Le Chuchoteur

(plp) (cc)

By

Editeur: Le Livre de Poche

4.0
(5038)

Language: Français | Number of pages: 512 | Format: Paperback | En langues différentes: (langues différentes) Italian , Spanish , Dutch , German , Portuguese , English , Danish , Chi traditional

Isbn-10: 2253157201 | Isbn-13: 9782253157205 | Publish date: 

Aussi disponible comme: Others

Category: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Aimez-vous Le Chuchoteur ?
Devenez membre de aNobii, voyez si vos amis l'ont lu et découvrez des livres du mème genre!

Inscrivez-vous gratuitement
Description du livre
Sorting by
  • 3

    Bello ma c'è un qualcosa che non va, forse di troppo...

    In un bosco vengono ritrovate le braccia di cinque bambine scomparse e poco dopo anche quello di una sesta. Nulla si sa di quest'ultima bambina, nessuna denuncia della sua scomparsa, nessun genitore c ...continuer

    In un bosco vengono ritrovate le braccia di cinque bambine scomparse e poco dopo anche quello di una sesta. Nulla si sa di quest'ultima bambina, nessuna denuncia della sua scomparsa, nessun genitore che la stia cercando e possa così essere d'aiuto alle indagini per quel poco tempo che rimane per salvarla; perché in base all'intuizione di Mila e Golam e agli esami patologici, la Squadra Speciale giunge alla conclusione che la bambina numero sei è ancora viva. Inizia così a svelarsi una catena del male che sembra non finire mai: quando pensano di avere trovato il colpevole se ne scopre un altro e poi un altro.. e così via lasciandomi anche un po' perplessa perchè la catena secondo me è troppo lunga e complessa e ho avuto la sensazione che mi fosse sfuggito qualcosa.
    Ogni pagina è permeata dal male e la nostra Squadra Speciale con il male ci deve convivere ogni istante del giorno, non c'è pace nemmeno dopo l'orario di lavoro, non c'è modo di evitarlo, il lavoro della squadra è stanarlo, ma come fai se lo vedi anche nel riflesso dello specchio?

    Da non perdere le note finali

    dit le 

  • 4

    Mila Vasquez, agente specializzata nel ritrovamento di persone scomparse, viene affiancata alla squadra di Goran Gavila per contribuire alla cattura di uno spietato serial killer che ha rapito e uccis ...continuer

    Mila Vasquez, agente specializzata nel ritrovamento di persone scomparse, viene affiancata alla squadra di Goran Gavila per contribuire alla cattura di uno spietato serial killer che ha rapito e ucciso cinque bambine di età compresa tra i 7 e i 13 anni.
    Dalla trama, in apparenza lineare, sembra si tratti di un thriller come tutti gli altri, per cui non riuscivo a spiegarmi il successo e le critiche entusiastiche pressoché unanimi.
    La verità è che in questo libro non c'è nulla di lineare e di canonico, poiché niente è come sembra e il lettore viene spiazzato da continui stravolgimenti di trama.
    Lo stile di Carrisi, conformemente a quello dei migliori esponenti della letteratura gialla, è semplice e scevro di fronzoli (a differenza di quello eccessivamente ricercato di un altro grande romanzo d'esordio, "Io uccido" di Faletti). Trattandosi del primo libro del filone dedicato alla poliziotta Vasquez l'autore, nonostante la fitta trama, dedica più di qualche pagina alla presentazione del personaggio al lettore, rendendo quest'ultimo edotto del suo passato e delle motivazioni che l'hanno spinta ad occuparsi di crimini efferati come i sequestri di bambini ed adolescenti.
    Unica pecca, che da divoratrice seriale di romanzi gialli mi ha leggermente infastidita, è il fatto che alcune delle svolte nelle indagini siano dovute esclusivamente alle geniali intuizioni dei protagonisti. Questo elemento toglie al lettore la metà del divertimento, poiché è praticamente impossibile formulare ipotesi sui risvolti successivi della trama.
    Complessivamente questo libro mi è piaciuto molto, per cui provvederò al più presto a recupere gli altri romanzi di Carrisi, che si è rivelato decisamente all'altezza delle mie aspettative.
    Se vi va passate a trovarmi sulla mia pagina Facebook: https://www.facebook.com/piccolabiblioteca

    dit le 

  • 3

    Per essere bello è bello, ma.......

