Le Médecin d'Ispahan

By ,,

Editeur: LGF - Livre de Poche

4.3
(2390)

Language: Français | Number of pages: 603 | Format: Paperback | En langues différentes: (langues différentes) English , Spanish , German , Catalan , Italian , Portuguese , Dutch , Polish

Isbn-10: 2253052353 | Isbn-13: 9782253052357 | Publish date: 

Aussi disponible comme: Others

Category: Fiction & Literature , History , Medicine

Aimez-vous Le Médecin d'Ispahan ?
Devenez membre de aNobii, voyez si vos amis l'ont lu et découvrez des livres du mème genre!

Inscrivez-vous gratuitement
Description du livre
Sorting by
  • 5

    Interessante romanzo ambientato attorno all'anno mille fra Inghilterra, Persia e altri paesi. Protagonista un apprendista cerusico che sogna di diventare medico, una professione di non facile apprendi ...continuer

    Interessante romanzo ambientato attorno all'anno mille fra Inghilterra, Persia e altri paesi. Protagonista un apprendista cerusico che sogna di diventare medico, una professione di non facile apprendimento (solo in Persia si può trovare la vera medicina) e svolgimento (la Chiesa osteggia medici e cerusici, partendo dal presupposto che solo Dio abbia il diritto e il potere di decidere delle sorti dell'uomo). Oltre che fra diversi paesi, il libro si snoda fra diverse culture e religioni, così il lettore si trova a imparare molto non solo sulla medicina dell'epoca, ma anche sulla Torah e sul Corano, sulle usanze e sui limiti che contraddistinguono le tre grandi religioni monoteistiche. Le vicende umane (politica, guerra, vizi e passioni) influiscono sulle vicende del protagonista e voler imparare come aiutare il prossimo diventa un vero e proprio atto eroico. Un libro che mette a nudo sia la ricchezza che la povertà dell'essere umano. Non so quanto il libro sia preciso dal punto di vista della ricostruzione storica (ad esempio nella ricostruzione della vita quotidiana nel Medio Evo), ma la mia impressione è che questo romanzo, oltre a raccontare una vicenda, ci insegni o ricordi molte cose. Interessante come (abituati a lamentarsi dei difetti e dei limiti della nostra epoca e società) ci si possa trovare a ringraziare di essere nati in questi tempi, in cui possiamo godere di invenzioni quali l'anestesia, gli antibiotici ecc. Anche le tempistiche necessarie per realizzare i propri progetti fanno riflettere, leggendo una storia ambientata in un'epoca in cui per raggiungere un paese straniero possono essere necessari anni, mentre al contrario già da piccoli si può essere responsabili di un'intera famiglia.

    dit le 

  • 4

    Ottimo racconto di un vero medico, appassionato, innamorato della vita e delle persone. A mio avviso si dilunga un po' troppo nel descrivere le varie vicissitudini vissute in Persia, ma per il resto è ...continuer

    Ottimo racconto di un vero medico, appassionato, innamorato della vita e delle persone. A mio avviso si dilunga un po' troppo nel descrivere le varie vicissitudini vissute in Persia, ma per il resto è veramente coinvolgente. Bravo Gordon.

    dit le 

  • 4

    Romanzo davvero piacevole, con un'ottima e coinvolgente ricostruzione storica. E' stato bello passeggiare con Rob nella Londra mediavale, tra i boschi inglesi, nel torrido deserto ed arrivare con lui ...continuer

    Romanzo davvero piacevole, con un'ottima e coinvolgente ricostruzione storica. E' stato bello passeggiare con Rob nella Londra mediavale, tra i boschi inglesi, nel torrido deserto ed arrivare con lui fino a Espahan, la metà del mondo.

    dit le 

  • 3

    Carino

    Scritto, bene, si legge volentieri e fa passare il tempo. Interessante quando parla della vista delle comunita ebraiche nel medioevo, e quando parla della scuola di medicina di Avicenna. Finale tutto ...continuer

    Scritto, bene, si legge volentieri e fa passare il tempo. Interessante quando parla della vista delle comunita ebraiche nel medioevo, e quando parla della scuola di medicina di Avicenna. Finale tutto sommato scontato.

    dit le 

  • 2

    Prescindendo dal fatto che questo romanzo possa piacere oppure no, fa sicuramente meditare l'analisi della collocazione storica e dell'evoluzione dei fatti narrati: ci troviamo nel mondo conosciuto, n ...continuer

    Prescindendo dal fatto che questo romanzo possa piacere oppure no, fa sicuramente meditare l'analisi della collocazione storica e dell'evoluzione dei fatti narrati: ci troviamo nel mondo conosciuto, nel periodo dell'anno mille, in cui si poteva liberamente circolare, e nel quale cattolici, ebrei e musulmani convivevano, anche con qualche tensione, ed interagivano rivolti verso il progresso e soprattutto la conoscenza. Non esistevano passaporti, permessi di soggiorno, clandestini ecc. ogni persona era considerata per quello che era e che dava. La multiculturalità era un valore aggiunto e non un problema da risolvere in modo drastico: Se tutto ciò poteva essere praticato in quel periodo storico che venne in seguito considerato come " anni bui ", pensiamo bene a quale tinte rivolgerci per collocare il periodo storico contemporaneo.

    dit le 

  • 5

    Un bellissimo affresco dell'Alto Medio Evo, legato alla medicina e alla conoscenza del tempo, in un susseguirsi di vicende che trasportano il lettore in un mondo diverso e affascinante.

    dit le 

  • 5

    Uno spettacolo

    Il mio approccio alla lettura di questo libro non era dei migliori...avevo paura avesse una componente di fantasia troppo marcata...invece è un romanzo di assoluto spessore!!
    Anzi...una pagina tirava ...continuer

    Il mio approccio alla lettura di questo libro non era dei migliori...avevo paura avesse una componente di fantasia troppo marcata...invece è un romanzo di assoluto spessore!!
    Anzi...una pagina tirava l altra e leggerlo ë stato un viaggio bellissimo all interno del mondo intorno al anno 1000.

    dit le 

Sorting by