Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Le grandi storie della fantascienza 11 (1949)

! SCHEDA DOPPIA

Di

Editore: SIAD

3.9
(39)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 330 | Formato: Copertina rigida

Isbn-10: A000169095 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Paperback

Genere: Science Fiction & Fantasy

Ti piace Le grandi storie della fantascienza 11 (1949)?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
SCHEDA DOPPIA

NON AGGIUNGERE O RIMUOVI QUESTA SCHEDA DALLA TUA LIBRERIA.
AL SUO POSTO UTILIZZA QUESTA:

http://www.anobii.com/books/Le_grandi_storie_della_fantascienza_-_Vol_11_1949/9788844300586/017277cb422450906e/

Ordina per
  • 3

    ebook

    Una raccolta qualitativamente molto inferiore alle 10 che l'hanno preceduta. Ho notato che in quel periodo gli scrittori di fantascienza veri erano 4 o 5, compresi quelli in grado di scrivere racconti brevi. Meglio andare a colpo sicuro, e leggere i romanzi di Simak e Sturgeon.

    ha scritto il 

  • 4

    Anche questo volume è di livello ottimo sebbene non storico come il 12, secondo me. I racconti di questa annata sono perlopiù divertenti e poco inquietanti, a parte i tentativi di Difetto e State lontani. Caleidoscopio di Bradbury si staglia per bellezza: l'arte di ipnotizzare con un'idea che per ...continua

    Anche questo volume è di livello ottimo sebbene non storico come il 12, secondo me. I racconti di questa annata sono perlopiù divertenti e poco inquietanti, a parte i tentativi di Difetto e State lontani. Caleidoscopio di Bradbury si staglia per bellezza: l'arte di ipnotizzare con un'idea che per molti altri sarebbe inutilizzabile, come sostiene ammirato Asimov nella parentesi introduttiva.

    Nota sull'edizione: a parte il gran numero di refusi che trovo spesso in questi volumi, alcune traduzioni sono terribili. Giusto un esempio: "I can't help it" che diventa "non posso aiutarlo" (invece del più sensato "evitarlo") in Eternità perduta non si può leggere.

    ha scritto il