Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Le donne più belle si vedono negli aeroporti

Corti di Carta 2008 n°23

By Diego De Silva

(130)

| Paperback

Like Le donne più belle si vedono negli aeroporti ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

12 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Divertente e veloce.

    Mancano un po' le riflessioni pseudo filosofiche che l'io narrante di De Silva è solito fare, però la storia è agile e scattante, narrata bene e diverte anche.

    Is this helpful?

    Antoturi said on Jun 21, 2012 | 1 feedback

  • 2 people find this helpful

    Carino, come tante cose di De Silva. Che sta al Sud come Vitali sta al Nord.

    Is this helpful?

    Nove said on Jan 1, 2011 | Add your feedback

  • 6 people find this helpful

    "..sono fatto così: quando mi aspetto il peggio gli vado addirittura incontro.."

    Letto in treno da Roma a Senigallia.
    Davvero spassoso e carino...in un punto ridevo da sola con grande sconcerto dei miei vicini.

    Is this helpful?

    ღMichelaღ said on Aug 21, 2010 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Diego De Silva mi concilia con le parole e con le storie che vi si possono narrare. Un suo scritto è un antidepressivo evocativo naturale. E' una vera alchimia dell'intelligenza. Per gli effetti che induce mi viene da considerarlo, con una associazio ...(continue)

    Diego De Silva mi concilia con le parole e con le storie che vi si possono narrare. Un suo scritto è un antidepressivo evocativo naturale. E' una vera alchimia dell'intelligenza. Per gli effetti che induce mi viene da considerarlo, con una associazione che al momento non saprei definire se appropriata o assurda, il Mozart della pagina scritta. Sarà anche assurda, ma la musica, la bella musica che stimola le sinapsi io l'ho "sentita" davvero. Smile.
    Solo tre stelle perchè è (un) "corto". :)

    Is this helpful?

    Maui said on May 10, 2009 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Di nuovo sui corti - 23 novembre 2008

    Non conoscevo De Silva, ma sembra piacevole la scrittura. Mi fa arrabbiare invece lo scippo delle idee sulle canzoni anni ’70. Da approfondire il discorso sullo psicologo. Un racconto che esce facile dalla penna, passando dal lettino dello psicanalis ...(continue)

    Non conoscevo De Silva, ma sembra piacevole la scrittura. Mi fa arrabbiare invece lo scippo delle idee sulle canzoni anni ’70. Da approfondire il discorso sullo psicologo. Un racconto che esce facile dalla penna, passando dal lettino dello psicanalista (dell’io-narrante un po’ depresso) all’abbordaggio della bella dama ed al lasciarsi (e qui si sa bene il perché). Credo sia il caso di approfondire questo autore, che fonti mi dicono scorrevole. Ed il meccanismo narrativo, pur nella brevità funziona. Vari piani di scrittura, per narrare il momento di un incontro e di un abbandono. Piacevole. Ripeto, comunque, che tutta la parte sui testi delle canzoni anni settanta mi è stata scippata alla grande. Ma ci rifaremo prima o poi.

    Is this helpful?

    Giogio53 said on Nov 23, 2008 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (130)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
    • 1 star
  • Paperback 64 Pages
  • ISBN-10: A000144971
  • Publisher: RCS - Corriere della Sera
  • Publish date: 2008-09-20
Improve_data of this book

Margin notes of this book