tutta la metafora, e l'insegnamento vero del libro, si mette a fuoco. E non puoi che approvare e sorridere. Stringi i denti e sii te stesso, qualunque cosa appaia fuori.
    SI.
    Mi è piaciuto.

    ha scritto il 

  • 4

    Mia sorella dice che non vorrebbe mai nemmeno provare ad essere nei panni di un’altra persona, dice che non sopporterebbe l’odore. Invece in questo libro la ragazza protagonista si trova ad essere trasformata improvvisamente in cagna e devo dire che l’esperienza che ho fatto seguendola nelle sue ...continua

    Mia sorella dice che non vorrebbe mai nemmeno provare ad essere nei panni di un’altra persona, dice che non sopporterebbe l’odore. Invece in questo libro la ragazza protagonista si trova ad essere trasformata improvvisamente in cagna e devo dire che l’esperienza che ho fatto seguendola nelle sue peregrinazioni e davvero istruttiva. Da ragazza ribelle e senza regole, scontrosa, solitaria, contestatrice a cagna senza casa, senza padrone, senza orientamento. Dalla famiglia borghese soffocante alla strada della libertà inebriante. Forse faremmo bene a cambiare forma, una volta ogni tanto. Con gli occhi della cagna il mondo assume tutto un altro aspetto, le cose più semplici diventano difficili e le cose complicate diventano semplici. Facile mangiare, difficile avere rispetto, ma forse era così anche quando era una ragazza, adesso faccio confusione. Non c’è una morale in tutto questo, ma un punto di vista intrigante sì. La vita ai margini di una cagna randagia che cerca di ridiventare ragazza è piena di sorprese e rivelazioni. Vale la pena cambiare prospettiva per un po’. Penso però che sia meglio ritornare, punto di vista personale …

    ha scritto il 

  • 5

    Che succede, pensai, se un cuore si spezza troppo spesso? Si diventa pazzi?

    Un pomeriggio [il cane Ed] era rimasto chiuso in camera mia e si era mangiato la testa di una bambola. Dopo averlo sculacciato, l'avevo chiuso nel rispostiglio mentre lui guaiva disperatamente, e dopo mi ero sentita così in colpa che mi sarei buttata dalla finestra. Non so come facciano, i gen ...continua

    Un pomeriggio [il cane Ed] era rimasto chiuso in camera mia e si era mangiato la testa di una bambola. Dopo averlo sculacciato, l'avevo chiuso nel rispostiglio mentre lui guaiva disperatamente, e dopo mi ero sentita così in colpa che mi sarei buttata dalla finestra. Non so come facciano, i genitori, a punire i figli. So che è necessario, però a me spezzerebbe il cuore. Mi sentirei così in colpa.

    "Il senso di colpa è come una seconda natura per un bambino. E gli adulti sono perfino peggio. Si sentono responsabili per qualsiasi cosa, anche se non c'entra affatto con loro, anche se nemmeno li riguarda. Non possono farne a meno, sono persi, senza un pizzico di senso di colpa."

    E poi pensai a una cagnetta sotto il cielo notturno, il pelo umido di rugiada: una cagnetta che scodella una cucciolata dopo l'altra e si addolora senza disperazione. La sua vita non è ansia e lavoro: è lealtà e sangue, paura e amore, breve passione, un'altra cucciolata da amare e abbandonare. Tiene amore e morte stretti fra i denti... (Melvin Burgess) Voto: 9

    ha scritto il 

  • 3

    Lady

    Un testo apprezzabile benché ricordo che non mi fece impazzire quando lo lessi. La storia è quella di una ragazza che si trasforma in un cane.. per poi scoprire come fare a tornare alla propria vita di sempre. Più adatto per gli adolescenti che per gli adulti.

    ha scritto il 

  • 5

    "E poi pensai a una cagnetta sotto il cielo notturno, il pelo umido di rugiada: una cagnetta che scodella una cucciolata dopo l'altra e si addolora senza disperazione. La sua vita non è ansia e lavoro: è lealtà e sangue, paura e amore, breve passione, un'altra cucciolata da amare e abbandonare. T ...continua

    "E poi pensai a una cagnetta sotto il cielo notturno, il pelo umido di rugiada: una cagnetta che scodella una cucciolata dopo l'altra e si addolora senza disperazione. La sua vita non è ansia e lavoro: è lealtà e sangue, paura e amore, breve passione, un'altra cucciolata da amare e abbandonare. Tiene amore e morte stretti fra i denti: si accoppia, va a caccia e infine muore in una chiazza di sangue sotto le ruote di un camion."

    Grazie, Melvin.

    ha scritto il 

  • 5

    An other great novel from Burgess

    Once again Melvin Burgess captures my imagination. This was really great read. I couldnt put it down. The ending is totally not what I expected but expect from Burgess. I think the lesson with this novel is to live your life the way you want it.

    ha scritto il 

  • 5

    Incredibile come l'autore sia riuscito a raccontare pensieri e sentimenti di un'adolescente attraverso una storia che sembrerebbe banale... Una ragazza viene trasformata in cagnetta da un barbone dagli strani poteri. Non soffermatevi alla trama, è un libro di grande profondità. E anche molto rivo ...continua

    Incredibile come l'autore sia riuscito a raccontare pensieri e sentimenti di un'adolescente attraverso una storia che sembrerebbe banale... Una ragazza viene trasformata in cagnetta da un barbone dagli strani poteri. Non soffermatevi alla trama, è un libro di grande profondità. E anche molto rivoluzionario. Assolutamente da non perdere se vi interessano le problematiche adolescenziali.

    ha scritto il 

  • 4

    Voglio vivere così

    Controverso, forte. Assolutamente scomodo. Se durante la lettura qualcuno mi avesse chiesto di puntare un dito e lanciare le mie accuse all’indirizzo di qualcuno, non avrei saputo scegliere, allo stesso modo se qualcuno mi avesse chiesto di indicare un personaggio al quale potersi lontanamente af ...continua

    Controverso, forte. Assolutamente scomodo. Se durante la lettura qualcuno mi avesse chiesto di puntare un dito e lanciare le mie accuse all’indirizzo di qualcuno, non avrei saputo scegliere, allo stesso modo se qualcuno mi avesse chiesto di indicare un personaggio al quale potersi lontanamente affezionare, non avrei saputo dire chi.
    Sandra Francy viene trasformata in un cane da un ubriacone al quale ha fatto cadere la birra e da quel momento comincia la sua vita da cane divisa tra i ricordi di ciò che è stata e l’impulso a vivere bruciando ogni desiderio all’istante. Alla fine, quando il ricordo della sua vita da ragazza la spinge a riconsiderare la sua vita di un tempo, per lei arriva il momento di scegliere.
    Ho condiviso le ragioni di tutti ma non ho perso la testa per nessuno. Non c’è calore né partecipazione e tutti ne escono malconci, soprattutto gli adulti. Bravissimo Burgess che riesce a riprodurre con agghiacciante precisione il modo in cui i ragazzi guardano troppo spesso il mondo degli adulti.
    Provocatorio ma necessario.

    Non capisco cosa abbiano raccontato del libro a quello che ha scelto la copertina che sembra rubata a uno di quei giornalini per ragazzine tipo Top Girl o in alternativa la pubblicità della linea giovane della Timberland.

    ha scritto il 

Ordina per