Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Lady Roxana

L'amante fortunata

Di

Editore: A. Mondadori (Biblioteca moderna, 164-166)

3.6
(173)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 320 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Francese , Spagnolo

Isbn-10: A000052176 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Guido Biagi ; Prefazione: Aldo Sorani

Disponibile anche come: Altri , Paperback , Tascabile economico , Copertina morbida e spillati

Genere: Fiction & Literature , Romance

Ti piace Lady Roxana?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 3

    il moralizzatore

    Caro Daniele, vorrei innanzitutto esprimerti tutta la mia stima e la mia smisurata ammirazione per quello che scrivevi e per come lo scrivevi, ma soprattutto perchè lo facevi così 300 anni fa! Romanzi che forse pochi oggi saprebbero scrivere per intensità, qualità e contenuto . Io ho capito che l ...continua

    Caro Daniele, vorrei innanzitutto esprimerti tutta la mia stima e la mia smisurata ammirazione per quello che scrivevi e per come lo scrivevi, ma soprattutto perchè lo facevi così 300 anni fa! Romanzi che forse pochi oggi saprebbero scrivere per intensità, qualità e contenuto . Io ho capito che la trama nelle tue opere è solo un mezzo per farci i predicozzi che comunque non trascuri di plasmare con estrema fantasia e rigore, creando vicende coinvolgenti che stimolano la lettura facendo riflettere, rendendo quindi estremamente efficace il tuo intento. Però Daniele, porca miseria, Insomma! Ti spiego meglio, io ho capito che il caro Robinson era un uomo illuminato che è sopravvissuto 30 anni su un’isola deserta grazie solo al suo ingegno, e tu giustamente ammonisci la sua superbia confutando il fatto che comunque c’aveva avuto un bel culo che il relitto della nave si fosse arenata negli scogli in prossimità della spiaggia, rendendogliela a lui facilmente raggiungibile; Quindi giustamente ne trai: “si il Robinson è bravo e sa dominare la natura, ma se non avesse avuto culo, quindi un dono della provvidenza e quindi di Dio, non ce l’avrebbe fatta!”; Però mi trascuri che il disgraziato è stato 30 anni su un’isola coltivata, con le capre, con gli schioppi, la villa al mare, e quella in campagna, ma da solo, senza suoi simili e senza donne, e non è impazzito, anzi il caro Robinson manco si pensa! OK, ma comunque il romanzo meritava assai e ti ho perdonato. Torniamo alla Signora Rossana, anche qui ci sta un altro bel predicozzo, lei è una bella, giovane e benestante donna che si sposa un vanesio scialacquone , che la abbandona con 5 figli e senza il becco di un quattrino, lei giustamente a morire di fame non ci sta; piazza i figli , e comincia a sfruttare in modo fruttuoso la sua superba bellezza, all’inizio la sua coscienza e la sua rispettabilità ne risentono, percepisce che sta entrando in un circolo vizioso fatto di peccati e impurità morali; la scalata sociale, le ricchezze che accumula aumentano in maniera costante assieme alla sua vezzosa vanità femminile , la fanno coscientemente entrare nel novero dei peggiori peccatori, e passerà la sua esistenza a crucciarsi di questo, senza comunque riuscire più ad uscirci. Nel frattempo lei continua ad avere nidiate di figli, che spariscono nei meandri della vicenda, senza saperne più niente, e senza che questo turbi minimamente la sua coscienza! Ecco Daniele, neanche qui ci sto! Tu critichi la Rossana perché si è messa a fare la prostituta e perché ha sposato la causa dell’avidità! Le prostitute ci sono perché ci sono i clienti, e quelli non li condanni, condanni la vittima, che aveva come alternativa la fame, e non condanni il sistema che l’ha creata! E poi , secondo te, una madre che abbandona i figli in giro per il mondo, si dovrebbe fare tanti scrupoli perché ha perso la purezza ed è diventata una peccatrice carnale? Dai Daniele, non diciamo fesserie! Poi il Finale! Ma ti sembra il modo? Preamboli all’infinito facendo presagire un finale con il botto, e poi, e poi epiloghi così, con quel finale striminzito! Peccato caro Daniele, era sarebbe stato un gran bel romanzo, ma nonostante tutto continuo a stimarti…

    ha scritto il 

  • 3

    Roxana: The Fortunate Mistress

    Opera certamente molto coraggiosa visti i temi affrontati e la data di pubblicazione (1724), ma nonostante questo ammetto che la narrazione non mi ha mai presa fino in fondo. Tutto il romanzo gira intorno al racconto che la stessa "Lady Roxana" fa della propria spregiudicata vita e di quanto in b ...continua

    Opera certamente molto coraggiosa visti i temi affrontati e la data di pubblicazione (1724), ma nonostante questo ammetto che la narrazione non mi ha mai presa fino in fondo. Tutto il romanzo gira intorno al racconto che la stessa "Lady Roxana" fa della propria spregiudicata vita e di quanto in basso è caduta per sopravvivere prima, e per prosperare poi. Tutto il racconto sembra un gesto estremo per cercare di espiare le proprie colpe confessando apertamente la sua movimentata vita. Certamente si tratta di una lettura piacevole, ma mi aspettavo qualcosa in più dal padre del romanzo borghese moderno.

