Las Cinco Personas Que Encontaras En El Cielo

By ,,,,

Publisher: Hyperion

4.1
(6071)

Language: Español | Number of Pages: 322 | Format: Hardcover | In other languages: (other languages) English , Chi traditional , Chi simplified , German , French , Italian , Korean , Swedish , Catalan , Portuguese

Isbn-10: 140130172X | Isbn-13: 9781401301729 | Publish date: 

Also available as: Paperback , Others

Category: Fiction & Literature , Health, Mind & Body , Philosophy

Do you like Las Cinco Personas Que Encontaras En El Cielo ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
From the author of the "New York Times" bestseller "Tuesdays with Morrie" comes a novel that explores the unexpected connections of readers' lives and the idea that heaven is more than a place--it's an answer. [예스24 제공]
Sorting by
  • 0

    Un buon purgatorio più che il paradiso

    Il recupero del senso di quanto vissuto nella propria vita, temi come la comunione con gli altri esseri umani, il perdono, il sacrificio... per me è una buona descrizione di come potrebbe essere immag ...continue

    Il recupero del senso di quanto vissuto nella propria vita, temi come la comunione con gli altri esseri umani, il perdono, il sacrificio... per me è una buona descrizione di come potrebbe essere immaginato un buon purgatorio, la purificazione e il dono del senso del vissuto. Il paradiso, poi, è un'altra cosa.

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    4

    智慧從人生萃取

    雖然過程中有很多字看不懂,但是對它無礙於理解的
    一開始從主角逐漸邁向死亡那一刻說起
    意外過世時已經80幾歲
    我們可以透過幾個生日情形的描述,撇見他人生的概貌
    閱讀過程中伴隨他走過一生
    在天堂遇見的五個人
    讓倫敦報導讀者更深層展示進入他的世界
    受會本書這吸引
    大概的英文因為從中窺見人生了樣貌的吧
    其中的人生際遇偶然狀語從句:出現的智慧之。意大利語
    提點了我關於自己的過去,現在與未來。 ...continue

    雖然過程中有很多字看不懂,但是對它無礙於理解的
    一開始從主角逐漸邁向死亡那一刻說起
    意外過世時已經80幾歲
    我們可以透過幾個生日情形的描述,撇見他人生的概貌
    閱讀過程中伴隨他走過一生
    在天堂遇見的五個人
    讓倫敦報導讀者更深層展示進入他的世界
    受會本書這吸引
    大概的英文因為從中窺見人生了樣貌的吧
    其中的人生際遇偶然狀語從句:出現的智慧之。意大利語
    提點了我關於自己的過去,現在與未來。

    said on 

  • 5

    Penso sia un libro adorabile e molto toccante. L'idea che le vite di tutte le persone siano connesse è veramente interessante. L'ho letto in un pomeriggio. Assolutamente consigliato.

    said on 

  • 4

    Questo libro racconta di Eddie, che ha passato la sua vita a fare il manutentore di un luna park, lavoro che, alla fine, ha ereditato dal padre, lavoro che ha sempre odiato. E purtroppo qui troverà an ...continue

    Questo libro racconta di Eddie, che ha passato la sua vita a fare il manutentore di un luna park, lavoro che, alla fine, ha ereditato dal padre, lavoro che ha sempre odiato. E purtroppo qui troverà anche la morte e il racconto comincia proprio dalla sua fine.
    Da qui in poi viaggiamo con Eddie in Paradiso, dove incontrerà cinque persone che lo aiuteranno a comprendere meglio questo suo passaggio. Ognuna di loro ha una lezione per lui, qualcosa da insegnarli o da svelargli. Viaggiamo con Eddie e pure noi possiamo riflettere sulla vita, sulla morte, sugli affetti, su quello che lasciamo a chi resta e su quello che abbiamo fatto durante la nostra esistenza.
    Alla fine siamo tutti collegati a qualcuno che a sua volta è collegato a qualcun altro che lo collega a noi, anche senza saperlo.

