Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

L'arte del dubbio

By Gianrico Carofiglio

(2912)

| Paperback | 9788838922497

Like L'arte del dubbio ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Anni fa, quando fu pubblicato per la prima volta con un altro titolo, questo libro era diverso da adesso. Gianrico Carofiglio, allora esclusivamente un magistrato ben lontano dai romanzi che ne hanno fatto uno degli autori più amati dal pubblico, l’a Continue

Anni fa, quando fu pubblicato per la prima volta con un altro titolo, questo libro era diverso da adesso. Gianrico Carofiglio, allora esclusivamente un magistrato ben lontano dai romanzi che ne hanno fatto uno degli autori più amati dal pubblico, l’aveva concepito come un manuale sulla tecnica dell’interrogatorio, su come demolire o rafforzare una testimonianza nel dibattimento penale. Ma siccome il testo era tutto costruito su casi concreti, su verbali di veri interrogatori, ebbe una cerchia di lettori più vasta di quella degli specialisti. Evidentemente molti, da «clandestini», in quel libro avevano trovato un inatteso e sorprendente piacere di lettura. Nell’arte controllata di insinuare il dubbio fra i fatti avevano avvertito l’umorismo, ossia il lavoro del contrario. In breve, lo spirito della letteratura, in una raccolta di racconti veristici venati di giallo: pezzi di vita, storie tragiche e comiche di esseri umani presi in avventure e peripezie, di prede e predatori, furbi e poveracci sul palcoscenico del processo che diventa teatro di vita. Da tutto questo lo stimolo a ripubblicarlo oggi, quel libro, liberato dalle parti più tecniche, per tornare ciò che era veramente e non sapeva di essere: una raccolta di racconti giudiziari. Ma, oggi, con un gusto in più. Sono rarissimi i documenti che ci permettono di entrare nell’officina di uno scrittore, osservarlo mentre trova la chiave personale, l’ispirazione, scoprirlo mentre affina le sue armi visionarie e fantastiche. Questo è uno di quei documenti. Carofiglio scopriva il fascino letterario del processo italiano, quella potenzialità di tragedia e commedia, attuata poi nei romanzi dell’avvocato Guerrieri. Con la loro inconfondibile capacità di guardare alla realtà frantumata dall’unica lente forse possibile: le storie, che infatti – osserva Guerrieri – «sono tutto quel che abbiamo».

170 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    A mio parere sintesi perfetta di come si conduce un esame o un controesame in aula ma mi rendo conto che la mia opinione è data da una sorta di deformazione professionale...forse può non essere così bello per i "non addetti ai lavori"!

    Is this helpful?

    Franci_F said on Aug 22, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Quando ci si imbatte per caso,ammesso che esista il caso, in un libro affascinante come questo, lo stupore dell'incontro recita un ruolo importantissimo. Immagini di trovare un libro di riflessioni filosofiche,oppure delle meditazioni più o meno sagg ...(continue)

