Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Le gambe dell'assassino

Di

3.4
(12)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 256 | Formato: Altri

Isbn-10: 8862204019 | Isbn-13: 9788862204019 | Data di pubblicazione: 

Genere: Mystery & Thrillers

Ti piace Le gambe dell'assassino?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    Nel contesto dell'immigrazione clandestina in Svezia si snoda l'indagine poliziesca dell' isp. Elina Wiik. Buona trama. Buona la denuncia della tragedia umanitaria sottostante.

    ha scritto il 

  • 3

    Tre stelle e mezzo, perché...

    La tematica è importante e serissima: il mercato che sta dietro l'immigrazione clandestina, i pericoli e icrimini che vi albergano. Il libro scorre, è indubbiamente scritto bene, ma non traccia un solco. Ha la forza di una storia singola, non dipinge un quadro. E quindi non rimane molto. Val comu ...continua

    La tematica è importante e serissima: il mercato che sta dietro l'immigrazione clandestina, i pericoli e icrimini che vi albergano. Il libro scorre, è indubbiamente scritto bene, ma non traccia un solco. Ha la forza di una storia singola, non dipinge un quadro. E quindi non rimane molto. Val comunque la pena di leggerlo.

    ha scritto il 

  • 4

    Ottimo libro,ben scritto che affronta in modo serio uno dei temi più attuali e scottanti del momemonto,quello dell'immigrazione clandestina è lo fà approfondedo tutto quello che questo comporta
    dal razzismo alla discriminazione,dal mercato umano e al suo vile sfruttamento.
    Consigliato ...continua

    Ottimo libro,ben scritto che affronta in modo serio uno dei temi più attuali e scottanti del momemonto,quello dell'immigrazione clandestina è lo fà approfondedo tutto quello che questo comporta
    dal razzismo alla discriminazione,dal mercato umano e al suo vile sfruttamento.
    Consigliato

    ha scritto il