Le cose che restano

di | Editore: NN Editore
Voto medio di 72
| 23 contributi totali di cui 19 recensioni , 4 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Il padre di Grace crede nella scienza e costruisce per la figlia una casa di bambole con luci che si accendono davvero. La madre di Grace le racconta leggende africane e trascrive la storia dell’universo in una stanza dalle pareti dipinte di nero. Gr ...Continua
Lilli
Ha scritto il 17/08/18

Adoro i libri in cui il personaggio narrante è un bambino. Personaggi suggestivi, una scrittura fresca e divertente, una narrazione spassosa ma carica di tensione. Consigliato vivamente.

CriSting
Ha scritto il 25/06/18
Grace ha 8 anni e cresce con un padre pragmatico e una madre con mille idee e con quella che si potrebbe dire, la testa per aria. Lui affronta la vita con serietà e metodo, lei invece racconta fiabe, tesse storie, inventa mondi e modi diversi. Uno è...Continua
CriSting
Ha scritto il 25/06/18
Grace ha 8 anni e cresce con un padre pragmatico e una madre con mille idee e con quella che si potrebbe dire, la testa per aria. Lui affronta la vita con serietà e metodo, lei invece racconta fiabe, tesse storie, inventa mondi e modi diversi. Uno è...Continua
LadyRock
Ha scritto il 17/01/18

Diosanto che tranvata

Nurseka
Ha scritto il 05/04/17

Mia madre diceva che le pietre erano cose che durano e sarebbero rimaste molto tempo dopo che le persone se ne fossero andate. "Altre cose che restano sono gli oceani,il metallo e i corvi".


Sidner
Ha scritto il Aug 28, 2016, 23:04
Se vedi la tua bellezza dalla prospettiva dei sogni, il destino ti dona una luce smagliante e ti apre gli occhi alla felicità.
Pag. 182
Sidner
Ha scritto il Aug 28, 2016, 23:03
In tutto e per tutto siamo ammantati di splendore, grandi e piccoli.
Pag. 168
Sidner
Ha scritto il Aug 28, 2016, 23:02
Ti rendi conto che alla fine della sua vita Jean-Paul Sartre rinunciò all'esistenzialismo e si diede alle torte?
Pag. 63
Ubiqua...
Ha scritto il Jul 09, 2016, 15:05
«Una volta» disse mia madre «non esisteva il buio totale. Persino di notte, la luna era luminosa quanto il sole. L’unica differenza stava nella luce, che era blu. Vedevi tutto per chilometri e chilometri e non faceva mai freddo. Si chiamava crepuscol...Continua
Pag. 6

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi