Le città invisibili

di | Editore: Einaudi
Voto medio di 8882
| 958 contributi totali di cui 757 recensioni , 201 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
«Non è detto che Kublai Kan creda a tutto quello che dice Marco Polo quando gli descrive le città visitate nelle sue ambascerie»: così comincia un resoconto di viaggi attraverso città che non trovano posto in nessun atlante. All’estraniamento geograf ...Continua
Marco
Ha scritto il 08/11/18
E' la seconda volta che lo leggo, ma confesso che anche questa volta mi è piaciuto all'inizio e mi ha stancato alla fine. Non si può negarne il valore inventivo ed evocativo, né la qualità altissima della scrittura. Però, anche questa volta, la mia i...Continua
Ventieventitre
Ha scritto il 01/11/18
Non sum dignus...
Chi sono io per 'recensire' un libro del genere? Un modesto lettore può solo commentare un oggetto così straniante come questo. Sì, si tratta di un oggetto, fatto a poliedro (come dice Calvino stesso). Una raccolta modulare ed ordinabile in vari modi...Continua
Myeo
Ha scritto il 16/09/18
Italo Calvino immagina i dialoghi e i luoghi visitati da Marco Polo durante il suo lungo viaggio. E le numerose città che descrive al Kublai Kan sono luoghi fantastici, a volte onirici e al di fuori della realtà ma in ogni suo racconto ci troviamo se...Continua
Paige91
Ha scritto il 19/04/18

Poetico ed evocativo, eppure non riesco a dare più di tre stelle approssimate..non credo possa definirlo uno dei libri di Calvino che mi è piaciuto di più. Una volta conclusa la lettura è come se tutto fosse scivolato via

Vincenzo Scorrano
Ha scritto il 04/04/18
Una chiave
Le città invisibili è uno dei pochi libri che hanno cambiato la mia prospettiva, con il dono di una chiave: dare un un nuovo ordine agli spazi - e reali e invisibili. La chiave è una nuova prospettiva dinamica e multiforme: è una domanda che Marco Po...Continua

Ulysse78
Ha scritto il Feb 23, 2018, 06:23
[...] una è la città in cui s'arriva la prima volta, un'altra quella che si lascia per non tornare; ognuna merita un nome diverso
Pag. 57
Irene
Ha scritto il Mar 15, 2017, 22:32
L'inferno dei viventi non è qualcosa che sarà; se ce n'è uno, è quello che è già qui, l'inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme. Due modi ci sono per non soffrirne. Il primo riesce facile a molti: accettare l'inferno e divent...Continua
Pag. 170
Irene
Ha scritto il Mar 15, 2017, 21:36
A questo punto Kublai Kan s'aspetta che Marco parli d'Irene com'è vista da dentro. E Marco non può farlo: quale sia la città che quelli dell'altipiano chiamato Irene non è riuscito a saperlo; d'altronde poco importa: a vederla standoci in mezzo sareb...Continua
Pag. 132
Irene
Ha scritto il Mar 15, 2017, 21:24
Il fine d'ogni partita è una vincita o una perdita: ma di cosa? Qual era la vera posta? Allo scacco matto, sotto il piede del re sbalzato via dalla mano del vincitore, resta un quadrato nero o bianco. A forza di scorporare le sue conquiste per ridurl...Continua
Pag. 129
Irene
Ha scritto il Mar 14, 2017, 22:04
La città esiste e ha un semplice segreto: conosce solo partenze e non ritorni.
Pag. 61

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi