Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Le cinque stirpi

Di

Editore: TEA (Teadue)

3.9
(678)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 635 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8850221258 | Isbn-13: 9788850221257 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Roberta Zuppet

Disponibile anche come: Altri

Genere: Fiction & Literature , Science Fiction & Fantasy

Ti piace Le cinque stirpi?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
La Terra Nascosta è circondata da una catena montuosa pressoché impenetrabile, nella quale si aprono soltanto cinque passaggi, difesi dalle cinque stirpi dei nani. All'interno, uomini, elfi e nani vivono in armonia, governati e protetti dai sei maghi che controllano le porte d'accesso. Improvvisamente, però, la porta che chiude il Passo Settentrionale viene aperta e un esercito di orchi e albi - creature simili agli elfi, ma votate al male - comincia a infiltrarsi e a soggiogare parte dei territori. Tuttavia le forze oscure sanno che, per conquistare il dominio assoluto della Terra Nascosta, devono spezzare l'unione dei maghi e individuano colui che può tradire gli altri: Nudin, uno stregone assetato di conoscenza che cede alle lusinghe dell'ombra. Adesso le orde degli invasori possono dilagare e ai popoli della Terra Nascosta non rimane che un'unica speranza: secondo un'antica leggenda, infatti, la sola arma che può uccidere un mago posseduto dallo spirito del male è la Lama di Fuoco, un'ascia costituita dai metalli più preziosi, che deve essere forgiata col fuoco del drago e battuta in una fucina sotterranea. Chi potrà compiere un'impresa tanto estrema?
Ordina per
  • 3

    Dopo un inizio un po' lento il ritmo è migliorato e la storia non mi è dispiaciuta. Forse l'autore ha esagerato un po' nello stilizzare i personaggi, che sembrano quasi più macchiette, però nel ...continua

    Dopo un inizio un po' lento il ritmo è migliorato e la storia non mi è dispiaciuta. Forse l'autore ha esagerato un po' nello stilizzare i personaggi, che sembrano quasi più macchiette, però nel continuo potrebbero migliorare...

    ha scritto il 

  • 4

    ok

    prima vera serie con protagonisti dei nani... fortunatamente Markus non si allontana molto dal filone fantasy e ricalca molto bene i luoghi comuni come i nani che odiano gli elfi ecc... il libro è ...continua

    prima vera serie con protagonisti dei nani... fortunatamente Markus non si allontana molto dal filone fantasy e ricalca molto bene i luoghi comuni come i nani che odiano gli elfi ecc... il libro è molto scorrevole, scritto bene anche se con i nomi dei protagonisti molto simili delle volte si creavano dei piccoli "misunderstanding" tutto sommato 4 stelle + che meritate sperando che i libri seguenti siano migliori o almeno della stessa fattura di quest'ultimo :)

    ha scritto il 

  • 3

    Avventuroso, ma un po' banale

    L'idea non era male in fondo. I nani sono personaggi spesso usati "di contorno" nelle saghe fantasy. Qui si da loro maggior spessore e identità. Buona l'idea di dividerli in stirpi, dando a ognuna ...continua

    L'idea non era male in fondo. I nani sono personaggi spesso usati "di contorno" nelle saghe fantasy. Qui si da loro maggior spessore e identità. Buona l'idea di dividerli in stirpi, dando a ognuna caratteristiche e talenti peculiari. Peccato però la realizzazione. Il linguaggio è semplice, e questo può star bene. Scorrevole, rapido, senza fronzoli (anche se qualche finezza ogni tanto compare specie verso la fine). Però la prevedibilità è alta, le battaglie raccontate male, liquidate in fretta prima che il lettore venga coinvolto. Ho sempre indovinato ciò che sarebbe accaduto con due pagine di anticipo e questo ha rovinato il pathos. Ci sono ingenuità anche a livello stilistico (mi viene in mente il commento della voce narrante messo tra parentesi a un certo punto, in cui sottolinea che ci crede che i protagonisti avevano paura! O l'annunciare l'esito di un dialogo prima di introdurlo), probabilmente penalizzate anche da una traduzione non eccellentissima (ma comunque dignitosa). In poche parole, una lettura leggera, avventurosa, che si rende migliore giusto nelle 50 pagine finali. Speriamo che sia più maturo nel secondo (anche perché ho comprato tutti e cinque i libri in un colpo solo :P Cosa che non farò mai più!)

    ha scritto il 

  • 4

    Nani ovunque!!!

    Tungdil è un nano orfano, adottato da uno stregone ha passato tutta la sua vita tra gli umani. Il suo sogno è quello di scoprire le sue origini e viaggiare fino ai regni della sua gente, ma non sa ...continua

    Tungdil è un nano orfano, adottato da uno stregone ha passato tutta la sua vita tra gli umani. Il suo sogno è quello di scoprire le sue origini e viaggiare fino ai regni della sua gente, ma non sa che i suoi sogni stanno per realizzarsi, solo non nel modo che ha sempre fantasticato. Il nostro nano, ovvio protagonista del libro, viene chiamato nel Regno dei Secondi per l’elezione del nuovo imperatore dei Nani e non come semplice votante, ma come candidato al trono. Durante il viaggio, accompagnato dai simpatici gemelli nani Boindil e Boendal, Tungdil viene a conoscenza di fatti terribili che mettono in pericolo tutta la Terra Nascosta. Un grande male, la Terra Estinta, preme da nord per invadere il pacifico regno con orchi, goblin e albi (nuovo nome per identificare gli elfi malvagi), ma non solo, il potere della Terra Estinta è riuscito a corrompere uno dei sei stregoni che proteggono la Terra Nascosta trasformandolo in Nôd'onn “il Duplice” e attaccando quindi le terre libere sia dall’esterno che dall’interno. Il male sembra dilagare ovunque, ma Tungdil e i suoi compagni si stagliano in difesa della patria partendo per un’epica avventura che li porterà a forgiare la Lama di Fuoco, l’unica arma capace di uccidere il mago malvagio e fermare l’avanzata della Terra Estinta.

