Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

L'avversario !! SCHEDA DOPPIA !!

By Emmanuel Carrere

(52)

| Hardcover

Like L'avversario !! SCHEDA DOPPIA !! ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Scheda DOPPIA, da non aggiungere in libreria.

La scheda corretta dell’edizione Einaudi anno 2002, dotata di codice ISBN, si trova qui

http://www.anobii.com/books/01c43c5d1477b3559f/

183 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 2 people find this helpful

    Ho ascoltato per la prima volta la storia agghiacciante di Jean Claude Romand raccontata in radio da Carlo Lucarelli. Da quella sera mi sono ripromesso di leggere il libro di Carrere ma ne ho rimandato più volte la lettura per il disagio che provoca ...(continue)

    Ho ascoltato per la prima volta la storia agghiacciante di Jean Claude Romand raccontata in radio da Carlo Lucarelli. Da quella sera mi sono ripromesso di leggere il libro di Carrere ma ne ho rimandato più volte la lettura per il disagio che provoca la storia e per il timore che il libro potesse essere deludente. Invece la lettura si è rivelata molto coinvolgente: il libro va decisamente oltre la cronaca nera e si interroga sugli aspetti più profondi e sul lato oscuro dell'uomo.

    Is this helpful?

    Enrico Meriggi said on Sep 9, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Compassione. Tanta, tantissima compassione.
    Per Mary-France e la sua sconfinata fiducia nella bontà umana.

    Storia: 4 stelle e mezzo anche 5.
    Stile dell'autore: 1 stella e mezzo forse 2.
    Facciamo 3 di media.

    Is this helpful?

    Bee said on Sep 9, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Se si potessero mettere sei stelle, anziché le cinque che al massimo sono possibili, se le meriterebbe tutte.
    Di fronte ad un terribile e vero fatto di cronaca nera, spesso ci sono due modi che vengono usati per raccontarlo: o si usa il metodo "sbatt ...(continue)

    Se si potessero mettere sei stelle, anziché le cinque che al massimo sono possibili, se le meriterebbe tutte.
    Di fronte ad un terribile e vero fatto di cronaca nera, spesso ci sono due modi che vengono usati per raccontarlo: o si usa il metodo "sbatti il mostro in prima pagina", tipico dei giornali che sulla cronaca nera puntano, oppure si adotta il punto di vista sempre e comunque giustificazionista e ci si "innamora" dell'assassino, fino a dimenticare che non è la vittima ma il colpevole, come avviene peraltro per alcune persone, di cui il libro stesso dà conto.
    La bellezza e profondità del libro, sta invece nell'abilità dell'autore di avere un punto di vista assolutamente obiettivo, che gli consente una narrazione per nulla emotiva, come il resoconto di un'autopsia.
    ne viene fuori il ritratto di una persona che diventa schiavo delle proprie bugie, al punto che per giustificare le precedenti deve sempre inventarne di nuove, fino a che mentire non basta più ma ormai, incapace di distinguere la realtà e la menzogna, sceglie di commettere un delitto ancora più grave.
    La verità, sembra suggerire Carrere, è la strada più semplice, ma richiede il coraggio di saperla affrontare fin da subito

    Is this helpful?

    darcko said on Aug 25, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Sembra impossibile che sia una storia vera! E' difficile comprendere come una persona possa arrivare a tanto. L'autore è molto bravo a raccontare i fatti senza giudicare. Consigliato.

    Is this helpful?

    Abafraxe said on Aug 25, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    ...quando è altro da sè

    Confermo che la scrittura di C. Non mi piace, e per questo ho mollato Limonov ma l'approccio si. È funzionale, al racconto, secco, banale quasi respingente come una soap recitata male. Tutto però dannatamente reale, come il protagonista nella sua san ...(continue)

    Confermo che la scrittura di C. Non mi piace, e per questo ho mollato Limonov ma l'approccio si. È funzionale, al racconto, secco, banale quasi respingente come una soap recitata male. Tutto però dannatamente reale, come il protagonista nella sua santificazione finale. Consigliato per codificare la banalità delle cronache giornaliere dei nostri killer da telegiornale

    Is this helpful?

    Lalara said on Jul 27, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book