    Non posso che consigliarne la lettura, ma io, forse, sono di parte perché questo è il secondo libro che leggo di Mitch Albom e per me sta diventando una garanzia. Riesce sempre a trovare delle frasi che mi fanno riflettere e commuovere.
    Il suo primo libro "i miei martedì col professore" è sempre tra i suggerimenti che do quando mi chiedono consiglio per una lettura.

    said on 

  • 3

    3.5*
    *Storie della mia vita che non interessano nessuno parte 19192393*
    Il mio cervello, da un mese a questa parte, ha deciso che fuck i ritmi normali, diventiamo anarchici! Perché la notte perder tem ...continue

    3.5*
    *Storie della mia vita che non interessano nessuno parte 19192393*
    Il mio cervello, da un mese a questa parte, ha deciso che fuck i ritmi normali, diventiamo anarchici! Perché la notte perder tempo a dormire quando si potrebbero fare mille cose come.. Pensare alle 392348483 cose da fare, al futuro, alla mia totale inadeguatezza 4evah.. Insomma, il sonno è sopravvalutato, lo sappiamo tutti.
    La cosa assurda è che il mio cervello (sangue del mio sangue, maledetto traditore!) mi prende pure per il culo: alle nove e mezza chiude i battenti e ciao mondo.. Per poi tornare bello pimpante da mezzanotte e mezza/l'una fino alle cinque.
    Oh, simpatia portami via eh!
    Stanotte dopo gli ennesimi pensieri random, dopo lo spuntino, dopo aver ripassato per l'esame, e dopo aver fatto un giretto in casa, mi si è accesa la lampadina del "ma se leggessi un po'?"
    Di portare avanti le mie letture non avevo proprio fantasia (e sì che sono libri BELLERRIMI, ma troppo impegnativi!), Mitch Albom era lì sul comodino.. MIO!
    Fine della storia della mia esistenza, grazie a tutti per la cortese attenzione!

    Parto col dire che mi aspettavo qualcosa più alla "I miei martedì col professore", che mi è piaciuto tantissimo, mi ha scaldato il cuore e fatto anche commuovere parecchio.
    Questo libro, oltre ad essersi dimostrato un ottimo compagno per la follia notturna del mio cervello ed essersi lasciato leggere praticamente ad occhi chiusi, non è riuscito a lasciarmi molto.
    L'idea di fondo in realtà mi è anche parecchio piaciuta, perché ho scoperto di avere un piccolo debole per le trashate New age (sì, sono probabilmente l'unica che è riuscita ad apprezzare "L'ultima riga delle favole" di Gramellini, pur riconoscendo la paraculaggine estrema dell'autore) però per me, Maria, rimane un nì;
    La struttura con i continui flashback ha funzionato e mi è piaciuto il fatto che la 'scusa' per parlare della vita di Eddie fossero i suoi compleanni, in un certo senso punto focale della narrazione.. la scelta delle cinque persone che Eddie incontra in cielo e, conseguentemente, le lezioni di 'vita' (boh, si chiamano comunque così se si fanno ad un morto?!) che esse impartiscono risultano però essere un po' deboli; sì ok, niente è per caso, le esistenze delle persone si intersecano e via discorrendo.. Ma almeno due (su cinque!) sembrano essere state messe lì come rimpiazzo perché le ufficiali avevano altro da fare..
    Non mi è piaciuto nemmeno il fatto di voler redimere a tutti i costi il padre: è un mio tarlo, ma non per forza ci deve essere il vissero felici e contenti ever after PER TUTTI; nella vita reale ci sono persone che sono così come sono - stronze, meschine, 'sporche', farabutte e via dicendo - senza oscuri motivi dietro.. Sono semplicemente così, amen. Quindi ci sta che un personaggio farabutto rimanga tale, no?
    Ma spezzando una lancia a favore dell'autore, mi è piaciuta l'idea della propria idea del paradiso e delle persone che aspettano altre per comunicare il senso profondo dell'esistenza :)
    (Mi sono anche chiesta chi incontrerei io, e ho deciso che non lo voglio sapere.. Sicuro qualcuno che mi farà salire il crimine pure da morta!!!).

