L'anno della lepre

Voto medio di 2609
| 380 contributi totali di cui 367 recensioni , 11 citazioni , 1 immagine , 1 nota , 0 video
Giornalista quarantenne a Helsinki, Vatanen ha raggiunto quel momento dell'esistenza in cui di colpo ci si chiede quel "ma perché" che si è cercato sempre di reprimere, nascondendo a se stesso e agli altri che quel grigiore a cui si è arrivati a furi ...Continua
Jessica Fletcher
Ha scritto il 13/07/18
Ormai ho letto abbastanza Paasilinna da ricavare al volo i temi ricorrenti: ecologia, amore per l'ambiente, fuga dalla quotidianità (voluta, ricercata, imposta o capitata per caso), scelte di vita non esattamente ponderate ma alla fine maggiormente a...Continua
Andrea_Magagnato
Ha scritto il 26/06/18
Questo libro sembra quasi imbastire una sfida con il lettore: raccontare una storia di ampio respiro piena di libertà e passione per la propria terra (seppur con qualche frecciatina), attraverso un'avventura lunga un anno dove ne succedono di ogni, c...Continua
A Piccoli Vani
Ha scritto il 25/06/18
SCONSIGLIATO AGLI APPASSIONATI AMANTI DEL FIGURATIVO E DEL REALISMO
La maggior parte dei dettagli riguardanti i protagonisti e la loro vita la troviamo perlopiù nell'introduzione di Fabrizio Carbone, mentre l'autore si concentra maggiormente su " tutta la gamma, insieme, delle caratteristiche della letteratura finnic...Continua
Smilla
Ha scritto il 09/06/18
Simpatico, libro un po' mattacchione, non importa trovarne il senso, dobbiamo sempre trovarne? Ho letto molte recensioni negative qui in Anobii; a me è piaciuto, non sempre è necessario capire. Del resto il romanzo non è pretenzioso, al contrario. Le...Continua
mgt
Ha scritto il 03/06/18

Visionario nel senso positivo del termine. Potessimo tutti trovare la nostra lepre. Rilettura 03/06/18


Isabella Senza
Ha scritto il Jul 05, 2018, 07:14
"La vita non è davvero facile per chi ama gli animali"
Pag. 80
Itaka
Ha scritto il Jul 08, 2016, 06:16
"Ah! Sei tu! gridò la donna inviperita. "Da quale bettola mi telefoni adesso? Torna subito a casa." "Veramente pensavo di non tornare mai più."
Pag. 24
Giulia Covino
Ha scritto il Mar 14, 2016, 09:45
Una vita così la potrebbe condurre chiunque, a condizione di saper prima rinunciare alla vita precedente.
Pag. 94
Giulia Covino
Ha scritto il Mar 14, 2016, 09:39
Un uomo ridotto allo stremo delle forzew ispira un certo timore, ma anche fiducia: al nord quest'uomoha dei diritti che un istinto pieno di tatto gli riconosce.
Pag. 187
Giulia Covino
Ha scritto il Mar 14, 2016, 09:38
Ma com'era possibile che esistesse gente di quella risma? Che gusto ci si prova ad essere così feroci, perchè l'uomo si degrada in modo così crudele?
Pag. 175


Biblioteca...
Ha scritto il Mar 22, 2016, 11:02
Collocazione: NR 891

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi