Las Venas Abiertas de America Latina

By

Publisher: Catalogos

4.4
(719)

Language: Español | Number of Pages: | Format: Paperback | In other languages: (other languages) English , Chi simplified , French , Italian , Portuguese , Chi traditional

Isbn-10: 9508950943 | Isbn-13: 9789508950949 | Publish date: 

Also available as: Others , Mass Market Paperback , eBook

Category: History , Political , Social Science

Do you like Las Venas Abiertas de America Latina ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Sorting by
  • 5

    Un capolavoro da leggere e rileggere.

    Non ho mai creduto, come spesso si legge, che esistano dei libri che ti cambiano la vita. Poi per carità, tutto è soggettivo, però mi è sempre sembrata una frase un po' troppo forte. Credo però che es ...continue

    Non ho mai creduto, come spesso si legge, che esistano dei libri che ti cambiano la vita. Poi per carità, tutto è soggettivo, però mi è sempre sembrata una frase un po' troppo forte. Credo però che esistano dei libri che servano per aprirci la mente, illuminarci su questioni che magari conosciamo poco o ignoriamo, e in quel caso si, possono in parte farci aprire gli occhi, ragionare, farci comprendere.

    È un po' quello che dice Isabelle Allende nella bellissima prefazione di questo immenso capolavoro che è Le vene aperte dell'America Latina. "Esistono libri che fanno riflettere e per questo provocano cambiamenti". Proprio così, forse è questo che voleva fare Eduardo Galeano, e probabilmente leggendo le ultime 30 pagine di questo libro si capisce che ci è riuscito. A raggiunto il suo scopo.

    Il libro è di circa 350 pagine ed è divise in 2 capitoli principali. In sintesi Galeano ripercorre i 5 secoli di storia del continente latino, dall'arrivo degli spagnoli nel 1500, passando per la schiavitù delle tribù indigene allo sfruttamento delle risorse minerarie del ricco territorio sudamericano, fino ad arrivare all'avvento dell'imperialismo e alle dittature pilotate dal Nord America. Il libro infine si conclude con le ultime 30 pagine che ci dicono come, a 7 anni dall'uscita della prima edizione, l'autore ci dica cosa secondo lui è cambiato e cosa invece è peggiorato, ma soprattutto quale è stato l'impatto dell'opera sulla popolazione sudamericana.

    È un lavoro certosino, magnifico, superbo. Questo libro ha vinto diversi premi ma leggendolo si capisce come avrebbe dovuto vincerne almeno il triplo solo per il lavoro di ricerca fatto dall'autore. Ogni capitolo alla fine ha una raffica di note che servono a spiegare i dati riportati e a spiegare meglio alcuni avvenimenti chiave. In ogni paragrafo Galeano passa in rassegna in maniera accurata i vari Stati del sud America e ci dice come questi siano stati depredati dal capitalismo. La domanda principale è: perché questi Stati pur essendo ricchi di materie prime sono tra i paesi più poveri al mondo?
    È colpa loro?
    Chi li ha ridotti così ed in che modo?
    Il liberismo sfrenato è veramente il miglior sistema economico?
    Ed il protezionismo?

    Un viaggio geopolitico ma soprattutto economico in quello che ora è uno dei continenti più poveri e sottosviluppati del mondo pur avendo tutte le carte in regole per poter essere ricchissimo. E di chi è la colpa?

    Proprio dei paesi più ricchi.

    Un libro che scritto in maniera lucida, precisa, esemplare, chiara. Un libro scritto con il cuore dall'autore che mette in quest'opera tutta la "garra" sudamericana, la grinta. Ecco da dove molti calciatori sudamericani prendono quella che da noi europei viene elogiata come "carica agonistica", dalla loro storia. E non è grinta. È rabbia.

    Un libro, in conclusione, che farei leggere a chiunque sia in grado di leggere.

    said on 

  • 4

    Lo sfruttamento selvaggio a cui è stata sottoposta l'America Latina, dalla scoperta delle Americhe agli anni '702 del novecento.
    Galeano ripercorre la storia spiattellando a tutti l'economia di rapina ...continue

    Lo sfruttamento selvaggio a cui è stata sottoposta l'America Latina, dalla scoperta delle Americhe agli anni '702 del novecento.
    Galeano ripercorre la storia spiattellando a tutti l'economia di rapina, le guerre, le dittature, la schiavitù, le risorse naturali sfruttate e diventate non un beneficio ma un maleficio. Si evidenzia il ruolo del debito estero per soffocare le economie nazionali facendo dell'America del Sud solo una miniera o un latifondo per le esigenze di altri.
    Libro scritto come un libro di storia e di economia da un giornalista-scrittore: ricco di dati e una messe di richiami. Necessario per ricordarsi com'è che i paesi del nord del mondo possono permettersi di essere i padroni del mondo: sul sangue e la fame e lo sfruttamento dei poveri del mondo. Ecco cos'è il capitalismo

    said on 

  • 5

    Questo libro è un saggio scritto da un giornalista ma porta con se l'emozione e la voglia di raccontare propria di un romanzo.
    Galeano, esiliato dal suo Uruguay, scrive una memorabile storia dell'Amer ...continue

