Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Lasciami entrare

By John Ajvide Lindqvist

(2166)

| Paperback | 9788831790109

Like Lasciami entrare ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

A Blackeberg, quartiere degradato alla periferia ovest di Stoccolma, ilritrovamento del cadavere completamente dissanguato di un ragazzo segnal'inizio di una lunga scia di morte. Sembrerebbe trattarsi di omicidi rituali,ma anche c'è anche chi Continue

A Blackeberg, quartiere degradato alla periferia ovest di Stoccolma, ilritrovamento del cadavere completamente dissanguato di un ragazzo segnal'inizio di una lunga scia di morte. Sembrerebbe trattarsi di omicidi rituali,ma anche c'è anche chi pensa all'opera di un serial killer. Mentre nelquartiere si diffonde la paura, il dodicenne Oskar, affascinato dalle impresedell'assassino, gioisce segretamente sperando che sia finalmente giunta l'oradella rivalsa nei confronti dei bulletti che ogni giorno lo tormentano ascuola. Ma non è l'unica novità nella sua vita, perché Oskar ha finalmenteun'amica, una coetanea che si è appena trasferita nel quartiere. Presto i dueragazzini diventano più che semplici amici. Ma c'è qualcosa di strano in Eli,dal viso smunto, i capelli scuri e i grandi occhi. Emana uno strano odore, nonha mai freddo, se salta sembra volare e, soprattutto, esce di casa soltanto lanotte... "Lasciami entrare" è una tenera e crudele storia d'amore, vendetta evampiri, un racconto fantastico e commovente sul dolore dell'infanzia e laforza dell'amicizia, dove sangue e orrore devono piegarsi alla potenzadell'amore e alla voglia di vivere.

752 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Un libro dai temi forti. La tematica horror/soprannaturale passa molto in secondo piano; il vero fulcro della storia è la rappresentazione di una società malata e di tutti i suoi risvolti più bassi: alcolismo, pedofilia, violenza domestica, povertà e ...(continue)

    Un libro dai temi forti. La tematica horror/soprannaturale passa molto in secondo piano; il vero fulcro della storia è la rappresentazione di una società malata e di tutti i suoi risvolti più bassi: alcolismo, pedofilia, violenza domestica, povertà e abbandono ad ogni livello sociale e psicologico. Una Svezia inedita per me, abituata a pensare i Paesi del Nord come immuni da queste problematiche.
    Interessante anche il tentativo dell'autore di dare delle "basi scientifiche" al vampirismo, sebbene a mio avviso poco rilevanti.
    Pecca di questo romanzo è la lentezza con cui si dipana. Un inizio molto sotto tono e poco carico di suspence. Tantissime storie parallele che vengono alla fine a intrecciarsi, ma che ci mettono a mio avviso davvero troppo. Inoltre alcune situazioni sono risolte alla fine in modo decisamente poco chiaro, affrettando un finale che il lettore ha atteso con grande aspettativa.

    Is this helpful?

    Manuela Oldani said on Sep 26, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    *** This comment contains spoilers! ***

    Deludente e scontato. la storia è ovvia, senza mistero: cosa fa un vampiro? succhia il sangue. come fa a procurarsi il sangue? aggredisce le sue vittime o si fa aiutare da un complice. Perché un complice lo aiuta? perché ne è affascinato. I personagg ...(continue)

    Deludente e scontato. la storia è ovvia, senza mistero: cosa fa un vampiro? succhia il sangue. come fa a procurarsi il sangue? aggredisce le sue vittime o si fa aiutare da un complice. Perché un complice lo aiuta? perché ne è affascinato. I personaggi sono talmente insignificanti che non ci si affeziona neanche un po'. ci fosse almeno un po' di mistero, un giallo da risolvere: niente. La storia e chiara e ovvia fin dall'inizio. Non ho parole per descrivere quanto non mi è piaciuto: una perdita di tempo.

    Is this helpful?

    Slowsloth said on Sep 16, 2014 | Add your feedback

  • 8 people find this helpful

    Mille diverse solitudini.
    Di recente mi è capitato di incrociare in un altro libro (Fat Boy Swim) quello che è un tema fondamentale di Lasciami entrare, il bullismo, a dimostrazione che è un problema che non conosce latitudini e longit ...(continue)

