Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Le Goût des pépins de pomme

By Katharina Hagena

(13)

| Paperback | 9782253157052

Like Le Goût des pépins de pomme ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

162 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    me l'ha prestato la mia sorellina

    un libro molto carino, ve lo consiglio!
    Uhm. Che recensione misera. Non è da me. Mi sa che questo libro lo devo ricercare in biblioteca e dargli la recensione che merita. Molto carino non basta, anche perchè anche ad esso è legato un bellissimo ricor ...(continue)

    un libro molto carino, ve lo consiglio!
    Uhm. Che recensione misera. Non è da me. Mi sa che questo libro lo devo ricercare in biblioteca e dargli la recensione che merita. Molto carino non basta, anche perchè anche ad esso è legato un bellissimo ricordo d'amicizia.

    Is this helpful?

    Lamianicchia said on Sep 21, 2014 | Add your feedback

  • 8 people find this helpful

    Ritornare nella casa in cui ha trascorso la propria infanzia è, per la giovane Iris, l’occasione per rievocare le donne della propria famiglia.
    Tra rovi e ribes bianchi, tra gli odori della campagna e dei giardini d’inverno, tra il profumo di mele b ...(continue)

    Ritornare nella casa in cui ha trascorso la propria infanzia è, per la giovane Iris, l’occasione per rievocare le donne della propria famiglia.
    Tra rovi e ribes bianchi, tra gli odori della campagna e dei giardini d’inverno, tra il profumo di mele boskoop e cox orange e l’odore di vecchie pietre, tra i giochi e i ricordi della propria infanzia, Iris racconterà gli amori e i segreti di tre generazioni di donne. La sua famiglia, nella buona e nella cattiva sorte.
    Un romanzo dai toni malinconici, incentrato sul ricordo, sulla verità e sulla dimenticanza. Delicato, proprio come i profumi della campagna della Germania del nord, e commovente.

    “Dimenticare era un modo per ricordare. Ma era vero anche il contrario: ricordare era un modo per dimenticare”.

    Is this helpful?

    Aria Saracena said on Aug 1, 2014 | 1 feedback

  • 2 people find this helpful

    banalotto...

    In Germania è un best seller. Mi sono incuriosita (anche per il titolo carino) e l'ho letto con qualche aspettativa. Invece è scorso via velocemente e senza lasciare traccia.
    Non che sia privo di spunti interessanti e di una certa regolarità della ...(continue)

    In Germania è un best seller. Mi sono incuriosita (anche per il titolo carino) e l'ho letto con qualche aspettativa. Invece è scorso via velocemente e senza lasciare traccia.
    Non che sia privo di spunti interessanti e di una certa regolarità della trama, ma di certo non è un capolavoro, anzi..
    I personaggi sono piatti e abbastanza prevedibili. L'unico che poteva dare dei buoni frutti -la zia Inga che rilascia scariche elettriche al contatto- è stato appena abbozzato e un po' buttato via.
    Anche l'aspetto stilistico mi ha lasciata perplessa e più volte mi sono chiesta se per caso fosse un problema di traduzione. Non lo saprò mai.
    Lettura estiva senza pretese.

    Is this helpful?

    PiccolaMela said on Jul 20, 2014 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    carino ma niente di particolare... non mi è rimasto molto

    Is this helpful?

    Simona said on Jul 15, 2014 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    Classico esempio di recensione fuorviante.......

    "Bootshaven, lontano nord della Germania. L'odore di mele e' intenso e pungente e avvolge la vecchia casa e il giardino......" Una sana curiosita' da una premessa tanto onirica verrebbe e invece? Tremendamente banale e alquanto deludente.

    Is this helpful?

    Jenny said on Feb 27, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Niente di eccezionale, questo romanzo, ha solo un titolo promettente e una buona pubblicità.
    La trama è piuttosto piatta. Viene raccontato in prima persona dalla protagonista Iris, che eredita la casa della nonna in un villaggio sperduto vicino Brema ...(continue)

    Niente di eccezionale, questo romanzo, ha solo un titolo promettente e una buona pubblicità.
    La trama è piuttosto piatta. Viene raccontato in prima persona dalla protagonista Iris, che eredita la casa della nonna in un villaggio sperduto vicino Brema. E' questa l'occasione per ricordare (la parola RICORDO e il verbo DIMENTICARE sono una chiave del libro) le sue vicende familiari e analizzare tutti i membri della sua famiglia (la nonna malata, le zie imperscrutabili, la cugina scomparsa prematuramente, il nonno nazista, la vicina di casa ambigua). Non c'è alcun ordine in questi ricordi, non c'è un filo che li leghi e ogni tanto si ha l'impressione di perdersi tra i nomi delle diverse generazioni.
    Non manca l'inevitabile storia d'amore sdolcinata, col belloccio di turno che ovviamente cade ai piedi della protagonista. E non manca l'inevitabile pizzico di magia che ultimamente viene distribuito in tutti i romanzi, del tipo piante che fioriscono senza ragione, nella stagione sbagliata. Inutile dire che non c'entra nulla.
    Mah.

    Is this helpful?

    Arya said on Feb 23, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book