    Questo libro è un saggio scritto da un giornalista ma porta con se l'emozione e la voglia di raccontare propria di un romanzo.
    Galeano, esiliato dal suo Uruguay, scrive una memorabile storia dell'America Latina e del suo rapporto con il mondo occidentale, una storia tragica lastricata di lacrime e sangue che continua ancora oggi.

    Con lucido e competente realismo, dati alla mano, Galeano smaschera alcune delle falsità più perniciose del novecento, dimostrando senza di via di scampo come il capitalismo sia nato e si regga su una valanga di teschi, come il libero mercato altro non sia che libertà di soggiogare sfruttare e uccidere i diseredati, in ogni paese, come la democrazia e la politica sia purtroppo spesso usata come grimaldello per scardinare le ultime resistenze e aumentare irreparabilmente la differenza di vita e di morte fra un elite di ricchi e una maggioranza di poveri.
    Mostra una volta per tutte i meccanismi all'opera che fanno rimanere schiavo chi ha la sfortuna di nascere nel posto sbagliato. Perchè oggi la fortuna è gran parte questione di geografia.

    Si parte da Pizarro, Cortes e gli altri, che nel giro di cento anni massacrarano 60 milioni di indios (una cifra incredibile se pensiamo che non esistevano armi automatiche e quasi tutto è stato fatto a colpi di machete e coperte infette), passando dallo sfruttamento dei grandi giacimenti minerari, fino alla cultura del latifondo e della monocultura, per approdare alla schiavitù del FMI e del debito.

    Scritto per l'America Latina negli anni '70, brilla oggi più che mai per lucidità e lungimiranza, e aiuta a spiegari fenomeni che sono all'opera tutt'oggi anche alle nostre occidentali latitudini.

    said on 

  • 4

    Cambiano i tempi, ma le discrepanze tra Nord e Sud sono gli occhi di tutti. Il potere degli Stati del Nord si maschera sotto sigle di multinazionali o Organizzazioni bancarie nel dare aiuti economici ...continue

    Cambiano i tempi, ma le discrepanze tra Nord e Sud sono gli occhi di tutti. Il potere degli Stati del Nord si maschera sotto sigle di multinazionali o Organizzazioni bancarie nel dare aiuti economici agli stati del sud al fine di mantenere un effimero potere...

    said on 

  • 5

    寫的是拉美,也像極了這百年來的臺灣。遙遙無期的解殖。
    「金屬源源不斷地從美洲的礦井中流出去,紙上談兵的保護和尊重印地安人的命令也從西班牙朝廷源源不斷地發來。虛偽的法律保護了印地安人,但是現實的剝削使印地安人耗盡了氣血。從奴隸制到服役制,又從服役制到納歲制薪資制,所有這些在合法條件下變相使用印地安勞動力的做法,只不過是表面上改變了他們的實際處境。」

    said on 

  • 5

    Letto da: Peppe.

    Ad un giorno dalla morte di Galeano, scrivere una recensione su un testo fondamentale di denuncia politica dell'imperialismo capitalista in Sud America e della sua origne economica, p ...continue

    Letto da: Peppe.

    Ad un giorno dalla morte di Galeano, scrivere una recensione su un testo fondamentale di denuncia politica dell'imperialismo capitalista in Sud America e della sua origne economica, pare un vezzo inutile. Serve invece a ricordare che scrittori immensi hanno ragione di vivere oltre la morte se i loro suggerimenti saranno accolti e custoditi dai loro lettori, messi a frutto e non solo trasmessi di generazione in generazione. Ed anche questo è alla fine una ovvia banalità. Arrivederci Edoardo.

    said on 

  • 4

    Il rigore di un saggio di carattere socio-economico coniugato con una scrittura avvincente come quella di un romanzo. Dio benedica Galeano, che con questo libro di grande successo, anche se ormai data ...continue

    Il rigore di un saggio di carattere socio-economico coniugato con una scrittura avvincente come quella di un romanzo. Dio benedica Galeano, che con questo libro di grande successo, anche se ormai datato, ha aperto gli occhi al grande pubblico sull'obbrobrioso, disumano sfruttamento dell'America latina da parte del colonialismo prima e del maledetto imperialismo statunitense poi.

    said on 

Sorting by