Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Las pruebas

El corredor del laberinto, 2

By

Publisher: Nocturna (Literatura mágica, 7)

3.8
(665)

Language:Español | Number of Pages: 496 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) English , Chi traditional , German , Italian , Portuguese , Catalan

Isbn-10: 8493920002 | Isbn-13: 9788493920005 | Publish date:  | Edition 1

Translator: Noemí Risco Mateo

Category: Fiction & Literature , Science Fiction & Fantasy , Teens

Do you like Las pruebas ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
El laberinto era sólo el principio

Resolver el laberinto se suponía que era el final. No más pruebas, no más huidas. Thomas creía que salir significaba que todos recobrarían sus vidas, pero ninguno sabía a qué clase de vida estaban volviendo.

Árida y carbonizada, gran parte de la tierra es un territorio inservible. El sol abrasa, los gobiernos han caído y una misteriosa enfermedad se ha ido apoderando poco a poco de la gente. Sus causas son desconocidas; su resultado, la locura.

En un lugar infestado de miseria y ruina, y por donde la gente ha enloquecido y deambula en busca de víctimas, Thomas conoce a una chica, Brenda, que asegura haber contraído la enfermedad y estar a punto de sucumbir a sus efectos. Entretanto, Teresa ha desaparecido, la organización CRUEL les ha dejado un mensaje, un misterioso chico ha llegado y alguien ha tatuado unas palabras en los cuellos de los clarianos. La de Minho dice «el líder»; la de Thomas, «el que debe ser asesinado».

Sorting by
  • 3

    Intermezzo

    Tre stelle - e non quattro come per il primo libro della saga - perché effettivamente mi è sembrato un po' più lento e noioso. Carino, ma non mi spingo oltre.
    Probabilmente, come ha già detto qualcun ...continue

    Tre stelle - e non quattro come per il primo libro della saga - perché effettivamente mi è sembrato un po' più lento e noioso. Carino, ma non mi spingo oltre.
    Probabilmente, come ha già detto qualcun altro, la sua funzione principale è quella di intermezzo tra il primo e il terzo libro, ma l'autore non ne ha anche approfittato molto per spiegare alcune situazioni o domande. In effetti, le questioni irrisolte di Thomas - e di tutti noi, - che ci hanno lasciato col fiato sospeso, sono rimaste tali.
    Spero che il terzo libro sia una bomba, perché il Labirinto mi ha fatta rimanere incollata alle pagine per ore e sarebbe un peccato buttar via tutto. Incrocio le dita!

    said on 

  • 4

    Para mi el primer libro esta un peldaño por encima de la segunda entrega de esta Saga, ya que la tensión y la atmósfera del laberinto y los laceradores han sido más interesantes que las vividas en la ...continue

    Para mi el primer libro esta un peldaño por encima de la segunda entrega de esta Saga, ya que la tensión y la atmósfera del laberinto y los laceradores han sido más interesantes que las vividas en la "Quemadura" con los nuevos monstruos y los raros.

    De lo que no cabe duda es de que esta siendo una saga que esta superando mis expectativas de una gran manera.

    said on 

  • 3

    El primer libro fue trepidante, y Las pruebas empieza muy fuerte, con unos capítulos impactantes que te provocan una pregunta detrás de otra, de esos que te hacen devorar cada una de las páginas y te ...continue

    El primer libro fue trepidante, y Las pruebas empieza muy fuerte, con unos capítulos impactantes que te provocan una pregunta detrás de otra, de esos que te hacen devorar cada una de las páginas y te dejan tan en vilo al final de cada capítulo que es imposible parar de leer. Demasiado trepidante, nos atreveríamos a decir. Tanto que se nos pasó por la cabeza: "¿cómo va a ser capaz el autor de mantener este ritmo durante las casi quinientas páginas que nos quedan por delante?".

    Y puede que sea justo eso lo que pase... Llega un punto en el que este ritmo trepidante baja y nos hace desconectar de la historia. Demasiadas preguntas e incógnitas y muy pocas respuestas. Es una sensación de "más de lo mismo". Para nosotras, este bache en la historia coincide con la aparición de un grupo, unos nuevos personajes, que no entendemos muy bien a qué vienen. No nos han gustado. Parecen "paja" que el autor ha querido meter. Nos han parecido innecesarios y prescindibles. A no ser que en la tercera parte descubramos algo nuevo relacionado con alguno de ellos que nos haga retractarnos de estas palabras... Pero, por ahora, nos da la sensación de que si hubiéramos leído la tercera parte directamente no nos habríamos perdido nada. Y es que al final se te quedan tantas preguntas como al principio. O incluso más. Porque como Dashner no nos de una buena explicación de por qué está pasando todo esto, vamos a enfadarnos mucho.