    ha scritto il 

  • 3

    Un racconto molto scorrevole e piacevole delle avventure di Lady Roxana. Il finale, però, lascia il libro quasi incompiuto: dopo tanti dettagli sulla vita di questa donna, l'autore "tronca" la narrazione limitandosi a lasciare intuire al lettore il fatto che Lady Roxana avrà delle conseguenze dov ...continua

    Un racconto molto scorrevole e piacevole delle avventure di Lady Roxana. Il finale, però, lascia il libro quasi incompiuto: dopo tanti dettagli sulla vita di questa donna, l'autore "tronca" la narrazione limitandosi a lasciare intuire al lettore il fatto che Lady Roxana avrà delle conseguenze dovute alle sue colpe.

    ha scritto il 

  • 0

    Es del mismo estilo de "Moll Flanders", o sea, la narradora se sienta a contarte su vida, anticipando lo que va a pasar más tarde, recordándote lo que te contó antes, sin capítulos ni nada, como en la vida real. Es muy ameno de leer y muy divertido (entre otras cosas porque se nota que el moralis ...continua

    Es del mismo estilo de "Moll Flanders", o sea, la narradora se sienta a contarte su vida, anticipando lo que va a pasar más tarde, recordándote lo que te contó antes, sin capítulos ni nada, como en la vida real. Es muy ameno de leer y muy divertido (entre otras cosas porque se nota que el moralismo que le echa la narradora, muy "yo hice esto pero vosotras no lo hagáis que es muy malo", es solo de boquilla), pero el final es algo confuso. No sé si Defoe planeaba escribir una segunda parte y por eso lo dejó tan abierto o simplemente se cansó de escribir. Un libro muy recomendable, pero "Moll Flanders" es más redondo.

    ha scritto il 

  • 0

    edited by david blewett

    the penguin english library

    the cover shows a detail from a portrait of louise de keroualle, duchess of portsmouth, by sir godfrey kneller. courtesy of viscount coke

    ha scritto il 

  • 3

    Roxana, or the Fortunate Mistress

    This reviewer has read 18th-century fiction before, so knew to expect from the style of writing, and other conventions of the era. The story did not inspire the revulsion which the main character came to feel for herself; the woman did what she needed to do to survive in a predatory male world, a ...continua

    This reviewer has read 18th-century fiction before, so knew to expect from the style of writing, and other conventions of the era. The story did not inspire the revulsion which the main character came to feel for herself; the woman did what she needed to do to survive in a predatory male world, and the men who enjoyed her favors were not victims of a wily seductress. Her lack of concern for her children might seem questionable, but she pays a high price, when one persistent child determines to establish contact with her.
    The reviewer did not draw whatever moral Defoe might have intended from this story. It is a period piece, and it seems tame in an era in which sex scandals provide entertainment every day. Worth reading as a curiosity, but beware the lack of chapter divisions.

    ha scritto il 

  • 4

    Ancora, ancora, ancora...

    Sarei andata avanti per non so quante altre pagine, peccato che Defoe ci lascia sul più bello!Dopo aver seguito la protagonista nelle sue varie avventure, il finale ci fa soltanto intuire che alla fine Lady Roxana pagherà per le sue colpe, perchè tutto ritorna, tutti prima o poi dovremo fare i co ...continua

    Sarei andata avanti per non so quante altre pagine, peccato che Defoe ci lascia sul più bello!Dopo aver seguito la protagonista nelle sue varie avventure, il finale ci fa soltanto intuire che alla fine Lady Roxana pagherà per le sue colpe, perchè tutto ritorna, tutti prima o poi dovremo fare i conti con le nostre azioni e pagare per i nostri errori.
    Sarebbe bello se fosse così, ma io non ne sono tanto convinta.

    ha scritto il 

  • 4

    Ambientato principalmente in Inghilterra durante il regno di Carlo II Stuart(1660-1685),è la parabola di una giovane e bellissima donna,Susan,figlia di rifugiati,che dopo un inizio in miseria riesce a diventare ricca grazie al suo mestiere di cortigiana e diventare famosa con il nome di Roxana ma ...continua

    Ambientato principalmente in Inghilterra durante il regno di Carlo II Stuart(1660-1685),è la parabola di una giovane e bellissima donna,Susan,figlia di rifugiati,che dopo un inizio in miseria riesce a diventare ricca grazie al suo mestiere di cortigiana e diventare famosa con il nome di Roxana ma allo stesso tempo ripiombare subito nella miseria più nera dopo una vita di tante dissolutezze e un crimine.

    ha scritto il 

  • 2

    Un libro scandaloso per l'epoca, al giorno d'oggi fa sorridere.. Lady Roxana è infatti una donna moderna per i suoi tempi, che compie scelte difficili sapendo di agire "male", e pentendosene solamente in vecchiaia.

    ha scritto il