    Non sconsiglio il libro, anche se pare che l'ho demolito.. E' una lettura tranquilla che tiene compagnia un paio d'ore, ma di certo non porta l'illuminazione sulla via di Damasco o rivoluzionerà la vostra esistenza! Se non avete mai letto Albom, "I miei martedì col professore" è una piccola chicca :3

    said on 

  • 0

    The five people you meet in heaven, di Mitch Albom

    http://www.meloleggo.it/the-five-people-you-meet-in-heaven-di-mitch-albom_943/

    "Questa è la storia di un uomo chiamato Eddie e comincia dalla fine, con Eddie che muore sotto il sole. Potrebbe sembrare ...continue

    http://www.meloleggo.it/the-five-people-you-meet-in-heaven-di-mitch-albom_943/

    "Questa è la storia di un uomo chiamato Eddie e comincia dalla fine, con Eddie che muore sotto il sole. Potrebbe sembrare strano iniziare una storia dal finale, ma ogni fine è anche un principio. Solo che, quando sopraggiunge, lo si ignora."

    Questa è la storia di ciò che accadde a Eddie dopo la sua morte, avvenuta il giorno del suo ottantatreesimo compleanno, all’interno del parco divertimenti nel quale aveva lavorato per tutta la vita; è la storia di ciò che incontrò da quel momento in poi, delle persone con le quali parlò nel corso del suo viaggio; è la storia di un “dopo” che narra una vita intera, degna di un moderno Forrest Gump.

    Mitch Albom, già famoso al grande pubblico italiano per I miei martedì col professore, affronta un tema difficile, inducendo il lettore a riflettere. Lo fa con una prosa delicata, quasi poetica: perfetta per raccontare anche la più grande paura dell’uomo, ovvero la morte.

    In The five people you meet in he... [continua a leggere su www.MeLoLeggo.it]

    said on 

  • 3

    Mitch Albom si dimostra capace, anche in questo libro, di toccare un tema delicato come quello dell'Aldilà con delicatezza ed una scrittura avvolgente: propone una visione alternativa del Paradiso, in ...continue

    Mitch Albom si dimostra capace, anche in questo libro, di toccare un tema delicato come quello dell'Aldilà con delicatezza ed una scrittura avvolgente: propone una visione alternativa del Paradiso, in cui si incontrano cinque persone che, prima di accedere alla sua ultima destinazione, aiutano il neo-defunto a comprendere ciò che si è lasciato alle spalle, il senso, i perché si e i perché no. E non necessariamente queste cinque persone sono tutte molto significanti per il neo-defunto. Bel libro.

    said on 

  • 4

    *rilettura*

    Ho voluto rileggere questo libro dopo tanti anni,proprio per le emozioni che mi avevano avvolta durante la lettura di allora! Non mi ricordavo male!..... Anche sta volta ho sentito proprio il "profumo ...continue

    Ho voluto rileggere questo libro dopo tanti anni,proprio per le emozioni che mi avevano avvolta durante la lettura di allora! Non mi ricordavo male!..... Anche sta volta ho sentito proprio il "profumo"della tenerezza. Anche se si parla anche di dolore, di sofferenze, di perdita di persone care, quello che ho percepito maggiormente è stata la tenerezza e la docezza delle parole che ci guidano insieme ad Eddie nel suo ultimo viaggio.
    " Il sacrificio. Tutti ne facciamo. Il sacrificio è parte della vita. Così dev'essere. Non è qualcosa da rimpiangere, ma qualcosa a cui aspirare".

    said on 

Sorting by
Sorting by