Le ho mai raccontato del vento del nord

Di

Editore: Feltrinelli (I canguri)

3.7
(4225)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 192 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Tedesco , Chi tradizionale , Spagnolo , Catalano , Inglese , Francese , Portoghese , Chi semplificata

Isbn-10: 8807702177 | Isbn-13: 9788807702174 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: eBook , CD audio

Genere: Famiglia, Sesso & Relazioni , Narrativa & Letteratura , Rosa

Ti piace Le ho mai raccontato del vento del nord?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Un'email all'indirizzo sbagliato e tra due perfetti sconosciuti scatta la scintilla. Come in una favola moderna, dopo aver superato l'impaccio iniziale, tra Emmi Rothner - 34 anni, sposa e madre irreprensibile dei due figli del marito - e Leo Leike - psicolinguista reduce dall'ennesimo fallimento sentimentale - si instaura un'amicizia giocosa, segnata dalla complicità e da stoccate di ironia reciproca, e destinata ben presto a evolvere in un sentimento ben più potente, che rischia di travolgere entrambi. Romanzo d'amore epistolare dell'era Internet, il romanzo descrive la nascita di un legame intenso, di una relazione che coppia non è, ma lo diventa virtualmente. Un rapporto di questo tipo potrà mai sopravvivere a un vero incontro?
Ordina per
  • 5

    Emmi, mi scriva. Scrivere è come baciare, solo senza labbra. Scrivere è baciare con la mente.

    "No Emmi, lei non è una qualunque. Se c’è una che non è una qualunque, quella è lei. Non per me. Lei è come una seconda voce dentro di me che mi accompagna durante la giornata. Ha trasformato il mio m ...continua

    "No Emmi, lei non è una qualunque. Se c’è una che non è una qualunque, quella è lei. Non per me. Lei è come una seconda voce dentro di me che mi accompagna durante la giornata. Ha trasformato il mio monologo interiore in un dialogo. Arricchisce la mia vita interiore. Mette in discussione, insiste, parodia, entra in conflitto con me. Le sono grato per il suo umorismo, il fascino, la vitalità, sì persino per le sue cose di cattivo gusto....".

    La lettura scorre veloce, in questo botta e risposta via e-mail tra i due protagonisti... la trama è semplice, ma al tempo stesso originale , i personaggi e i loro "dialoghi" ti conquistano dalla prima pagina.
    Vivace, divertente, toccante, profondo, sensuale, sfacciato, ironico… un romanzo piccino che ti tiene avvinghiato il lettore fino al finale… non dirò altro ma voglio leggere il seguito al più presto.

    ha scritto il 

  • 2

    abbandonato

    Avevo bisogno di un romanzo d'evasione, e ho trovato bellissime recensioni a proposito di questo libro.
    Di fatto è un romanzo scritto nel 2006 e che sa già di vecchio. Il personaggio maschile è piutto ...continua

    Avevo bisogno di un romanzo d'evasione, e ho trovato bellissime recensioni a proposito di questo libro.
    Di fatto è un romanzo scritto nel 2006 e che sa già di vecchio. Il personaggio maschile è piuttosto interessante, intrigante. Il personaggio femminile è irritante.
    Arrivata quasi a metà libro ho deciso di non perderci altro tempo.

    ha scritto il 

  • 5

    Romanzo epistolare 2.0

    L'acutezza e la sensibilità di Glattauer riescono con quest'opera a rivelare stati d'animo e psicologie controverse, superando la banalità che il tema e la trama del romanzo portano a far credere. L'a ...continua

    L'acutezza e la sensibilità di Glattauer riescono con quest'opera a rivelare stati d'animo e psicologie controverse, superando la banalità che il tema e la trama del romanzo portano a far credere. L'autore riesce a raggiungere un altissimo livello di comunicazione da carismatico affabulatore.
    Si fa leggere... tutto d'un fiato!
    "Scrivere è come baciare, solo senza labbra. Scrivere è come baciare, ma con la mente"

    ha scritto il 

  • 3

    Un'e-mail, casualmente recapitata all'utente sbagliato, fa nascere tra i due protagonisti una storia d'amore virtuale. La trama non è eccezionale, tuttavia uno stile semplice e scorrevole ha reso la l ...continua

    Un'e-mail, casualmente recapitata all'utente sbagliato, fa nascere tra i due protagonisti una storia d'amore virtuale. La trama non è eccezionale, tuttavia uno stile semplice e scorrevole ha reso la lettura piacevole. Uno squarcio di attualità che mostra come ai nostri giorni, gli eccessivi impegni portino alla continua ricerca di evasione.

