Le confessioni di Nat Turner

Voto medio di 60
| 14 contributi totali di cui 8 recensioni , 6 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Ha scritto il 25/10/15
« La cosa più futile che si possa fare è mettersi ad almanaccare sulle alternative, affaticarsi su come sarebbe stata la nostra vita se le circostanze non l'avessero avviata per una certa direzione piuttosto che per un'altra. ...
...Ciononostante, è una debolezza alla quale, quando la malasorte ci colpisce, quasi tutti soggiaciamo. »Un pomeriggio qualsiasi di ottobre, anno 2015. Non riesco bene ancora a raggruppare tutti i pensieri, le emozioni e più in generale il ...Continua
Ha scritto il 30/06/14
Che dire...grandioso? definire questo libro è difficile, scrittura perfetta, trasposizione romanzata dalle 7000 parole della 'vera' Confessione di Nat Turner prima di essere giustiziato, colpevole di aver programmato e guidato la rivolta degli ...Continua
Ha scritto il 13/05/11
Un romanzo sontuoso!
  • 3 mi piace
  • 1 commento
Ha scritto il 03/01/11
Grande e corposo romanzo sulla rivolta di schiavi capeggiata da Nat Turner nel 1831. Ampio respiro narrativo e il personaggio del protagonista indimenticabile.
  • 1 mi piace
Ha scritto il 21/12/10
Raskolnikov negro
Rileggerlo dopo quasi quarant’anni, quando l’avevo dimenticato, è stata una consolazione. Leggendo Amatissima mi era venuto in mente “Un letto di tenebre” di Styron e il suo Missisipi. No, non può essere, mi dicevo: là si tratta di ...Continua
  • 10 mi piace
  • 3 commenti

Ha scritto il Oct 19, 2015, 18:45
Pure, lei non era mai uscita neanche per un momento dal regno dei registri, dei conti, delle ricevute, dei bilanci, dei cordoni di borsa, dei profitti, dei quattrini, come se l'essere al quale parlava, e intorno al quale aveva intessuto tante ...Continua
Pag. 307
Ha scritto il Oct 19, 2015, 18:45
Ma perché vivono, gli uomini? Ma perché lottano così, con l'aria, con il nulla?
Pag. 307
Ha scritto il Oct 19, 2015, 18:45
La cosa più futile che si possa fare è mettersi ad almanaccare sulle alternative, affaticarsi su come sarebbe stata la nostra vita se le circostanze non l'avessero avviata per una certa direzione piuttosto che per un'altra. Ciononostante, è una ...Continua
Pag. 150
Ha scritto il Oct 19, 2015, 18:44
«Il cristianesimo! Saccheggi, stragi, rapine! Morte e distruzione! E miseria e sofferenza per innumerevoli generazioni. Ecco che cosa ha fatto il tuo cristianesimo, reverendo. Ecco quali sono stati i frutti della tua missione, ed ecco qual è stato ...Continua
Pag. 115
Ha scritto il Oct 19, 2015, 18:43
(Non appena temo un male, esso mi colpisce; e quel che pavento, mi piomba addosso. Non trovo posa, né requie, né pace, il tormento è continuo.)
Pag. 64

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi