Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Le guerre spiegate ai ragazzi

Di

Editore: Mondadori

4.0
(14)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 186 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8804616822 | Isbn-13: 9788804616825 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: Altri

Ti piace Le guerre spiegate ai ragazzi?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Quante guerre ci sono oggi nel mondo? Perché scoppiano? Che cos'è il conflitto tra Israele e Palestina? Come si combatte il terrorismo? Che cos'è una missione di pace? Perché in alcuni paesi anche i bambini diventano soldati? Che cosa vuol dire essere pacifisti? Come saranno le guerre di domani? Domande e risposte. Per conoscere le guerre, per immaginare un futuro di pace. Età di lettura: da 10 anni.

Ordina per
  • 4

    Un libro interessante ed utile destinato ad un pubblico giovane

    Ad "un Mare di Libri",-festival dei ragazzi che leggono- che si tiene ogni giugno a Rimini, quest'anno era presente anche Toni Capuozzo, autore di un libro che cerca di spiegare, e lo fa in maniera semplice e chiara, le guerre, individuandone le tipologie, le cause, le differenze, le modalità di ...continua

    Ad "un Mare di Libri",-festival dei ragazzi che leggono- che si tiene ogni giugno a Rimini, quest'anno era presente anche Toni Capuozzo, autore di un libro che cerca di spiegare, e lo fa in maniera semplice e chiara, le guerre, individuandone le tipologie, le cause, le differenze, le modalità di evoluzione nel tempo e gli attori principali.

    Capuozzo racconta in maniera sobria ma non priva di emozioni, ciò che ha visto, come giornalista di guerra, nella ex-Jugoslavia, in Somalia, in Medio Oriente e in Afghanistan, descrive le persone comuni che ha conosciuto per far capire che ogni conflitto coinvolge anche e soprattutto i civili, ma non si dilunga in ricordi che avrebbero potuto appesantire il racconto e spostare l'attenzione su se stesso.
    Sottolinea come non tutte le guerre debbano essere considerate necessariamente il male assoluto, nonostante non celi la propria avversità nei confronti di ogni forma di prevaricazione, frutto di quell'aggressività connaturata nell'uomo che rende utopica una stabile e duratura condizione di pace a livello mondiale.
    Il monito di un uomo che conosce la paura e ha visto la morte, l'orrore e la disperazione negli occhi di migliaia di persone è sì di sostenere tutte le forme di mediazione che possano scongiurare i conflitti, ma soprattutto di far sì che il nostro cuore e il nostro cervello (e quello dei nostri figli, ai quali questo libro è destinato ) non accettino mai la morte inflitta come una condizione normale.

    ha scritto il 

  • 4

    Ho comprato questo libro per l'ammirazione verso il Signor Capuozzo che per anni ha raccontato orribili tragedie con umanità e senza esasperazioni.
    Ci sono parti bellissime, anche se cariche di tristezza, e mi riferisco a quelle in cui leggendo si sente la sua voce.
    Ci sono parti meno ...continua

    Ho comprato questo libro per l'ammirazione verso il Signor Capuozzo che per anni ha raccontato orribili tragedie con umanità e senza esasperazioni.
    Ci sono parti bellissime, anche se cariche di tristezza, e mi riferisco a quelle in cui leggendo si sente la sua voce.
    Ci sono parti meno interessanti, quelle in cui si illustrano genericamente, senza sentimento, le peculiarità dei conflitti, ma comunque le ritengo parti dovute e utili.
    Mi piacerebbe un nuovo testo in cui Toni racconti ciò che ha vissuto, non cosa sia sulla carta la guerra.

    ha scritto il