Lady Susan - I Watson - Sanditon

Di

Editore: Newton Compton (e-classici 256)

3.8
(582)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 163 | Formato: eBook | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Polacco , Spagnolo

Isbn-10: 885412849X | Isbn-13: 9788854128491 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Daniela Paladini ; Prefazione: Ornella De Zordo

Disponibile anche come: Paperback , Tascabile economico , Copertina rigida

Genere: Famiglia, Sesso & Relazioni , Narrativa & Letteratura , Rosa

Ti piace Lady Susan - I Watson - Sanditon?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Con un saggio di Marcel Proust Introduzioni di Massimo Colesanti, Mario Lunetta e Nicola Muschitiello Traduzioni di Ottavio Cecchi e Maurizio Grasso Edizioni integrali La pubblicazione di Madame Bovary ha creato il primo e più clamoroso caso di intervento censorio pubblico ai danni di un'opera moderna: insieme al successo, infatti, lo scrittore ottenne una incriminazione per oltraggio alla morale pubblica e alla religione, da cui, peraltro, fu assolto. La sua Emma è diventata immediatamente il simbolo del disagio e dell'insofferenza borghese: vittima di una sorta di "vampirismo" che le procura appetiti e desideri sempre crescenti e un'infelicità sempre più vorticosa, è destinata a soccombere alla sua stessa smaniosa irrequietezza. I Tre racconti sono considerati autentici vertici dell'arte di Flaubert, per alcuni critici addirittura il suo capolavoro. Alla lirica essenzialità di Un cuore semplice, "epos" della più umile realtà quotidiana, segue la conversione mistica al culmine di una vita dissoluta in La leggenda di San Giuliano Ospitaliere, fino agli splendori materiali e alle miserie morali della Giudea precristiana dell'Erodiade. Tre gioielli di perfezione stilistica ed essenzialità espressiva. «Pareva che un artista, abile corruttore, le avesse disposto sulla nuca la treccia dei capelli, avvolti in una massa pesante, negligentemente, secondo il capriccio dell'adulterio che tutti i giorni li scioglieva.» Gustave Flaubert nacque nel 1821 a Rouen. Iniziò giovanissimo a scrivere racconti, novelle e pièces storiche. Nel 1840 si iscrisse alla facoltà di legge di Parigi, ma non terminò gli studi. A questo periodo risalgono i primi contatti con i circoli letterari della capitale. Nel 1846 tornerà nella provincia di Rouen, dove morirà nel 1880.
Ordina per
  • 3

    Lady Susan, opera giovanile in forma di romanzo epistolare, è sorprendente. La protagonista è forse il personaggio più cattivo di tutta la produzione austeniana. Meschina, calcolatrice, intrigante e m ...continua

    Lady Susan, opera giovanile in forma di romanzo epistolare, è sorprendente. La protagonista è forse il personaggio più cattivo di tutta la produzione austeniana. Meschina, calcolatrice, intrigante e manipolatrice, resterà in qualche misura vittima delle sue macchinazioni.
    Lettura gradevolissima e consueta maestria espositiva. Si intuisce che "maturerà" :-)

    I Watson e Sanditon sono purtroppo due romanzi rimasti incompiuti, dunque non affezionatevi troppo ad Emma Watson...

    ha scritto il 

  • 4

    lady susan **** delizioso romanzo epistolare, con una protagonista manipolatrice e intrigante (che però non si riesce del tutto a odiare). aggraziato mix di ingenuità e perfidia, con finale che accont ...continua

    lady susan **** delizioso romanzo epistolare, con una protagonista manipolatrice e intrigante (che però non si riesce del tutto a odiare). aggraziato mix di ingenuità e perfidia, con finale che accontenta tutti
    i watson *** l'incompiutezza lascia l'amaro in bocca, ma- nonostante ciò- la storia appassiona e i personaggi sono vivi
    sanditon ***

    ha scritto il 

  • 4

    Opere "minori"..?

    Senza troppi fronzoli e preamboli, comincio a parlarvi di queste tre "piccole" opere di una delle scrittrici più amate d'Inghilterra.

    Lady Susan si configura a pieno titolo come opera minore: si trat ...continua

    Senza troppi fronzoli e preamboli, comincio a parlarvi di queste tre "piccole" opere di una delle scrittrici più amate d'Inghilterra.

    Lady Susan si configura a pieno titolo come opera minore: si tratta di una delle prime creature della Austen, scritta in forma epistolare, a lei poco congeniale - ma ben riuscito, tuttavia! - per la poca capacità di dominare la scena e introdurre personaggi e situazioni in maniera più consona a quello che diventerà il suo stile. Per chi non lo sapesse, è uscito poco tempo fa, un film della BBC che lo ha per soggetto! Questa, direi, è un'ottima notizia per tutti gli appassionati della scrittrice e delle bellissime trasposizioni della rete britannica!