    ha scritto il 

  • 4

    Innamorarsi così....per pura fatalità....di uno "sconosciuto".... leggendo solo le su mail....
    Uno sconosciuto che entra nella tua vita e con le sue parole rivoluzione la tua "perfezione", che in fond ...continua

    Innamorarsi così....per pura fatalità....di uno "sconosciuto".... leggendo solo le su mail....
    Uno sconosciuto che entra nella tua vita e con le sue parole rivoluzione la tua "perfezione", che in fondo nasconde tanta infelicità....
    Questo libro mi ha colpito molto, l'ho trovato brillante leggero, ma allo stesso tempo pieno di riflessioni e domande!

    ha scritto il 

  • 3

    Estoy confusa y perpleja con este "libro", si es que a lo que he leído se le puede dar dicha denominación. Pero en cualquier caso y, después de las numerosas críticas positivas que he leído de él, me ...continua

    Estoy confusa y perpleja con este "libro", si es que a lo que he leído se le puede dar dicha denominación. Pero en cualquier caso y, después de las numerosas críticas positivas que he leído de él, me ha dejado francamente defraudada.

    Contra el viento del norte está muy sobrevalorado. Es cierto que está bien escrito, aunque tiene un lenguaje demasiado rimbombante y rebuscado, pero a la vez llano y, a veces, excesivamente simple. Supongo que lo que más llama la atención, y qué además es lo más innovador que tiene, es la estructura de la novela. Aquí no hay una estructura lineal típica de inicio, nudo y desenlace. Más bien un conjunto caótico, pero a la vez ordenado, de mails que intentan contar una historia.

    A mi juicio que el autor solo nos presente los correos, más que una genialidad perjudica a la historia y, sobre todo a los personajes. De éstos últimos solo conoces lo poco que se cuentan, por lo que eres incapaz de establecer un perfil físico y psicológico de los mismos. Esto hace que no puedas calibrar las emociones y sentimientos de forma adecuada o coherente, lo que me hizo ir leyendo a "ciegas" en lo que en el aspecto sentimental se refiere.

    Y luego está la historia en si misma. No es algo demasiado original: dos personas se conocen, entablan una relación de amistad que evoluciona en algo más. Lo único extraño de este caso es que ninguno de ellos ha sido presentado formalmente y por lo tanto no se han visto nunca. La historia progresa a través de los diálogos, pero no me han parecido especialmente inteligentes, lúcidos o ingeniosos. Por no ser, no son ni bonitos la mayor parte del tiempo. Por no hablar de que las conversaciones son muy inmaduras. En más de una ocasión tienes la sensación de estar leyendo un diálogo de besugos adolescentes que no hacen más que girar sobre el mismo tema todo el tiempo. Al final te cansas de siempre lo mismo y deseas que se acabe la historia o que los personajes se vayan a paseo de una vez por todas. Dicho sea de paso, ese final abierto sería muy decepcionante si no existiera segunda parte. Pero, muy a mi pesar, debo reconocer que genera la intriga suficiente como para que te plantees leer el siguiente.

    Resumiendo, Contra el viento del norte es una novela romanticona que es original en la forma pero no en contenido. Sinceramente me parece una lectura prescindible que no aporta mucho...

    ha scritto il 

  • 3

    Stamattina, durante una riunione di lavoro, si parlava del fatto che le e-mail sono, per i ragazzi, uno strumento già obsoleto. La mia generazione è stata, in questo, la più fortunata: ha iniziato a s ...continua

    Stamattina, durante una riunione di lavoro, si parlava del fatto che le e-mail sono, per i ragazzi, uno strumento già obsoleto. La mia generazione è stata, in questo, la più fortunata: ha iniziato a scrivere virtualmente intorno ai 25 anni e, tuttora, è in grado di mantenere relazioni epistolari profonde ed emozionanti, più simili a quelle 'cartacee' che alle chat o ai messaggi wuozzap. Il libro, in fondo, è la fotografia di questo buffo fenomeno per cui la casella di posta elettronica si è trasformata nella fonte di croce e delizia per molti di noi che, per periodi più o meno lunghi della vita, hanno intrattenuto relazioni (più o meno) virtuali, ma molto più intime di quelle che possono svilupparsi su un social network. Non c'è niente di incredibile in questo delicato racconto, in questo rincorrersi sperando di non prendersi mai, in questo amarsi senza vedersi e per questo, forse, ancora di più.

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per