    Reseña completa: http://www.words-street15.es/2015/06/las-pruebas-de-james-dashner.html

    said on 

  • 5

    Mejor que el primero

    Esta segunda parte para mi gusto ha sido mucho más interesante que la primera. Aunque la lectura no es tan ágil como las de otras sagas de este estilo.

    said on 

  • 2

    due stelle e mezzo

    Questa saga ha il grande pregio di scorrere rapida e tenerti incollata alla pagine. Lo stile è piano ma non impeccabile, la storia molto surreale, ma complessivamente tiene anche se in certi punti rip ...continue

    Questa saga ha il grande pregio di scorrere rapida e tenerti incollata alla pagine. Lo stile è piano ma non impeccabile, la storia molto surreale, ma complessivamente tiene anche se in certi punti ripete un po' se stessa.
    Un buon libro di evasione

    said on 

  • 3

    Decisamente inferiore al I libro, con molte parti fine a se stesse, messe lì tanto per, La fuga sembra solo, a tratti, un lungo intermezzo tra il I e il III. Qualche colpo di scena qua e là, scrittura ...continue

    Decisamente inferiore al I libro, con molte parti fine a se stesse, messe lì tanto per, La fuga sembra solo, a tratti, un lungo intermezzo tra il I e il III. Qualche colpo di scena qua e là, scrittura semplice e fluida. Tutto sommato prende, e fa quello che deve fare per essere un successo commerciale: ti tira fino alla fine.

    said on 

  • 5

    "Ma perché perdi tempo a fare domande, amico? Niente ha mai avuto senso, e probabilmente mai ce l'avrà"

    Appena terminato il secondo capitolo della saga The Maze Runner e ora aspetto con trepidazione che arrivi a casa il pacco con gli ultimi due libri che la compongono. Sono riuscita a leggere questo lib ...continue

    Appena terminato il secondo capitolo della saga The Maze Runner e ora aspetto con trepidazione che arrivi a casa il pacco con gli ultimi due libri che la compongono. Sono riuscita a leggere questo libro prima dell'uscita della trasposizione cinematografica, così potrò valutarla con cognizione di causa. Mi ha sorpreso, nel primo film, che l'elemento della telepatia sia stato completamente cancellato e sono molto curiosa di vedere come si destreggeranno nel secondo visto che qui la telepatia è abbastanza rilevante.
    Comunque sia, finora questa saga non mi ha delusa e mi sta prendendo sempre di più. E mi sto innamorando di Minho!

    said on 

  • 2

    La seconda parte delle avventure dei "corridori di labirinti" di Dashner non decolla, è meno avvincente della prima, un mero intermezzo verso il finale (tanto perché si devono scrivere trilogie). ...continue

    La seconda parte delle avventure dei "corridori di labirinti" di Dashner non decolla, è meno avvincente della prima, un mero intermezzo verso il finale (tanto perché si devono scrivere trilogie).

    said on 

  • 2

    Non cominciate questa saga!

    Tutto quello che c'era stato di buono nel primo libro è stato prontamente massacrato in questo sequel.
    Il libro parte subito fortissimo ma poi si rivela tutt'altro: parti noiosissime e fini a se stess ...continue

    Tutto quello che c'era stato di buono nel primo libro è stato prontamente massacrato in questo sequel.
    Il libro parte subito fortissimo ma poi si rivela tutt'altro: parti noiosissime e fini a se stesse alternate a situazioni sempre più assurde e inverosimili. Le cose che sembravano interessanti all'inizio del libro vengono affrontate in maniera approssimativa come se fossero cose marginali. Ma la cosa più negativa rimane senz'altro il fatto che non viene spiegato quasi niente della trama principale, ci ritroviamo esattamente come alla fine del primo libro. Solo che stavolta alle spalle c'è in più un libro pieno di assurdità e di vuoto assoluto. L'unica parola che mi viene in mente dopo questa lettura è "filler". Non vorrei che con troppa presunzione si cerchi il modo di far soldi con saghe che sembrano promettere bene, in ogni caso a me questo capitolo sembra proprio il risultato di questa situazione.
    Ora mi trovo a dover leggere il terzo, ma l'unica cosa che non mi fa abbandonare è veramente la necessità di un finale. Di sicuro non lo inizierò nel prossimo periodo perché il ricordo negativo di questo è ancora troppo forte. Poi ci sono altri tre libri? Per dire cosa? Lasciate perdere, fidatevi!

    said on 

Sorting by