    Su I Watson non mi soffermo più di tanto: per chi volesse curiosare, ho inserito un commento pochi giorni fa. Sostanzialmente una "gemma grezza" che ha avuto, però, il grande pregio di essere una fucina di idee per i suoi futuri lavori. Emma sarebbe stato un personaggio riuscitissimo, a mio avviso. Ottimi gli spunti come anche le situazioni..purtroppo incompiuto!

    Su Sanditon, invece, vorrei spendere due parole in più: non nego che sia stato scritto bene ma, eccetto due signorine di gran garbo e dotate di eccellenti qualità (come direbbe la stessa auntie Jane), non riuscirei a salvere proprio nessuno degli altri personaggi, neanche costretta, nemmeno il giovane Arthur (chissà cosa avesse in serbo per lui la Austen). Per quanto mi riguarda ci sono troppi ipocondriaci: le persone senza occupazione tendono ad avere/inventarsi malanni inesistenti, che i salassi non riescono a curare, ma che l'aria di mare ha qualche possibilità di far dimenticare!
    Che l'intento fosse volutamente questo? ..Continuerò a chiedermelo..

    Un suggerimento? Da leggere una volta rimasti "senza benzina"..

    ha scritto il 

  • 4

    Lady Susan ★★★★
    Non so come abbia fatto la Austen, ma con il personaggio di Lady Susan ha fatto davvero un mezzo miracolo: ha reso simpatica una manipolatrice fatta e finita.
    Ho molto apprezzato anche ...continua

    Lady Susan ★★★★
    Non so come abbia fatto la Austen, ma con il personaggio di Lady Susan ha fatto davvero un mezzo miracolo: ha reso simpatica una manipolatrice fatta e finita.
    Ho molto apprezzato anche la forma del romanzo epistolare, anche se nelle prime lettere ho faticato un pochino a inquadrare i vari personaggi..

    I Watson ★★★★
    Giuro che arrivata alla fine ci sono rimasta malissimo.. Sapevo che era un romanzo incompiuto, e ho cercato di non farmi prendere troppo dalla storia e dai personaggi, ma niente da fare. Come Emma mi sono sentita la nuova arrivata in famiglia e subito mi sono affezionata un po' a tutti.

    Sanditon ★★★★★
    Ecco, se con i Watson ci sono rimasta male, quando sono arrivata in fondo all'ultimo capitolo e mi sono ritrovata senza più pagine (digitali) da sfogliare è stato un vero e proprio trauma!!
    Non mi resta che inventare una macchina del tempo per poter andare a chiedere alla zia Jane come voleva sviluppare e concludere questo romanzo..

    ha scritto il 

  • 5

    Peccato per "I Watson" e "Sanditon", romanzi rimasti incompiuti, ma che promettevano bene già dagli inizi.
    "Lady Susan" è diverso dai soliti romanzi di Jane Austen. Breve romanzo epistolare, di rapida ...continua

    Peccato per "I Watson" e "Sanditon", romanzi rimasti incompiuti, ma che promettevano bene già dagli inizi.
    "Lady Susan" è diverso dai soliti romanzi di Jane Austen. Breve romanzo epistolare, di rapida lettura, con non molta caratterizzazione psicologica, ma conciso e che narra il minimo indispensabile per il proseguimento della narrazione.

    ha scritto il 

  • 4

    Lady Susan

    Lady Susan, lavoro giovanile della Austen, rivela già la capacità acuta e penetrante di saper delineare i più profondi recessi dell’animo umano, e ciò è reso ancor più evidente perché si tr ...continua

    Lady Susan

    Lady Susan, lavoro giovanile della Austen, rivela già la capacità acuta e penetrante di saper delineare i più profondi recessi dell’animo umano, e ciò è reso ancor più evidente perché si tratta di un personaggio negativo.
    Lady Susan è una donna falsa e meschina, una manipolatrice, dotata una di una profonda malvagità, una donna che non ama la figlia e che la tormenta e la umilia in maniera disgustosa, una donna che porta scompiglio e amarezza ovunque va, non rispettando nemmeno le più elementari regole della buona educazione.

    I Watson

    Ritroviamo la prima Emma, e seppure si riesce ad intravedere l’evoluzione della storia è davvero un peccato che non sia stato concluso, prometteva sicuramente di essere un capolavoro. Nonostante la brevità e l’incompiutezza il personaggio di Emma, una ragazza intelligente, si rivela subito una delle fantastiche eroine della Austen. Il tema è sempre il matrimonio, e le questioni patrimoniali e le classi sociali.
    Emma figlia di una famiglia povera, trascorre 14 anni della sua vita presso una coppia di zii, ma alla morte di lui la zia si risposa e il nuovo marito si sbarazza della scomoda nipote e la rimanda a casa. La povera Emma, abituata a fare una vita benestante, si vede sfumare anche una consistente eredità e la possibilità di fare un buon matrimonio, ma non si ribella, accetta il suo destino e si adatta alla sua nuova condizione con dignità e coraggio.
    Si presenta l’occasione di un ballo e devo dire che tra i preparativi e i comportamenti dei vari coprotagonisti si riesce ad intravedere quale fantastico romanzo sarebbe stato.