    .....ad un certo punto ha accavallato un pò troppe storie,troppi personaggi (tutti uno peggio dell'altro ma qua si parla di seral killers e quindi....),troppi flashback.Carrisi mi piace e questo è il ...continuer

    .....ad un certo punto ha accavallato un pò troppe storie,troppi personaggi (tutti uno peggio dell'altro ma qua si parla di seral killers e quindi....),troppi flashback.Carrisi mi piace e questo è il secondo suo libro che leggo ma ad un certo punto ha cominciato a inserire troppe storie parallele che poi si sono intersecate con quella principale.Avrei preferito leggere una storia con meno protagonisti e rimanere concentrata sulla trama principale.
    Finale aperto.....come non piace a me.

    dit le 

  • 5

    sorprendente..

    Non so come mai, ma non avevo grosse aspettative dal thriller italiano...questo però le ha decisamente superate. Ben scritto, ti spinge a "divorarlo", con un finale per niente scontato. Il serial kill ...continuer

    Non so come mai, ma non avevo grosse aspettative dal thriller italiano...questo però le ha decisamente superate. Ben scritto, ti spinge a "divorarlo", con un finale per niente scontato. Il serial killer solitamente è iperinflazionato, ma Carrisi l'ha gestito molto bene

    dit le 

  • 3

    Bello ma.....

    Ho iniziato a leggere questo libro in quanto avevo già letto "Il tribunale delle anime" dello stesso scrittore e volevo iniziare a leggerli tutti.
    All'inizio il libro si presenta molto bene, fin dalle ...continuer

    Ho iniziato a leggere questo libro in quanto avevo già letto "Il tribunale delle anime" dello stesso scrittore e volevo iniziare a leggerli tutti.
    All'inizio il libro si presenta molto bene, fin dalle prime pagine il lettore cerca di capire chi sia questo detenuto che è in cella; poi con il susseguirsi della storia incontriamo la nostra protagonista Mila con tutti i co-protagonisti e lì iniziano i "problemi".
    Lo scrittore si sofferma troppo sui problemi della protagonista e la sua vita togliendo così quel pizzico di atmosfera che il lettore si è creato.
    La vita di tutti gli altri protagonisti non vengono analizzati il come dovrebbero (un minimo di storia, famiglia, interessi ecc).
    I salti temporali non aiutano il lettore in quanto si ritrova di punto in bianco a leggere del passato della nostra protagonista (ampiamente descritto nelle pagine precedenti) e lascia chi legge con l'amaro in bocca in quanto nota che c'è stata un'interruzione improvvisa senza una conclusione che possa giustificare questo salto temporale.
    In conclusione posso dire che comunque sia la storia è bella nel suo complesso, di certo non aspettatevi chissà cosa. Leggete questo libro solo se non avete altri libri da leggere.

    dit le 

  • 5

    Piacevolissima sorpresa

    Da tempo cercavo di leggere questo romanzo d'esordio di Carrisi incuriosito dalle recensioni entusiastiche e devo dire di essere rimasto colpito in maniera più che positiva. E' stato divorato in pochi ...continuer

    Da tempo cercavo di leggere questo romanzo d'esordio di Carrisi incuriosito dalle recensioni entusiastiche e devo dire di essere rimasto colpito in maniera più che positiva. E' stato divorato in pochi giorni, grazie alla trama avvincente, mai scontata, ricca di colpi di scena fino alle pagine finali, dove nulla è mai scontato come si era portati a pensare. Uno dii quei libri che non vorresti mai lasciare perchè poco a poco ti fanno affezionare ai protagonisti e proprio per questo aspetto impaziente di leggere il prossimo. Consigliatissimo!

    dit le 

  • 3

    Sembrerà strano ma la cosa che mi ha colpito di più è stata la mancanza di ambientazione che mi ha un po' destabilizzato.Ritmo incalzante.Esagerato nel trasformare diversi protagonisti del bene nel ma ...continuer

    Sembrerà strano ma la cosa che mi ha colpito di più è stata la mancanza di ambientazione che mi ha un po' destabilizzato.Ritmo incalzante.Esagerato nel trasformare diversi protagonisti del bene nel male.

    dit le 

  • 4

    Ottimo ritmo, serrato e veloce, attira gli occhi del lettore una pagina dopo l'altra. Buona la storia, con un intreccio mai banale, piuttosto avvincente. Bello!

    dit le 

Sorting by
Sorting by