Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Le gioie della paternità

Di

Editore: Lavieri

4.2
(9)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 64 | Formato: Altri

Isbn-10: 8889312076 | Isbn-13: 9788889312070 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Maddaloni P.

Ti piace Le gioie della paternità?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Le gioie della paternità... ovvero: sempre meno speranze per l'afflitto genitore! In questo quarto volume di Voli Radenti, il povero passero-padre scopre di essere al centro delle attenzioni del proprio piccolo, in ogni suo disegno, in ogni suo desiderio. Ma sono, purtroppo per lui, disegni macabri e desideri di distruzione. Il piccolo questa volta supera davvero la misura e l'ultima speranza sarà lo psichiatra infantile, il quale, dopo aver esaminato attentamente il caso, si riterrà particolarmente soddisfatto... di non essere il fortunato padre.
Ordina per
  • 4

    Arkas è un fumettista greco, di cui non si sa nulla tranne che è un genio. Essì perché quando uno disegna così e fà dire cose così ai suoi personaggi (animali cinici e cattivelli) deve essere un genio per forza! E cattivissimo pure.


    Kastrato: storie di una gatta irriverente e ninfomane che ...continua

    Arkas è un fumettista greco, di cui non si sa nulla tranne che è un genio. Essì perché quando uno disegna così e fà dire cose così ai suoi personaggi (animali cinici e cattivelli) deve essere un genio per forza! E cattivissimo pure.

    Kastrato: storie di una gatta irriverente e ninfomane che vive in appartamento con una vecchia signora persa nei ricordi e un gatto castrato e sovrappeso.

    Voli radenti: un passerotto indisciplinato e cinico e la vita con suo padre, a cui dà filo da torcere.

    Montecristo: un topo grasso (anzi una pantegana) e cinico che rende ancora più penosa la vita degli ergastolani, nelle cui celle soggiorna.

    Raccontati così non sembrano nulla. Ma a leggerli...
    Andate su Google Immagini e cercate Arkas, ne vedrete delle belle.

    ha scritto il