    Mille diverse solitudini.
    Di recente mi è capitato di incrociare in un altro libro (Fat Boy Swim) quello che è un tema fondamentale di Lasciami entrare, il bullismo, a dimostrazione che è un problema che non conosce latitudini e longitudini. Davvero non capisco la cattiveria che è insita in certi ragazzini e non mi basta la risposta che probabilmente in famiglia non sono capiti e seguiti abbastanza. Perché allora vorrebbe dire che tutti sono autorizzati a commettere le peggio cose, sempre e comunque, se hanno subito un torto... Quello sarebbe peggio del far west o della legge del taglione, sarebbe apocalisse e impossibilità di uscire di casa. Che è la soluzione che adottano Oskar ed Eli...anche se per diversi motivi. Qui siamo in una fredda Svezia, desolata, nel lontano 1981, gli adulti hanno problemi di identità e di quotidianità al pari dei piccoli e forse l'unica soluzione è un mondo "altro", nel quale alla fine un vampiro finisce per diventare un angelo (e io ho tifato seriamente per alcune "eliminazioni") e il caos regna sovrano...
    Anni fa mi capitò di vedere una prima trasposizione di questo libro, in un piccolo cinema (che è una chiesa sconsacrata, luogo perfetto per questa visione), con un'amica e ci eravamo prese un po' di ansia... salvo che poi le scene che dovevano essere più di impatto, ci avevano fatto ridere e le avevamo trovate fuori posto. Un po' lo stesso mi è successo nel libro, grande atmosfera, ma qualche scena l'avrei evitata. Interessante.
    Tre e mezzo.

    Is this helpful?

    Chiara White said on Aug 24, 2014 | 5 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    *** This comment contains spoilers! ***

    cupo, freddo e...

    Oskar è un ragazzino vittima del bullismo. Non è molto popolare e quando viene catturato e picchiato dai suoi coetanei l'unica cosa che pensa è "speriamo che finisca presto". A casa è spesso solo perchè la madre lavora e il padre se ne è andato a viv ...(continue)

    Oskar è un ragazzino vittima del bullismo. Non è molto popolare e quando viene catturato e picchiato dai suoi coetanei l'unica cosa che pensa è "speriamo che finisca presto". A casa è spesso solo perchè la madre lavora e il padre se ne è andato a vivere in un'altra città.

    Eli va a vivere vicino a Oskar. E' una creatura in apparenza fragile e emaciata. Non emana un odore gradevole ma in compenso spicca salti degni di una ginnasta olimpica. Con lei abita un uomo piuttosto anziano che Oskar scambia in un primo momento per il padre.Ma è tutt'altro...

    Due solitudini diverse ma entrambe terribili, sangue, morte, amore e disperazione. Un concentrato di sentimenti ma...non è riuscito ugualmente a rapirmi.Non ho provato empatia per nessuno (forse solo un pochino per Ghosta e i suoi millemila gatti) e vi dirò di più : trovo Hakan uno dei personaggi più disgustosi e rivoltanti che abbia incontrato fin'ora nella mia vita di accanita lettrice :-/

    Is this helpful?

    Lorely said on Jul 18, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Ben tornata tradizione!!!!
    Eh si, possiamo dirlo! Per tutti coloro che hanno sempre apprezzato le storie di vampiri, che sono cresciuti fedeli a quella tradizione resa famosa a partire da B. Stoker, e che si emozionano nel rivedere “Nosferatu”, “Lasc ...(continue)

    Ben tornata tradizione!!!!
    Eh si, possiamo dirlo! Per tutti coloro che hanno sempre apprezzato le storie di vampiri, che sono cresciuti fedeli a quella tradizione resa famosa a partire da B. Stoker, e che si emozionano nel rivedere “Nosferatu”, “Lasciami entrare” rappresenta un ritorno alla luce! Dopo tutta quella pattumiera diabetica e smielata che la letteratura e la cinematografia ci ha proposto negli ultimi anni; dopo tutte quelle storie adolescenziali di vampiri liceali, bellissimi, dalla pelle luccicante e alla guida di macchine costose, che si innamorano di deboli compagne di classe con problemi di socievolezza ma bellissime; dopo tutto ciò l’autore di questo romanzo ci ricorda che i vampiri, se messi alla luce del sole, non luccicano, ma bruciano! E’ così che è sempre stato e sta qui tutto il fascino di questa figura!
    Parlando del vampiro di “lasciami entrare”, anche qui lo scrittore si prende alcune libertà, piccole libertà che non fanno altro che rendere la storia più interessante. Egli rimane, però, fedele alla tradizione.
    Per questo motivo il romanzo è un ottimo esempio di come si possono ancora scrivere nuove e affascinanti storie intorno all’ antica figura del non-morto; storie che, pur parlando di amore, amicizia e solitudine tra esseri umani e vampiri, mantengono la propria dignità, discrezione, serietà, come se fossero amori diversamhttp://librosulcomo.it/?s=lasciami+entrareente normali.

    Is this helpful?

    Librosulcomò said on Jul 1, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book