    Le Cinque Stirpi ricalca profondamente tutti i cliché del fantasy classico, elfi e nani che si odiano, i regni degli umani sempre divisi, maghi buoni e malvagi, orchi e mezz’orchi che invadono le terre libere, un’arma magica da trovare e un grande male da sconfiggere. Niente di nuovo sotto il sole quindi, ma alcuni spunti interessanti e alcune novità permettono al libro di non diventare carta straccia. Prima di tutto, l’intera vicenda ha come protagonisti principali i nani, che di solito sono relegati a figure secondarie o di supporto. Proprio per questo ruolo principale, Heitz ha costruito ad hoc una geografia e una politica nanesca, suddividendoli in cinque stirpi ognuna con proprie caratteristiche e ognuna con una sua storia. Secondariamente Heitz ha voluto dare un taglio cruento ai combattimenti, con sangue ovunque e arti mozzati a profuzione, decisamente d’effetto. Quindi è il libro fantasy perfetto? Ovviamente no, alcune scene sono altamente discutibili (un gruppo di nani entra in una città di umani, uccide dei mercenari in una taverna e poi scappa senza che nessuno dica niente???) e varie volte Heitz si “perde via” e la narrazione si fa più caotica e meno dettagliata dando un senso di “troppo in troppo poco spazio”, sembra cioè che l’autore abbia voluto inserire troppe cose, troppi dettagli del suo mondo, troppe idee e situazioni che sono li per i fatti loro, senza spiegazione e senza sviluppi che lasciano il lettore un po’ stranito. Le Cinque Stirpi è ottimo libro fantasy che non si discosta dal fantasy tolkeniano, la lettura è molto scorrevole, senza tempi morti e senza dilungarsi troppo in descrizioni superflue, Heitz ci porta un passo dietro l’altro fino al finale (scontato) dell’opera, non raggiungendo però la profondità e l’immersività del citato maestro Tolkien.

    Voto: 4/5

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    1

    Le cinque stirpi - Markus Heitz - Recensione

    Non ci siamo. Un fantasy scontato e banale che ho lasciato a metà. La trama è vista e rivista: cinque stirpi di nani controllano ciascuna una porta magica che da accesso alle Terre Nascoste dove ...continua

    Non ci siamo. Un fantasy scontato e banale che ho lasciato a metà. La trama è vista e rivista: cinque stirpi di nani controllano ciascuna una porta magica che da accesso alle Terre Nascoste dove vivono elfi e uomini e dove vorrebbero entrare orchi, mezz'orchi e albi - gli elfi cattivi - per spargere il potere del Signore Oscuro No-dunn - o qualcosa del genere. Il protagonista è un nano di nome Tungidil, che fa il fabbro nel regno degli umani governato dal mago Lot-Ionan. Tungidil è stato trovato da bambino dagli umani e allevato da loro. La trama è banale, lo stile è pomposo e tolkieniano nella peggior accezione. Fino a dove ho letto, sapevo prevedere in anticipo cosa sarebbe successo dopo. Se volete leggere una recensione più dettagliata, andate sul mio blog!

    http://marcellonicolini.blogspot.it/2012/10/le-cinque-stirpi-markus-heitz-recensione.html

    ha scritto il 

  • 5

    Consigliato a: gli amanti dei nani di tutti i mondi, da D&D a Warhammer passando per Biancaneve

    La recensione di tutta la saga qui!

    http://demiurghiracconti.blogspot.it/2012/07/biblioteca-markus-heitz-la-saga-dei-nani.html

    ha scritto il 

  • 5

    Ero incerta su questo libro, che ha come protagonisti i nani, solitamente relegati a ruoli minori. Invece si è rivelato essere un fantasy classico molto ben fatto, proseguirò la serie.

    ha scritto il 

  • 4

    Promosso!

    Premettendo di non aver mai amato il genere fantasy, e quindi di non avere proprio gli strumenti per fare un paragone, questo mi ha coinvolto. Sono ancora convinta che questi non siano esattamente i ...continua

    Premettendo di non aver mai amato il genere fantasy, e quindi di non avere proprio gli strumenti per fare un paragone, questo mi ha coinvolto. Sono ancora convinta che questi non siano esattamente i miei tipi di libri ideali, ma alla fine mi ha emozionato, e l'importante in un libro è anche questo :)

    ha scritto il 

  • 4

    era un po' che non leggevo un fantasy e nonostante sia legato alle ambientazioni Forgotten Realms ho trovato molto piacevole e ben scritta questa nuova saga. La storia procede ricca di avvenimenti e ...continua

    era un po' che non leggevo un fantasy e nonostante sia legato alle ambientazioni Forgotten Realms ho trovato molto piacevole e ben scritta questa nuova saga. La storia procede ricca di avvenimenti e tiene sempre la curiosità viva e l'interesse a un buon livello.

    Il romanzo è conclusivo ma magari tra un po' potrei leggere il secondo...

    ha scritto il 

Ordina per