Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

L'amico

By Giorgio Agamben

(53)

| Others | 9788874521302

Like L'amico ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

7 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Lettura consigliatissima nell'epoca di Facebook e dell'abuso del termine "amico". Ottimo spunto di riflessione.

    Is this helpful?

    Anna Valentina Farina said on Aug 9, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    L’amicizia è così strettamente legata alla definizione stessa della filosofia, che si può dire che senza di essa la filosofia non sarebbe propriamente possibile.

    Is this helpful?

    Ermetis said on Dec 6, 2011 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    "L'amico non è un altro io, ma una alterità immanente nella stessità". E ancora "L'amicizia è questa desoggettivazione nel cuore stesso della sensazione più intima di sè".
    Peccato.

    Is this helpful?

    Mao said on Mar 16, 2010 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    *** This comment contains spoilers! ***

    SPOILER

    In questo minitascabile di 15 minipagine, Agamben cerca d'interpretare il significato dato da Aristotele all'amicizia nell'Etica nicomachea, e ci invita a riflettere sul modo in cui, oggi, le domocrazie "applicano" quella che lui definisce sinestesia ...(continue)

    In questo minitascabile di 15 minipagine, Agamben cerca d'interpretare il significato dato da Aristotele all'amicizia nell'Etica nicomachea, e ci invita a riflettere sul modo in cui, oggi, le domocrazie "applicano" quella che lui definisce sinestesia politica originaria.

    Is this helpful?

    Lucioff said on May 19, 2008 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    *** This comment contains spoilers! ***

    Ultimo di una serie di saggetti spillati pubblicati da un filosofo che seguo molto da vicino. Al solito brillante e splendidamente scritto. Non si può neanche dire sia un divertissement perché poi ha la densità di tutti gli altri suoi scritti (anche ...(continue)

    Ultimo di una serie di saggetti spillati pubblicati da un filosofo che seguo molto da vicino. Al solito brillante e splendidamente scritto. Non si può neanche dire sia un divertissement perché poi ha la densità di tutti gli altri suoi scritti (anche se magari non raggiunge i vertici toccati - restando ai saggi senza note - con quelli raccolti in Mezzi senza fine o Idea della prosa). Anche qui, via Aristotele, nientemeno, una nozione declinata spesso in senso impolitico, quella di amicizia, viene piantata saldamente al centro della politica: "Gli amici non condividono qualcosa (una nascita, una legge, un luogo, un gusto): essi sono con-divisi dall'esperienza dell'amicizia [...] Ed è questa spartizione senza oggetto, questo con-sentire originale che costituisce la politica" (p. 19)

    Is this helpful?

    finO said on Nov 4, 2007 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    da aristotele...

    al sentimento comune di che cos'è "amico" - ma molto molto di più, la scoperta di che differenza c'è fra pensare e pensare con dolcezza.
    Scusa se è poco.

    Is this helpful?

    mics said on Oct 1, 2007 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (53)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
  • Others
  • ISBN-10: 8874521308
  • ISBN-13: 9788874521302
  • Publisher: Nottetempo
  • Publish date: 2007-09-01
Improve_data of this book

Groups with this in collection