Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Le famiglie più malvagie della storia

Di

2.7
(11)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 528 | Formato: Altri

Isbn-10: 8854132071 | Isbn-13: 9788854132078 | Data di pubblicazione: 

Ti piace Le famiglie più malvagie della storia?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 2

    Sono da sempre appassionata di libri storici. Questo però è solo un elenco di nomi buttato giù mettendoci di contorno un contesto storico. Ecco cosa è. Mi sono fermata alla quindicesima pagina, ...continua

    Sono da sempre appassionata di libri storici. Questo però è solo un elenco di nomi buttato giù mettendoci di contorno un contesto storico. Ecco cosa è. Mi sono fermata alla quindicesima pagina, non credo lo finirò.

    ha scritto il 

  • 2

    L'argomento è interessante, il problema è che le storie trattate sono troppo vaste per essere descritte in poche pagine. Al massimo può servire come spunto per informarsi diversamente sui vari ...continua

    L'argomento è interessante, il problema è che le storie trattate sono troppo vaste per essere descritte in poche pagine. Al massimo può servire come spunto per informarsi diversamente sui vari temi.

    ha scritto il 

  • 4

    Piccolo vademecum della malvagità nei secoli, ripartita però a livello di clan, parentado, coppia, famiglia: ossia, delinquere insieme è più produttivo e crudele che farlo da soli. Un punto di ...continua

    Piccolo vademecum della malvagità nei secoli, ripartita però a livello di clan, parentado, coppia, famiglia: ossia, delinquere insieme è più produttivo e crudele che farlo da soli. Un punto di vista storico sicuramente accurato ed interessante.

    ha scritto il 

  • 2

    Quando Papa Borgia e lo zio Michele sono nello stesso libro

    Forse c'è qualcosa che non quadra. I primi capitoli, dedicati alle dinastie (Giulio-Claudii, Borgia, Pizarro, Tudor, Romanov), sono a volte un po' imprecisi e/o parziali, comunque non appassionanti. ...continua

    Forse c'è qualcosa che non quadra. I primi capitoli, dedicati alle dinastie (Giulio-Claudii, Borgia, Pizarro, Tudor, Romanov), sono a volte un po' imprecisi e/o parziali, comunque non appassionanti. Quando si inizia, invece, a virare su delitti, bande e dittatori (da Messina Denaro a Olindo e Rosa, dalla Uno Bianca a Bin Laden) si va meglio. Ecco, forse la cosa che non quadra è quella. A che pro chiamare malvagie delle dinastie che ammazzavano esattamente quanto le altre, come peraltro specificano pure gli autori? La Storia dovrebbe rimanere al di fuori di questo libro: una Elisabetta I che condanna a morte la cugina è una storiaccia, ma non c'entra niente con una Sabrina Misseri che strangola la propria. Il nesso apparente (la sanguinarietà) è, appunto, apparente. **1/2

    ha scritto il