    I Sanditon

    E in questo ulteriore romanzo incompiuto si evidenzia il senso di umorismo e la sottile ironia della Austen nel descrivere queste 2 sorelle e fratelli ipocondriaci che mi hanno strappato più di un sorriso, memorabile la scena della cioccolata calda!

    ha scritto il 

  • 4

    Lady Susan

    Lady Susan, lavoro giovanile della Austen, rivela già la capacità acuta e penetrante di saper delineare i più profondi recessi dell’animo umano, e ciò è reso ancor più evidente perché si tr ...continua

    Lady Susan

    Lady Susan, lavoro giovanile della Austen, rivela già la capacità acuta e penetrante di saper delineare i più profondi recessi dell’animo umano, e ciò è reso ancor più evidente perché si tratta di un personaggio negativo.
    Lady Susan è una donna falsa e meschina, una manipolatrice, dotata una di una profonda malvagità, una donna che non ama la figlia e che la tormenta e la umilia in maniera disgustosa, una donna che porta scompiglio e amarezza ovunque va, non rispettando nemmeno le più elementari regole della buona educazione.

    I Watson

    Ritroviamo la prima Emma, e seppure si riesce ad intravedere l’evoluzione della storia è davvero un peccato che non sia stato concluso, prometteva sicuramente di essere un capolavoro. Nonostante la brevità e l’incompiutezza il personaggio di Emma, una ragazza intelligente, si rivela subito una delle fantastiche eroine della Austen. Il tema è sempre il matrimonio, e le questioni patrimoniali e le classi sociali.
    Emma figlia di una famiglia povera, trascorre 14 anni della sua vita presso una coppia di zii, ma alla morte di lui la zia si risposa e il nuovo marito si sbarazza della scomoda nipote e la rimanda a casa. La povera Emma, abituata a fare una vita benestante, si vede sfumare anche una consistente eredità e la possibilità di fare un buon matrimonio, ma non si ribella, accetta il suo destino e si adatta alla sua nuova condizione con dignità e coraggio.
    Si presenta l’occasione di un ballo e devo dire che tra i preparativi e i comportamenti dei vari coprotagonisti si riesce ad intravedere quale fantastico romanzo sarebbe stato.

    I Sanditon

    E in questo ulteriore romanzo incompiuto si evidenzia il senso di umorismo e la sottile ironia della Austen nel descrivere queste 2 sorelle e fratelli ipocondriaci che mi hanno strappato più di un sorriso, memorabile la scena della cioccolata calda!

    ha scritto il 

  • 5

    "[...]La distrazione dalle idee spiacevoli che solo la lettura può produrre, la faceva rivolgere con gratitudine a un libro"

    Lady Susan
    E' stata una piacevole rilettura. L'avevo commentato nella recensione di Amore e Amicizia, una raccolta di alcuni scritti giovanili di Zia Jane pubblicati dalla casa editrice "La Tartaruga" ...continua

    Lady Susan
    E' stata una piacevole rilettura. L'avevo commentato nella recensione di Amore e Amicizia, una raccolta di alcuni scritti giovanili di Zia Jane pubblicati dalla casa editrice "La Tartaruga".

    I Watson
    Quanto avrei voluto che zia Jane avesse portato a termine questo romanzo. Il personaggio di Emma Watson mi piace tantissimo.
    Qui la mia recensione:
    http://www.sololibri.net/I-Watson-Jane-Austen-81169.html

    Sanditon
    Vale quanto ho detto prima: la reazione spontanea, leggendo queste pagine, è sospirare - e provare una stretta al cuore - pensando che quello che poteva essere il settimo romanzo austeniano non è stato concluso a causa della malattia e della scomparsa della nostra beniamina.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    Questa è una raccolta di tre scritti incompleti. "Lady Susan" è un lavoro giovanile mai presentato all'editore, "I Watson" probabilmente è stato interrotto alla morte del padre, mentre è plausibile ch ...continua

    Questa è una raccolta di tre scritti incompleti. "Lady Susan" è un lavoro giovanile mai presentato all'editore, "I Watson" probabilmente è stato interrotto alla morte del padre, mentre è plausibile che "Sanditon" sia rimasto incompiuto a causa della morte dell'autrice stessa. Ironicamente, i racconti sono ordinati anche secondo il mio grado di apprezzamento: "Lady Susan", infatti, è quello che ho gradito di più, nonostante la protagonista sia un'antieroina, manipolatrice. Susan è una vedova ancora giovane e piacente che cerca di ammogliare a tutti i costi la figlia, finendo, invece, per sposare lei l'uomo scelto per la figlia. "I Watson" è la storia di una ragazza che torna a casa dopo aver trascorso alcuni anni a casa di una ricca zia, ma viene interrotto proprio sul più bello, mentre "Sanditon" è il nome di una località caratterizzata da un clima particolarmente benefico ed è un racconto popolato da ipocondriaci ed è quello che io ho trovato più noioso.
    Si legge in una giornata, in spiaggia.

    ha scritto il 

Ordina per