Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Le gazze ladre

Di

Editore: A. Mondadori (Oscar Bestsellers; 1328)

3.8
(1872)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 427 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8804516372 | Isbn-13: 9788804516378 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Annamaria Raffo

Disponibile anche come: Altri , Copertina rigida , eBook

Genere: Fiction & Literature , History , Mystery & Thrillers

Ti piace Le gazze ladre?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Reims, maggio 1944. Un gruppo di partigiani tenta l'assalto al castello diSainte-Cécile, centro nevralgico dei collegamenti tra le forze di occupazionetedesche. L'attacco viene respinto ma il cinico maggiore Dieter Frank si rendeconto di trovarsi di fronte avversari pronti a tutto. Tra loro c'è una donna,l'agente dello spionaggio inglese Flick Clairet. Soprannominata "Pantera",Flick unisce al fisico minuto e sensuale una determinazione e un'audacia fuoridal comune. Di lì a poco metterà a punto una squadra composta di sole donneper portare a termine la missione fallita. Tra Flick e Dieter ha inizio unduello senza esclusione di colpi, fatto di agguati, inseguimenti, sfide sulfilo dell'astuzia e dell'esperienza, fino allo scontro ultimo e risolutivo.
Ordina per
  • 0

    6 donne per cambiare il corso di una guerra.

    " - Darei qualsiasi cosa per partecipare disse il navigatore . E voi? - Flick guardò Paul, poi Ruby , e tutti e tre sorrisero. Oh , noi abbiamo partecipato, eccome. "

    Nella Francia occupata dai ...continua

    " - Darei qualsiasi cosa per partecipare disse il navigatore . E voi? - Flick guardò Paul, poi Ruby , e tutti e tre sorrisero. Oh , noi abbiamo partecipato, eccome. "

    Nella Francia occupata dai nazisti è situato un punto cruciale per lo smistamento del traffico telefonico e delle informazioni dell'esercito tedesco. Sarà quello l'obbiettivo di una squadra composta da sei donne, nome in codice Gazze ladre. Far saltare in aria quella centrale.

    Con l'accorciarsi del conto alla rovescia del D-Day, lo sbarco alleato, con un ufficiale nazista molto intelligente ed esperto in interrogatori sarà una gara d'astuzia tra il maggiore Flick , capo della Gazze e Dicker , ufficiale nazista agli ordini di Rommel.

    Uno dei libri più belli mai letti, sul tema seconda guerra mondiale, di Ken Follett . bello!!

    ha scritto il 

  • 5

    Capolavoro.

    Non c'è molto da dire su questo libro .. è semplicemente meraviglioso, e Ken Follet è un maestro. Punto. Azione, coinvolgimento (tanto!), colpi di scena .. meglio di così?!

    ha scritto il 

  • 0

    Divertente!

    Follet non è le Carré ma, ciò premesso, gli ingredienti classici del genere ci sono tutti: clima retrò, azione a bizeffe, suspance, intrighi sentimentali, un pizzico di sesso ...continua

    Divertente!

    Follet non è le Carré ma, ciò premesso, gli ingredienti classici del genere ci sono tutti: clima retrò, azione a bizeffe, suspance, intrighi sentimentali, un pizzico di sesso (quantità: q.b. da poter esere letto da tutti, quindi non aspettatene troppo). E poi i tedeschi (ovviamente molto ma moooolto cattivi): tormentati tormentatori, sbirri che spaziano tra l'investigatore abile e raffinato ma crudele (... e come poteva essere altrimenti!) e lo sbirro arrogantemente idiota, giovane ufficiale subalterno fedelissimo, discreto ma anche intraprendente; va da se che tutti indistintamente i tedeschi sono destinati ad una fine miserrima quanto meritata. E gli Alleati: un tripudio di coraggio e determinazione, sempre sull'orlo del disastro ma palesemente destinati ad una vittoria totale, travolgente e schiacciante; anche in campo sentimentale: infatti, l'happy end prevede non solo la vittoria militare ma anche quella sentimentale, con opportuni matrimoni.

    Come detto in apertura, mi ha divertito ...anche perché me l'hanno prestato. Vedete voi se volete buttarci su gli euri necessari.

    ha scritto il 

  • 4

    Questa non è una recensione. E' una mia nota personale perché voglio ricordare un'esperienza legata a questo libro. E' essenziale che non dimentichi che me lo regalò per Natale -più precisamente ...continua

    Questa non è una recensione. E' una mia nota personale perché voglio ricordare un'esperienza legata a questo libro. E' essenziale che non dimentichi che me lo regalò per Natale -più precisamente qualche giorno prima, doveva essere il 23- una persona alla quale mi ero affezionata, e che non mi parlerà mai più; una persona della quale certamente seguirò le sorti e la vita, come si fa con i telefilm, a causa di Facebook, perché non riesco a toglierla dagli amici ma che non mi capiterà più di vedere in carne ed ossa. Una persona che mi manca ma che mi ha dimenticato, ed ora vive solo nella mia memoria.

    ha scritto il 

Ordina per