    Quando ci si imbatte per caso,ammesso che esista il caso, in un libro affascinante come questo, lo stupore dell'incontro recita un ruolo importantissimo. Immagini di trovare un libro di riflessioni filosofiche,oppure delle meditazioni più o meno sagge di un eccellente scrittore,e invece ti imbatti in un testo che è tutt'altro,un testo che originariamente serviva a portare a conoscenza di chi cominciava ad esercitare la professione di avvocato,o di chi lo era già,le tecniche di interrogatorio dei testimoni durante i processi.tecniche che ovviamente avevano avuto largo sviluppo ed impiego soprattutto nei paesi anglosassoni.Ed infatti il testo è pieno di inglesismi,termini tecnici che però hanno la meravigliosa sintesi di quella lingua.Cross examination per esempio,che non è altro che la tecnica per controinterrogare un testimone.Viene spiegato cosa fare e non fare,cosa dire e non dire,come avere una strategia per cercare di portare il testimone dalla propria parte o come,nel caso opposto,cercare di limitare i danni, quando il testimone è troppo attendibile,limitando l'interrogatorio a sfiorare solo alcuni aspetti.Un lavoro fortemente tecnico ma soprattutto psicologico,e il suo fascino è proprio li,con la spiegazione effettiva della teoria riportata a stralci di processi veri,ovviamente omettendo i nomi degli imputati e dei testimoni.Cosi l'esempio non rientra più nella scialba e noiosa teoria,ma prende vivida forma perchè visibili sono gli errori,visibili sono i punti a favore,come visibilissimi sono i risultati finali.Ne viene fuori un quadro non solo interessantissimo di un pezzo del processo,cioè la fase dibattimentale, e quindi anche un modo di applicare la giustizia,la deontologia di un professionista,le scelte che fa,il suo livello di informazione e preparazione al processo,all'escussione dei testi,al saper maneggiare la "materia"diritto con cura e responsabilità, ma soprattutto un'indagine sui meccanismi mentali sia di chi interroga che di chi è interrogato,viene analizzata con fine arguzia la diversità dei ruoli,la pressione esercitata ed esercitabile,tutte quelle sfumature che fanno la differenza tra un avvocaticchio e un professionista esperto e collaudato.Non è un libro per addetti ai lavori,anzi,lo stile è quello inconfondibile dello scrittore,chiaro e lineare,mai noioso o prolisso.E' indicato a tutti coloro che sono affascinati dal mondo giuridico e dal processo in particolare,o anche dalle tecniche per riuscire a giungere ad uno sprazzo di verità.Difatti il libro inizia con uno splendido esempio,porta il film Rashomon,capolavoro di Kurosawa,dove una vicenda viene mostrata nel racconto di quattro persone diverse,ognuna con il suo punto di vista e la sua verità inconfutabile,ma la verità può sopportare tante angolazioni? La verità non è mai oggettiva ma sempre soggettiva,ci dice l'autore,e soprattutto bisogna avere l'umiltà per sapere che non è mai univoca ma ha più lati di un diamante,ed è proprio per questo motivo che le tecniche di interrogatorio servono per scavare,per cesellare,per sottrarre materia grezza e giungere ad un manufatto,proprio come uno scultore davanti al suo blocco di marmo.

    Is this helpful?

    Monellaccio08 said on Nov 14, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Archiviato dopo le prime venti pagine

    Is this helpful?

    MG said on Oct 24, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    L'arte dell'interrogatorio

    Come si conduce l'esame di un testimone. Un libro fondamentale per un avvocato. È un saggio, meglio una riflessione dell'autore sulla sua professione che si legge e cattura quasi fosse un intreccio di Grisham (senza offesa a Carofiglio, che è molto p ...(continue)

    Come si conduce l'esame di un testimone. Un libro fondamentale per un avvocato. È un saggio, meglio una riflessione dell'autore sulla sua professione che si legge e cattura quasi fosse un intreccio di Grisham (senza offesa a Carofiglio, che è molto più bravo dello(ex) avvocato statunitense.

    Is this helpful?

    Trinki said on Oct 5, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Non posso che assegnare 5 stelline a questo saggio estremamente interessante, il quale-spogliato, rispetto alla stesura originale, dei passaggi più ostici ai non addetti ai lavori-tratta principalmente dell' abilità di guidare un controesame in sede ...(continue)

    Non posso che assegnare 5 stelline a questo saggio estremamente interessante, il quale-spogliato, rispetto alla stesura originale, dei passaggi più ostici ai non addetti ai lavori-tratta principalmente dell' abilità di guidare un controesame in sede processuale. Detta così, potrebbe sembrare che il tema trattato sia pensato unicamente per studenti di giurrisprudenza o per i professionisti del campo giuridico, ma non c'è niente di più sbagliato: la capacità di interpretare i fatti che ci vengono detti e cercarne una lettura diversa da quella più ovvia, offrendo così anche ad altri l'opportunità di scoprire nuove verità, è indispensabile anche fuori dalle aule di un tribunale. L'approccio comunicativo con chi ci sta di fronte, i messaggi che diamo e riceviamo-anche quelli non verbali-sono una preziosa consapevolezza che tutti i giorni, nella vita, dovremmo portare con noi. Aggiungo anche che lo stile narrativo e la chiarezza nell'esporre i temi trattati sono innegabili, tanto da poter essere di facile comprensione anche a chi non mastica molto il linguaggio giuridico.

    Is this helpful?

    Chicca said on Aug 21, 2013 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (2912)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
    • 1 star
  • Paperback 231 Pages
  • ISBN-10: 8838922497
  • ISBN-13: 9788838922497
  • Publisher: Sellerio (La memoria ; 734)
  • Publish date: 2007-10-01
  • Also available as: eBook
Improve_data of this book