Las aventuras de Arthur Gordon Pym

By

3.8
(2530)

Language: Español | Number of Pages: 192 | Format: Others | In other languages: (other languages) English , Italian , Portuguese

Isbn-10: 8483360497 | Isbn-13: 9788483360491 | Publish date: 

Also available as: Hardcover , Paperback , Mass Market Paperback

Category: Fiction & Literature , Mystery & Thrillers , Science Fiction & Fantasy

Do you like Las aventuras de Arthur Gordon Pym ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Sorting by
  • 4

    Edgar
    Allan
    Poe

    Arthur
    Gordon
    Pym

    Ma noi già precipitavamo nell’amplesso della cataratta, dove si spalancò un abisso, pronto a riceverci. Ed ecco sorgere sulla nostra rotta un’ammantata figura umana, ...continue

    Edgar
    Allan
    Poe

    Arthur
    Gordon
    Pym

    Ma noi già precipitavamo nell’amplesso della cataratta, dove si spalancò un abisso, pronto a riceverci. Ed ecco sorgere sulla nostra rotta un’ammantata figura umana, di proporzioni ben più vaste di qualunque abitante della terra. E la pelle di questa figura aveva il colore delle nevi immacolate.

    Il bello di questo viaggio è l'avventura in ogni pagina, il finale è solo per chi ha fantasia!

    said on 

  • 2

    Mediocre e deludente.

    Completamente privo di ansia, terrore o suspance, fin troppo descrittivo e senza alcuno spunto interessante. E' la tipica, mediocre avventura piratesca.
    La seconda stellina va esclusivamente allo stil ...continue

    Completamente privo di ansia, terrore o suspance, fin troppo descrittivo e senza alcuno spunto interessante. E' la tipica, mediocre avventura piratesca.
    La seconda stellina va esclusivamente allo stile eccellente: si legge con piacere e le descrizioni degli stati d'animo sono magistrali, quasi tangibili.

    said on 

  • 3

    Molto bella la prima metà del libro, leggendola si capisce bene perché Poe venga considerato un precursore dell'horror psicologico. Poi la tensione cala in maniera decisa, al limite della noia, tanto ...continue

    Molto bella la prima metà del libro, leggendola si capisce bene perché Poe venga considerato un precursore dell'horror psicologico. Poi la tensione cala in maniera decisa, al limite della noia, tanto che ho temuto che non si risollevasse più. Fortunatamente nel finale si riconosce di nuovo Poe, anche se non certo al livello dei suoi racconti migliori. Complessivamente un buon romanzo, il mio voto è 3,5.

    said on 

  • 3

    Prima parte emozionante e molto avvincente; parte centrale noiosa, eccessivamente descrittiva...si riprende più avanti con un pò di suspance.
    L'inizio prometteva molto di più!

    said on 

  • 2

    Stile tipico dell'epoca della scrittura: questa doveva spiegare quel che oggi la nostra cultura dell'occhio vede in un secondo, con diversivi per allungare lo scritto e permettere all'autore di guadag ...continue

    Stile tipico dell'epoca della scrittura: questa doveva spiegare quel che oggi la nostra cultura dell'occhio vede in un secondo, con diversivi per allungare lo scritto e permettere all'autore di guadagnare qualche dollaro in più dalle gazzette che pubblicavano i romanzi.
    Il testo vuole avere lo stile di un diario e di resoconto scientifico: noiose le ripetute descrizioni delle afflizioni da fame e sete. Non è il Poe dei migliori racconti, netti e diretti.
    Leggerlo o non leggerlo non cambia la vita

    said on 

  • 0

    non riuscirai a staccarti

    Questa è quella che si chiama letteratura d'evasione. Non riuscivo a staccarmi. Ottimo libro, eccezionale Poe.
    Avrei tanto tanto da dire su questo romanzo, ma non voglio togliervi la sorpresa. Leggete ...continue

    Questa è quella che si chiama letteratura d'evasione. Non riuscivo a staccarmi. Ottimo libro, eccezionale Poe.
    Avrei tanto tanto da dire su questo romanzo, ma non voglio togliervi la sorpresa. Leggetelo se non l'avete già fatto. D'altronde quale periodo migliore dell'estate per leggere libri così?

    said on 

  • 3

    Amando follemente il Poe dei Racconti del terrore, ho prediletto senza dubbio la prima parte del romanzo, quella relativa all'avventura in mare del protagonista e, soprattutto, al suo conseguente nauf ...continue

    Amando follemente il Poe dei Racconti del terrore, ho prediletto senza dubbio la prima parte del romanzo, quella relativa all'avventura in mare del protagonista e, soprattutto, al suo conseguente naufragio. In questa prima parte sembrano, infatti, affacciarsi le atmosfere riconoscibili nei celebri racconti; la narrazione è davvero sublime.
    Nella seconda parte del romanzo, quella relativa all'esplorazione del polo e al pericoloso incontro con i "selvaggi", la mia attenzione è scemata. Ho sfiorato la noia. Anche il finale mi ha lasciata alquanto perplessa.

    said on 

Sorting by
Sorting by